feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Comune di Lecco: Una città libera dall'amianto. Al via le convenzioni

Comune di Lecco: Una città libera dall'amianto. Al via le convenzioni

I cittadini potranno avere servizi di rimozione e smaltimento amianto a prezzi calmierati. Attivo anche il bando regionale da 1 mln di euro

Un passo in avanti verso una città libera dall'amianto: è quello che ha fatto il comune di Lecco, sottoscrivendo convenzioni specifiche per incentivare gli interventi di rimozione e smaltimento del cemento amianto e favorire il passaggio verso una città più sana.

L'interesse del Comune in questa direzione si inserisce nel solco già tracciato da Regione Lombardia, che ha approvato un bando di un milione di euro per l'assegnazione di contributi per la rimozione dell'amianto dagli edifici privati. Insomma, una strada condivisa.

A fronte del protocollo d'intesa siglato tra i Comuni di Lecco e di Valmadrera lo scorso novembre proprio in materia di incentivazione degli interventi di rimozione dell'amianto, il Comune di Lecco ha sottoscritto alcune convenzioni con operatori iscritti all’albo gestori ambientali che offrano a prezzi calmierati ai privati cittadini dei Comuni di Lecco e Valmadrera servizi di bonifica (rimozione e incapsulamento delle coperture in amianto), smaltimento, redazione documentale prevista dalla normativa (indice di degrado e programma di controllo), presidio telefonico attivo 8 ore al giorno dal lunedì al venerdì, servizio di campionamento materiali e pronto intervento entro 48 ore per eventi causati dal maltempo.

«Sono molto soddisfatto di queste misure - ha dichiarato l'assessore all'ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi -. La creazione di queste convenzioni è stato il mio primo atto amministrativo appena assunto il ruolo, perché credo sia davvero importante creare i migliori presupposti perché i cittadini intervengano per la rimozione dell'amianto. In questo senso è fondamentale anche il supporto economico di Regione Lombardia e invitiamo i cittadini di Lecco a "combinare" questi due elementi».

Il bando di Regione Lombardia, infatti, prevede finanziamenti fino al 50% delle spese sostenute dai cittadini per la rimozione delle coperture di amianto da edifici privati, per un importo massimo finanziabile di 15 mila euro. Gli incentivi regionali sono cumulabili con le agevolazioni fiscali previste per gli interventi di riqualificazione energetica. 

 

 

Luglio 2019

Articoli Correlati

La strada è lunga, ma gli esempi virtuosi continuano a diffondersi Essere completamente...
18 e 19 settembre sul Sentierone di Bergamo: da maggio l'evento si sposta a settembre,...
Editoriale “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare” (Lc 17,10) “All'...
In città si amplia la rete del teleriscaldamento e proseguono i lavori per dare nuova...