feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Fotoracconto. Festival della SOStenibilità 2023

A Bergamo il 13 e il 14 maggio sul nuovo Sentierone. Arte e cultura le grandi protagoniste

L’occasione della celebrazione dell’importante ruolo di Capitale Italiana della Cultura ha permesso al Festival della SOStenibilità di Bergamo di guardare all’arte come espressione di tematiche legate alla contemporaneità e come spunto per nuove proposte e progetti per promuovere la diffusione di una cultura della sostenibilità.

Street Art e Green Gate

Per farlo, la 12° edizione si è affidata a moltissime iniziative che hanno trovato il loro simbolo nell’opera di Street Art realizzata direttamente sul Sentierone dalle studentesse e dagli studenti della 2^O del Liceo Artistico Manzù di Bergamo coordinati da Davide Tolasi, street artist e docente di Urban-design, e dalla Prof.ssa Denise Eusebi. È stata la prima volta nella quale un’opera d’arte ha preso vita direttamente durante il Festival della SOStenibilià e il risultato è un murales dipinto con vernici ecologiche, a effetto foto catalitico, dall’alto valore simbolico:

nell'opera è rappresentato il bisogno delle giovani generazioni di vivere in una città (quella raffigurata è Bergamo) con una maggiore presenza di aree verdi e naturali e più "a misura d'uomo". L'urgenza è raffigurata dalla persona che si aggrappa disperatamente, per non sentirsi travolta dal vortice della frenesia e del grigiore.

Se l’opera di Street Art ha rappresentato il segno del presente lasciato dal Festival della SOStenibilità, il progetto del contest Green Gate vuole essere quello del prossimo futuro. Infatti, sulla scia del portale tecnologico che per tutto il 2023 unisce le città di Bergamo e Brescia (Star-gate), sempre gli studenti del Liceo Artistico Manzù, in questo caso della classe 5I (Prof.ssa Maria Zerillo e Prof. Daniele Cicero), hanno visto esposti i loro progetti per dotare la città di un portale realizzato con materiali sostenibili.

Tutte le idee proposte dagli studenti hanno impressionato positivamente i numerosi visitatori che hanno deciso di esprimere il loro voto e il progetto uscito vincitore è BeeFree di Cristina Pedrazzini.

Un portale dedicato alle api, insetti fondamentali per il nostro ecosistema, che nei prossimi mesi verrà vagliato per verificare la sua reale fattibilità.

A convegno con Mario Tozzi e Andreco

“Art for the Planet: il capitale della cultura per una transizione ecologica” è stato il convegno tenuto nell’auditorium Olmi della Provincia di Bergamo che ha senza dubbio rappresentato un momento importante per il rilievo degli ospiti intervenuti: il noto climatologo, divulgatore scientifico e conduttore televisivo Mario Tozzi e Andrea Conte, in arte Andreco, artista, ricercatore e performer ambientale con un percorso artistico che investiga i rapporti tra uomo e ambiente.

I due relatori hanno espresso il loro punto di vista in merito alla necessità di arrivare in tempi brevi a una vera transizione ecologica attraverso azioni concrete. Mario Tozzi ha ribadito come lo sviluppo economico abbia creato un grande disequilibrio nella società contemporanea e di come la transizione ecologica sia l’unica possibilità per modificare questo disequilibrio, anche in considerazione delle risorse limitate che ci può garantire il pianeta terra. L’artista internazionale Andreco ha mostrato, attraverso l’illustrazione e la spiegazione di alcuni dei suoi progetti più famosi, come l’arte possa essere veicolo fondamentale di divulgazione di questa urgenza.

Tante novità e graditi ritorni

Tutti i visitatori hanno potuto toccare con mano la nuova formula ideata per la manifestazione che, oltre agli espositori della green economy e alle associazioni sempre presenti, nella sua versione 2023 ha introdotto la zona dedicata all’artigianato sostenibile e l’area street food a cura di Mc Maier’s Brasserie di Seriate, con proposte di piatti locali e di cucina vegetariana e vegana. Inoltre, nell’area del Sentierone adiacente al Teatro Donizetti, la BioDomenica di primavera curata dal Bio-Distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo ha offerto la possibilità di conoscere tanti produttori biologici a filiera corta, degustare specialità tipiche e fare acquisti sostenibili.Per due giorni Piazza Matteotti si è trasformata nella piazza della sostenibilità dove hanno trovato spazio talk, laboratori per bambini e non solo e numerose iniziative per tutti i gusti.

Tra le attività messe in campo c’è stata la parete di arrampicata del Cai di Bergamo che ha offerto ai più curiosi e intraprendenti un primo approccio al mondo del climbing, ma anche i laboratori per i più piccoli dell’associazione MoviMente Aps e dell’associazione Benessere Creativo guidata dall’artista bergamasco Emilio Zangurru. Così come molto apprezzati sono stati lo show cooking “Nutrirsi di Salute” della Nutrizionista-Dietista Rossana Madaschi, il magnifico spettacolo fatto di canto, musica e parole messo in scena dalle giovani artiste e artisti del Coro del Sorriso di Montello e la presentazione dei progetti-scuola del DessBg sulla sostenibilità realizzati dalla classe 5P di Design per la comunicazione visiva pubblicitaria dell'Istituto Romero di Albino (Bg). Naturalmente sono state proposte, come ogni anno, le attività di associazioni che storicamente collaborano con il Festival come Plastic Free Onlus, l’Orto Botanico di Bergamo e Cooperativa Ruah.

Infine, non poteva mancare l’appuntamento ormai consueto con i test drive delle auto elettriche e ibride, possibilità offerta dai concessionari presenti all’evento che hanno esposto gli ultimi modelli delle automobili sempre più innovative e sostenibili offerte sul mercato.

Potete rivivere tutte le altre iniziative della 12° edizione del Festival della SOStenibilità all’interno del video racconto realizzato da due studentesse della classe 3M (Prof.ssa Barbara Mocibob) – Audiovisivo e Multimediale del Liceo Manzù pubblicato sulle pagine Instagram e Facebook del Festival della SOStenibilità.

---

QR Code: guarda la realizzazione del Murales (48 ore in 3 minuti)

---

GRAZIE!

Come sempre d’obbligo i ringraziamenti a tutti coloro che hanno creduto e reso possibile la 12° edizione: in primis le istituzioni del Comune di Bergamo, con l’assessorato Ambiente e Mobilità, la Provincia di Bergamo e il DessBg, che patrocinano e collaborano alla manifestazione, ma anche e i nostri partner principali: Montello SpA e CR Technology Systems SpA che sostengono da anni il Festival così come, Asm Onlus Fondazione Asm - Per la salute dell'infanzia, Fieb - Fondazione Istituti Educativi di Bergamo e Consorzio Bim.

Un ringraziamento anche a quelle realtà che hanno offerto un supporto tecnico fondamentale Mc Maier's Brasserie, Cartolombarda, Traffic Gallery, Crz Edilizia, Grafinvest Ecotipografia, Ressolar e Sarco Concessionaria Toyota & Lexus. E ovviamente ringraziamo tutti collaboratori, le scuole, i partner coinvolti e tutti voi, che siete venuti a trovarci in tanti in questi due giorni: rinnoviamo fin d’ora l’appuntamento e l’invito per la primavera 2024. E perché no, volentieri si accettano dall’autunno proposte e progetti sempre nuovi anche da parte di tutti i lettori di infoSOStenibile.

www.festivaldellasostenibilita.it 

 

 

Ottobre 2023

Articoli Correlati

Incontri, scambi, momenti formativi e ludici hanno arricchito la nuova edizione della...
Il recente libro di Elena Granata evidenzia come le donne abbiano sempre maturato un...
Dal 21 giugno al 12 luglio torna il festival organizzato da Legambiente Bergamo che...
Al Polaresco l’1 e il 2 giugno un fine settimana dedicato ad ambiente, natura e cura del...