feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Trent’anni di Comuni Ricicloni. 629 in totale: mai così tanti

Nelle isole crescono in maniera esponenziale, mentre il Nord continua a crescere
Mantova e Bergamo le province con più Comuni Rifiuti Free in Lombardia

Il concorso Comuni Ricicloni di Legambiente giunge nel 2023 alla sua trentesima edizione. Negli anni successivi la sua creazione la Giuria ha modificato i criteri che erano stati stabiliti per definire le classifiche dei comuni più virtuosi, sempre più severi. Si era passati dal premiare i ricicloni che superavano il 70% di raccolta differenziata, all’introduzione dell’indice di buona gestione che attribuiva un punteggio ai sistemi di raccolta comunali nel loro complesso. Dal 2016 si è iniziato a premiare anche i comuni in grado di contenere la produzione di rifiuto da avviare a smaltimento entro i 75 chilogrammi per abitante prodotti in un anno: i comuni Rifiuti Free. Dalla loro creazione, oggi sono 629 i Comuni Rifiuti Free, superando il numero più alto mai raggiunto negli anni precedenti e mettendo la parola “fine” alla parentesi negativa dello scorso anno, dovuta all’incremento dei quantitativi di rifiuto indifferenziato destinato allo smaltimento causati dalla pandemia di Covid-19.

Anche nel 2023 non mancano le note positive provenienti dalle regioni storicamente meno presenti nelle classifiche. È il caso della Sicilia, che raddoppia il numero di Comuni Rifiuti Free, e della Sardegna che lo triplica, aggiudicandosi anche la prima posizione in ambito consortile. Nota di merito anche al Piemonte che aumenta la propria presenza nelle classifiche di 31 comuni e al Veneto che si è ripreso dopo la battuta d’arresto del 2022. A questi miglioramenti si contrappongono l’Abruzzo e la Lombardia che perdono rispettivamente 7 e 21 comuni, usciti dalle graduatorie a causa di un peggioramento delle proprie performance.

I comuni lombardi nelle classifiche

Già dalla primissima edizione del 1994, la Lombardia ha sempre dimostrato grande attenzione per il tema. L’impegno dei comuni lombardi non è mai scemato, aggiudicandosi quasi sempre un posto tra i primi cinque di ogni classifica assoluta negli anni successivi e portando la Lombardia a essere oggi la regione con più comuni coinvolti, ben 1504.

Per la prima volta nel 2003, fu proprio un comune bergamasco, Torre Boldone, ad aggiudicarsi la testa della classifica assoluta per il miglior riciclaggio totale, con una percentuale di raccolta differenziata pari all’80,1%. Cifra che oggi è superata da 68 comuni sui 73 lombardi che occupano le classifiche, tendenza che fa ben sperare per un costante miglioramento nei prossimi anni.

Tra le tre categorie in cui i Comuni Ricicloni sono suddivisi, le province di Bergamo e Mantova la fanno da padrona occupando tutti i primi dieci posti nelle classifiche dei comuni lombardi di medie e piccole dimensioni. Unica nota dolente per la provincia mantovana è il caso di Magnacavallo, il comune con meno di 5.000 abitanti che l’anno scorso guidava la classifica nazionale con il 99,1% di raccolta differenziata e che, in un solo anno, ha perso quasi 12 punti percentuali.

Gli ottimi dati riportati dai comuni lombardi però non sono sufficienti per entrare nella top cinque nazionale dei comuni con la maggiore percentuale di raccolta differenziata, composta da Medolla (MO) con il 93,6% di raccolta differenziata, seguito da Domicella (AV) e Magliano Vetere (SA) a parimerito con il 93,5%, San Possidonio (MO) e San Prospero (MO), entrambi con il 93,1%.

Valeria Ferrari

Scarica il report Comuni Ricicloni 2023 tramite il QR-Code

------

Criteri e funzionamento del premio di Legambiente

Nei trent’anni di attività, l’iniziativa di Legambiente è stata molto più di un premio e di un rapporto annuale, cui partecipano le realtà che inviano i dati di produzione dei rifiuti nei tempi e nei modi stabiliti dagli organizzatori e suddivisi in quattro categorie demografiche: comuni sotto i 5mila abitanti, tra i 5mila e i 15mila, oltre 15mila e capoluoghi di provincia.

Sono stati infatti messi in rete decine di soggetti prefissando come unico obiettivo condiviso la ricerca di mezzi che supportassero i comuni a trovare le soluzioni migliori incentivando lo scambio e il confronto tra sindaci e amministrazioni, anche molto distanti geograficamente, ma con sfide molto simili di fronte a loro, per diffondere le buone pratiche per implementare quantitativamente e qualitativamente la raccolta differenziata nel nostro Paese, primo passo verso il riciclo e l’economia circolare.

------

Comuni con la percentuale maggiore di raccolta differenziata
Comune Prov. Abitanti % Raccolta differenziata Procapite secco residuo (kg/ab/anno)
Medolla MO  6348 93,6 60,9
Domicella  AV  1849  93,5  23,8
Magliano V. SA  618  93,5  21,1
S. Possidonio  MO  3483  93,1  56,8
S. Prospero  MO  6072  93,1  46,1

------

Comuni lombardi Rifiuti Free tra i 5.000 e i 15.000 abitanti

Comune  Prov. 

% Raccolta differenziata

BG 90,0
Pedrengo  BG  89,8
Roncoferraro  MN  87,9
Chiuduno  BG  87,1
Castellucchio  MN  89,8
Cologno al Serio BG  86,3
S. Giorgio Bigarello  MN  86,1
Sermide e Felonica MN  85,4
Spirano  BG  85,3

------

Comuni lombardi Rifiuti Free con meno di 5.000 abitanti

Comune  Prov. 

% Raccolta differenziata

S. Giovanni del Dosso MN 89,9
Casalmoro  MN  89,4
Cenate Sotto BG  89,1
Covo BG 88,2
Casalromano MN 88,1
Ceresara MN  87,8
Quingentole MN  87,7
Comun Nuovo BG  86,6
Motteggiana  MN 86,6
Castel Rozzone BG 85,6
Dicembre 2023

Articoli Correlati

Nell'attuale contesto in cui il cambiamento climatico assume una crescente e incombente...
Scelto il rinnovato BoPo di Ponteranica per la cena annuale della nostra rivista, all’...
Come prepararci ad affrontare la stagione fredda Se ci sono delle certezze nel periodo...
Dalle leggende ancestrali alla nostra tavola, conosciamo le mandorle attraverso la storia...