feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Brigata Ermanno Olmi: il cinema bergamasco in campo a sostegno dell'emergenza coronavirus

Venti registi bergamaschi hanno messo a disposizione in streaming i propri lavori. Il ricavato sarà devoluto al progetto soldiale Superbergamo

Anche il cinema del territorio fa la sua parte in questo momento di emergenza sanitaria. È nato infatti il progetto “Brigata Ermanno Olmi”, con cui venti registi e registe bergamaschi hanno deciso di mettere a disposizione alcuni dei propri lavori in streaming: l'intero ricavato verrà devoluto alla rete di volontari di Superbergamo, attivatasi sul territorio a fine febbraio e impegnata nella consegna a domicilio di beni di prima necessità (alimenti e medicinali in primis) alle persone impossibilitate a uscire.

Il progetto

Come fa intuire lo stesso nome, il progetto della Brigata Ermanno Olmi è dedicato proprio al grande regista bergamasco che come nessun altro è riuscito a mostrare e raccontare la terra ai piedi delle Orobie. E oggi sono i “nuovi Olmi” a scendere in campo: tra corti e documentari, fiction e film sperimentali, sulla piattaforma http://bgolmi.it è possibile acquistare il primo pacchetto di lancio di 7 film a 10€ anziché 12 €. Nei prossimi giorni il catalogo sarà implementato con altri nuovi titoli che sarà possibile visionare in nuovi pacchetti o attraverso la visione singola: una volta acquistati i film, sarà possibile vederli in maniera illimitata semplicemente accedendo al sito. Tutti i ricavati, tolti i costi di commissione dei pagamenti, saranno devoluti a Superbergamo.

La volontà di creare una rete solidale in questo momento di difficoltà è partita dal Circolo Maite ed è proseguita con il supporto di Ink Club, Barrio, Club Ricreativo Pignolo, Upper Lab, csa Pacì Paciana, Arci Bergamo, La Popolare Ciclistica e con il sostegno del Comune di Bergamo.

I film disponibili

I primi 7 film disponibili nel progetto “Brigata Ermanno Olmi” sono:

  • Level 305” di Adriana Ferraresi (2015, 12')

  • Moriom” di Francesca Scalisi e Mark Olexa (2017, 11')

  • Senza di voi – Ceci n’est pas une fuite” di Chiara Cremaschi (2015, 52')

  • Survivors – I sopravvissuti” di Livio Fornoni (2017, 6'15")

  • 3 aprile 2002 - Deheishe refugees Camp” di Andrea Zambelli (2002, 24’)

  • Una società di servizi” di Luca Ferri (2015, 30’)

  • Un popolo in pieno sole” di Claudia Vavassori (2018, 59')

Tutte le registe e i registi interessati, possono contribuire con i propri film scrivendo a docs@maite.it.

 

 

Aprile 2020

Articoli Correlati

Ferrovie Dismesse come ciclabili: una risorsa per le due ruote
FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta scatta una fotografia aggiornata delle...
Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...