feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Idee verdi... per un 2 giugno in sicurezza!

Spunti e proposte per esperienze sicure, serene e green... Tra picnic contadini, menù digitali e pranzi in campagna, a prova di distanziamento sociale 

Il ponte del 2 giugno, quest'anno, rappresenta quest'anno in un certo senso un “ritorno alla vita”, una riscoperta degli spazi aperti... Ovviamente in tutta sicurezza. Per questo motivo, molti agriturismi si sono strutturati per offrire a visitatori e clienti un'esperienza serena, sicura e piacevole, tra picnic nel verde o nelle vigne, menù digitalizzati o appositi kit dedicati.

Picnic contadini...

In provincia di Bergamo, ad esempio, l'agriturismo Il Belvedere di Palazzago propone il picnic contadino. In che cosa consiste? Semplicissimo: la struttura consegna ai consumatori un cestino con tutto l'occorrente per il picnic – prodotti locali, frutta, dolci, coperte, cuscini, stoviglie compostabili – e questi possono scegliere un luogo nell'agriturismo (vigna, roseto, bosco, ecc) per un pranzo immerso nella natura e lontano dagli assembramenti.

Un'offerta analoga viene dall'azienda Corte Barco in provincia di Mantova, che propone i suoi piatti in versione picnic, o dall'azienda Nava di Roncello (Monza e Brianza), che dà la possibilità di prenotare online il proprio kit per grigliata... Servizio nato durante il lockdown e riproposto anche in questa Fase 2.

E proposte alternative

Ci sono poi realtà, segnala Coldiretti, che hanno scelto di muoversi verso la digitalizzazione delle proposte, in modo da assicurare la sicurezza a tutti i clienti. Un esempio? Il podere del Montizzolo di Caravaggio e la Cascina dei Prati di Credaro (Bergamo), che hanno entrambe digitalizzato i menù per renderli consultabili sul proprio smartphone, integrando la proposta con menù cartacei usa e getta per quanti non possono invece usufruire della versione digitale (ad esempio eprché sprovvisti di un cellulare idoneo).

Non mancano poi da parte degli agriturismi lombardi le proposte “classiche”, quali la consegna a domicilio dei propri piatti o il tradizionale pranzo in campagna. Il tutto per rendere la natura e l'esperienza dell'agriturismo non solo sostenibile, ma anche sicura a 360°.

Perché non provarne qualcuna?

Giugno 2020

Articoli Correlati

Surgelati
Lo spreco alimentare è un problema annoso che da sempre coinvolge, purtroppo, tantissime...
Saperi in transizione
C’è tempo fino al 13 dicembre per iscriversi a Saperi in Transizione, l’unico corso del...
Cosmetica Green: un mercato da 50mld di euro l’anno
Millennial e Gen Z i consumatori più attivi Al giorno d’oggi si presta sempre più...
“La vita non si misura attraverso il numero di respiri che facciamo, ma attraverso i...