feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Tempo di Spirito del Pianeta

Lo Spirito del Pianeta

Dal 26 maggio all’11 giugno a Chiuduno (Bg) 17 giorni di musica, cultura, cibo, tradizioni con 26 gruppi e oltre 150 espositori

“Lo Spirito del Pianeta” è l’unico festival tribale indigeno in Italia: un festival dedicato alle diverse etnie di tutto il mondo e alle loro tradizioni, che da diciassette anni si svolge presso il polo fieristico di Chiuduno (Bg).

Grazie a “Lo Spirito del Pianeta” in questi anni sono stati realizzati molti progetti culturali in Burkina Faso e in Scozia; sono stati adottati 12 bambini pigmei in Camerun e aztechi in Messico; sono stati finanziati progetti umanitari tra i Masai del Kenya e tra i Tuareg del Niger; è stata finanziata la prima scuola di tradizione nella foresta dell’Ecuador.

Inoltre, solo nella scorsa edizione, sono stati distribuiti più di 80 mila euro ai gruppi invitati e alle organizzazioni presenti per supportare i loro progetti.

Quest’anno il festival si svolgerà dal 26 maggio all’11 giugno. Durante la giornata di apertura, per inaugurare la rassegna, è in programma l’accensione del fuoco sacro e l’incontro con gli Apache; in serata, invece, sul palco principale, si terranno l’Assemblea dei Popoli indigeni (alle ore 20.45) e il concerto del Gruppo Milladoiro Galizia Spagna (alle 21.15).

Fra le varie iniziative di rilievo, sono in programma alcuni incontri con persone che ancora oggi vivono seguendo antiche tradizioni o che fanno parte della cultura celtica.

A chiudere questa parte del festival un ampio palinsesto di eventi e conferenze legate all’ambiente, a cura delle 140 associazioni italiane ospiti.

Tutte le serate saranno accompagnate da spettacoli di musica etnica popolare e arricchite con appuntamenti dedicati alle tradizioni culinarie e all’artigianato.

La cucina etnica sarà protagonista indiscussa del festival, con la possibilità di gustare piatti tipici di diversa provenienza, tra cui cibo brasiliano, messicano ed eritreo, senza dimenticare la cucina regionale e un’immancabile pizzeria. Fra le varie specialità, ci saranno anche paella e grigliate, piadine e crêpes, hamburger, kebab e piatti vegani.

Il 2 giugno, in occasione della festa della Repubblica, sarà organizzata una giornata interamente dedicata alla raccolta fondi per Castel Sant’Angelo sul Nera (uno dei paesi marchigiani colpiti dal terremoto) e per i suoi agricoltori, con la presenza degli assessori all’agricoltura e all’ambiente della Regione Lombardia. Infine, una passeggiata da Bergamo a Chiuduno permetterà di incontrare i contadini della provincia bergamasca.

All’interno del villaggio etnico saranno allestiti laboratori musicali, di scultura e di shiatsu, un accampamento medioevale celtico e molto altro ancora.

In contemporanea, verrà allestita una mostra interattiva che, attraverso le foto dei 200 gruppi che hanno partecipato alle precedenti edizioni del festival, illustrerà gli usi e i costumi dei popoli indigeni di diverse parti del mondo.

Per coloro che provengono da lontano, sarà possibile soggiornare in hotel, ostelli e B&B convenzionati, in camper o in tenda.

Per quanto riguarda quest’ultima soluzione, il centro sportivo di Chiuduno, al costo giornaliero di 5 euro a persona, metterà a disposizione dei campeggiatori bagni e docce per tutta la durata del festival.

Previsto anche un servizio di bus navetta gratuito da e per Bergamo (Parcheggio Malpensata e Science Center) e da e per i parcheggi attorno al festival (zona industriale di Chiuduno adiacente all’uscita autostrada A4 Grumello del Monte/Telgate).

Gli orari di apertura del centro saranno i seguenti: sabato dalle ore 17.00, domenica a partire dalle ore 12.00, i giorni feriali dalle ore 19.00.

Per maggiori informazioni e per consultare il programma completo:

www.lospiritodelpianeta.it

Silvia Cesana

 

Popoli e gruppi invitati

• Nuova Compagnia di Canto Popolare

• Gruppo Milladoiro Galizia Spagna

• Gruppo Dervish Irlanda

• Gruppo The Friel Sisters

• Sarawak Malesia

• Sharon Shannon

• Gruppo Tiharea dal Madagascar

• Nativi americani, Incas, Aztechi, Apache

• Caitlin nic Gabhann

• Birkin Tree

• Cornamuse Bagad Kiz Avel Strasburgo

• Indiani Tsimshian del Nord America

• Gruppo Buriazia della Repubblica Russa

• Saor Patrol dalla Scozia

• I tamburi del Burundi

• Gruppo Qashqai dall’Iran

• Coro Bulgaro accompagnato da gaite e danzatori

• Gruppo U-SO norat

• Tribù Ainu dal Giappone

• Trataburata

• Lingaland

• Giuseppe Festa

 

Diamo i numeri

17 > Edizioni del festival

250 mila > Presenze attese

17 > Giorni di musica, cultura, cibo e tradizioni

26 > Gruppi provenienti da tutto il mondo

Oltre 150 > Espositori di artigianato da tutto il mondo

62% > Rifiuti riciclati nell’edizione 2016 grazie all’uso di materiale in Mater-bi di mais

Maggio 2017

Articoli Correlati

Earth Prize 2018
Presentata in Regione Lombardia la nuova iniziativa patrocinata da Touring Club Italiano...
La porzione quotidiana del benessere
Tutte le proprietà della frutta secca La frutta secca, come spesso viene definita, si...
Limone
Il frutto dai mille usi Il limone è il frutto dell'albero di limone (Citrus limon) una...
Pomodoro
Alla base della cucina mediterranea Il pomodoro (Solanum lycopersicum) appartiene alla...