feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Ambiente, italiani disposti a fare di più per tutelarlo: dati e consigli

Il tema ambientale sta diventando piano piano sempre più centrale nella scala di valori degli italiani, che sono disposti ad impegnarsi di più anche in prima persona per tutelare l’ecosistema della Terra e chiedono anche una maggiore attenzione da parte della politica sulla questione. È evidente che l’umanità sia arrivata a un punto in cui non può più volgere la testa dall’altra parte, e il fatto che ci si concentri di più sull’ambiente è sicuramente un bene.

Qualche dato

Che l’interesse degli italiani per le tematiche ambientali stia aumentando è un dato di fatto, supportato anche dalle statistiche e non solo dalla sensazione generale. Lo sottolinea anche un’indagine realizzata da Eumetra, secondo cui tre persone su quattro nel nostro paese ritengono che debba essere data priorità a quanto sottoscritto a livello internazionale nel 2015 all’interno dell’Agenda 2030, ossia dei diciassette obiettivi di sviluppo sostenibile prefissati da 192 paesi proprio per il 2030. Grandissima parte degli intervistati, il 78%, crede che di queste tematiche debbano interessarsi prima di tutto il governo e la popolazione italiana, seguiti a stretto giro dai centri di ricerca (74%) e dalle imprese (72%). Significativo anche un altro dato: il 67% del campione interpellato da Eumetra si dice disposto a pagare prezzi più alti per i prodotti realizzati da imprese che operano nell’ottica dello sviluppo sostenibile. Questo significa che anche i singoli consumatori sono disposti a sacrificarsi, spendendo di più in nome di una maggior tutela dell’ambiente. Un atteggiamento quindi di cui non si può non tenere conto.

Piccoli gesti quotidiani

Cosa possiamo fare però nella vita di tutti i giorni per contribuire alla causa dello sviluppo sostenibile? Ci sono diversi accorgimenti e comportamenti che possono essere messi in pratica per fare del bene all’ambiente, ma anche alle nostre tasche. Dentro casa ad esempio è molto importante ridurre gli sprechi, soprattutto in termini di energia elettrica: è bene quindi magari non lasciare luci accese nelle stanze che non si utilizzano, e allo stesso tempo bisognerebbe acquistare elettrodomestici con una classe energetica alta, perché consumano meno. In realtà si può anche fare a monte la scelta di cambiare il gestore di luce e gas per provare a consumare in maniera più intelligente; tra l'altro, oggi sui siti di settore si trovano offerte di luce e gas che tutelano l'ambiente. Importante anche intervenire sugli spostamenti, utilizzando il meno possibile l’automobile in favore invece dei mezzi pubblici, della bicicletta o di una bella passeggiata, se le distanze da percorrere lo consentono. La raccolta differenziata è fondamentale per riciclare tutti i materiali che lo permettono, ma anche quando si fa la spesa è bene stare alla larga da prodotti che hanno un packaging eccessivo, per ridurre al minimo i rifiuti. A proposito di spesa: meglio diminuire il più possibile l’acquisto di carne e pesce, visto l’impatto enorme che gli allevamenti intensivi hanno sull’ecosistema terrestre.

Insomma, i modi per aiutare l’ambiente anche da casa ci sono eccome: basta solo rimboccarsi le mani e stare attenti ad alcuni piccoli gesti quotidiani che, a lungo andare, possono fare la differenza.

Aprile 2021

Articoli Correlati

Dopo quasi un anno di stop, RISORSE ritorna con i cicli di conferenze del giovedì sera,...
Zuppa di verza
INGREDIENTI (4 persone) mezzo cespo di verza 350 gr di patate 200 gr di farro 500 ml di...
ID.EIGHT, dagli scarti della frutta alle sneakers
Prodotti etici, sostenibili, circolari. Così un progetto innovativo lancia la sfida alla...