feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Vero o falso? Il quiz alimentare della salute

Quante bufale (o fake news) nel campo dell’alimentazione
Divertiti per scoprire quanto ne sai!

Tra miti e leggende ci si ritrova spesso a credere a luoghi comuni ormai radicati nella nostra cultura alimentare. Il quiz proposto del “Vero o Falso?”, consentirà di sfatarne alcuni che non hanno una base scientifica. Scopri quali sono e rispondi ai quesiti sotto riportati.

1. Le carote aiutano una sana abbronzatura.

2. Consumare i pasti a orari regolari aiuta a controllare la fame.

3. Il succo di limone riduce l’assorbimento del ferro.

4. Sudare aiuta a dimagrire.

5. La birra è priva di glutine.

6. Per friggere si consiglia di utilizzare l’olio di girasole.

7. La soia abbassa i livelli del colesterolo cattivo (LDL).

8. È più importante la qualità di un alimento rispetto alla quantità.

9. I “burger” vegetali confezionati contengono ingredienti genuini.

10. La stanchezza potrebbe essere causata da una carenza di magnesio.

Risposte

1. Vero.

Inoltre il beta-carotene, contenuto nelle carote, è un pigmento vegetale precursore della vitamina A ed è un fattore utile per la bellezza della pelle. Ricorda di condire le carote con l’olio extravergine di oliva, perché la presenza di lipidi facilita anche l’assorbimento delle vitamine liposolubili.

2. Vero.

Se si consumano pasti a orari regolari l’organismo impara più facilmente a tenere sotto controllo la sensazione della fame. Inoltre è importante anche masticare ogni boccone perché “la prima digestione avviene in bocca”. Ciò permette anche di apprezzare maggiormente il cibo che assumiamo e favorisce il senso di sazietà.

3. Falso.

La vitamina C (acido ascorbico) a contatto con alimenti ricchi di ferro, trasforma questo minerale in una forma chimica più assorbibile. Inserisci quindi il succo di limone fresco nella tua alimentazione (anche in un bicchiere d’acqua).

Oltre agli agrumi, rappresentano una buona fonte di vitamina C i kiwi, i pomodori, i peperoni, il prezzemolo e tutte le varietà dei cavoli.

4. Falso.

Con il sudore si perdono liquidi e minerali ma non i grassi accumulati nel tessuto adiposo, che si possono invece eliminare bruciando calorie con l’attività fisica e riducendo l’apporto energetico della dieta.

Tuttavia sudare rimane un meccanismo fondamentale per l’organismo, in quanto lo aiuta ad abbassare la temperatura corporea soprattutto quando quella esterna è alta. In ogni caso è importante bere adeguatamente per reintegrare i liquidi.

5. Falso.

Infatti tra gli ingredienti per la realizzazione di questa bevanda alcolica è presente il malto d’orzo, ottenuto dalla maltazione del rispettivo cereale che contiene glutine. In commercio è tuttavia disponibile anche la birra gluten free.

6. Falso.

Si raccomanda invece l’olio extravergine di oliva oppure l’olio di arachide. Per una frittura di qualità è importante ricordare di tenere sotto controllo la temperatura, di asciugare bene i cibi dopo averli fritti e di consumarli solo occasionalmente.

7. Vero.

Tra i componenti che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo troviamo nella soia la presenza della lecitina, un fosfolipide che ha la capacità di agire sui grassi nel sangue. Tuttavia, se si ha a cuore la propria colesterolemia è importante seguire una dieta varia ed equilibrata.

8. Falso.

Portare la qualità degli alimenti a tavola è importante, ma basilare è anche la quantità! Infatti, anche un alimento sano se assunto in porzioni eccessive può danneggiare la salute.

9. Falso.

È necessario leggere attentamente le etichette e le tabelle nutrizionali, anche dei burger di carne o di pesce, perché differiscono molto tra di loro. Tra gli ingredienti sono spesso presenti grassi di scarsa qualità come l’olio di cocco e di palma, un eccesso di sale e vari additivi chimici come stabilizzanti, conservanti, emulsionanti, ecc.

10. Vero.

La carenza potrebbe anche causare irascibilità, depressione, debolezza muscolare, insonnia e tachicardia. Il fabbisogno giornaliero di questo minerale, pari a circa 300-500 mg, è tuttavia solitamente garantito con la dieta perché è largamente diffuso in molti alimenti, in particolare nelle noci, cacao, cereali integrali, legumi e nei vegetali a foglia verde.

Valutazione finale

  • Meno di 3 risposte esatte: Non credere a tutti i falsi miti
  • Tra 3 e 6 risposte esatte: Ci sono margini di miglioramento
  • Tra 7 e 9 risposte esatte: Complimenti, hai buone conoscenze
  • Tutte le risposte esatte: Ottimo, sei un vero esperto!

Rossana Madaschi Nutrizionista

Giugno 2022

Articoli Correlati

Fra gli argomenti più discussi e dibattuti negli ultimi tempi troviamo la sostenibilità...
Un ortaggio ipocalorico e ricco di nutrienti Ortaggio dal gusto unico e deciso, la rucola...
Una dorata primizia estiva Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, l’albicocca è una...
Un luogo unico dove uomini e natura si incontrano da secoli La sfida di un turismo green...