feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Lecco: la formazione cresce con Enaip insieme al territorio

Grande attenzione alla crescita umana e professionale dei ragazzi nell’ottica dell’innovazione, della sostenibilità e dell’internazionalizzazione

In queste settimane Enaip è impegnato ad accompagnare famiglie, ragazze e ragazzi nella tanto delicata quanto importante scelta del percorso scolastico dopo la terza media. Per far questo sono stati già svolti due Open Day, gli scorsi 18 novembre e 2 dicembre, e un terzo si terrà il prossimo 20 gennaio 2024 dalle ore 14.00 presso la sede Enaip di Lecco, in via Caduti Lecchesi a Fossoli 29, mentre per la sede di Monticello Brianza, in via Monte Grappa 21, all’interno della bellissima location del parco di Villa Greppi, l’appuntamento è per il 13 gennaio a partire dalle 9.00.

Imparare un mestiere e trovare lavoro sono gli obiettivi di Enaip che, nella provincia lecchese, offre molte opportunità con sei percorsi di studio.

A Monticello Brianza è attivo il corso per operatore agricolo e della cura del verde; a Lecco sono invece cinque le proposte: corso per operatore elettrico, installazione e manutenzione impianti, per panificatori e pasticceri, per tecnici di turismo, sport e tempo libero, per meccanici e carrozzieri. Per raggiungere la qualifica di operatore sono necessari tre anni; il quarto anno consente di ottenere la qualifica di tecnico. Al termine dei corsi si può accedere ai percorsi IFTS, ovvero “Istruzione e Formazione Tecnica Superiore”, la via con cui Enaip ha alzato il livello della propria offerta formativa. A Lecco è partito proprio un corso IFTS nel settore automotive per tecnico della manutenzione dei sistemi meccatronici del veicolo. Una novità assoluta per Enaip Lecco che è già concentrato ad avviare percorsi analoghi anche per gli altri settori.

A braccetto con il mondo del lavoro

Valore aggiunto di Enaip è il forte collegamento con il mondo del lavoro che si declina in vari modi: attraverso percorsi di stage e tirocinio (fino a 450 ore durante il secondo anno e 465 per il terzo e il quarto); con la presenza di docenti tecnici professionisti, con attività propria, che hanno scelto di mettere competenze a disposizione dei ragazzi per insegnare loro il mestiere; con una solida collaborazione con le imprese per condividere prospettive e bisogni e dare risposte efficaci a giovani e aziende. Tutto ciò si traduce in un grande successo in termini di sbocchi lavorativi per i nostri studenti che, al termine del percorso scolastico, hanno in mano proposte concrete di lavoro.

Enaip ha scelto di incastonare la formazione professionale all’interno della crescita delle ragazze e dei ragazzi intesa nella sua dimensione globale. Forte è l’impegno, in stretta collaborazione con le famiglie, affinché le alunne e gli alunni diventino cittadine e cittadini responsabili e consapevoli prima ancora che ottime lavoratrici e ottimi lavoratori. Per questo Enaip costruisce occasioni e collaborazioni con enti e istituzioni perché le studentesse e gli studenti possano mettere le loro competenze a servizio della collettività e del bene comune. Ad esempio, riparando e sistemando le autoambulanze della Croce Rossa, preparando pane e dolci per rappresentare la città di Lecco, presenziando e attivandosi nelle iniziative di Orientamento a livello territoriale, sistemando parchi e giardini destinati alla cittadinanza, giusto per citare alcune esperienze.

Esperienze formative all’estero

Inoltre, le studentesse e gli studenti di Enaip, che frequentano il terzo e quarto anno, possono svolgere un mese di tirocinio formativo all’estero. Una grande opportunità che li aiuta ad aprire la mente e responsabilizzarsi al di fuori dei contesti abituali. Caratteristiche che serviranno loro nel lavoro e nel percorso di crescita come cittadini consapevoli. Valencia, Kaunas (Lituania) e Siviglia le destinazioni di quest’anno per allieve e allievi di Lecco e Monticello. I ragazzi e le ragazze sono accompagnati da un professore e soggiornano ospiti di famiglie del posto o in strutture per giovani. Durante la settimana svolgono attività di tirocinio presso aziende del paese ospitante e, nei momenti liberi, sperimentano attività di svago e approfondimento culturale costruendo relazioni con i coetanei del luogo. I partecipanti tornano entusiasti da queste esperienze, sia per l’aspetto lavorativo che per quello relazionale, raccontando come l’incontro con culture, abitudini e modi di lavorare differenti siano occasioni di arricchimento personali. Le esperienze di internazionalizzazione sono quindi l’occasione per arricchire il bagaglio culturale e alzare lo sguardo verso nuovi orizzonti, rendendo i giovani protagonisti nella costruzione del futuro che dovranno abitare.

Dicembre 2023

Articoli Correlati

Nell'attuale contesto in cui il cambiamento climatico assume una crescente e incombente...
Scelto il rinnovato BoPo di Ponteranica per la cena annuale della nostra rivista, all’...
Come prepararci ad affrontare la stagione fredda Se ci sono delle certezze nel periodo...
Dalle leggende ancestrali alla nostra tavola, conosciamo le mandorle attraverso la storia...