feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Sentiero Pedemonte: due linee verdi tra Como a Lecco

Inaugurati i tratti lecchesi del percorso pedonale e ferroviario

Il Sentiero Pedemonte è un percorso di circa 65 km che va da Como a Lecco e che, intersecando la linea ferroviaria e la sentieristica di diverse aree protette, completa un percorso di mobilità dolce intorno al Lago di Como. Questo costituisce infatti l’anello di congiunzione tra i Cammini della Regina e il Sentiero del Viandante, si interconnette inoltre con il Sentiero Meda-Montorfano e con il tracciato regionale delle ciclovie lombarde. Il progetto nasce dall’idea di alcune associazioni del territorio unite a formare il Comitato Sentiero Pedemonte: Legambiente Cantù – Green Station Brenna Alzate, Legambiente Lecco, Circolo Ambiente Ilaria Alpi, Comitato Pendolari Como-Lecco, Comitato Parco Regionale Groane-Brughiera.

Il percorso pedonale e la ferrovia rappresentano, insieme, due linee verdi che rispondono a un’esigenza di mobilità sostenibile del territorio e di promozione delle bellezze culturali e naturali che caratterizzano le aree pedemontane attraversate. Sentiero Pedemonte nasce infatti soprattutto per portare l’attenzione sulla connessione ferroviaria tra le città di Como e di Lecco, fatta di corse estremamente ridotte. Lungo tutto il percorso, nelle stazioni attraversate, il camminatore potrà trovare pannelli informativi. Nel 2016, durante una prima fase, è stata effettuata l’opera di posa dei pannelli nel tratto da Como a Brenna Alzate, mentre nel 2022 è stato completato il tratto lecchese. Qui l’itinerario attraversa sia comuni nel circondario di Lecco (Lecco, Malgrate, Valmadrera e Galbiate) che nel circondario di Oggiono (Oggiono, Molteno, Bosisio Parini e Rogeno).

Il Sentiero Pedemonte ha un grande valore naturalistico, in quanto attraversa cinque Parchi Regionali: Parco Spina Verde, Parco Groane-Brughiera, Parco Lambro, Parco Monte Barro, Parco Adda Nord, la Riserva Naturale del Lago di Montorfano, un SIC e un PLIS, basandosi per la maggior parte su sentieri e strade secondarie già esistenti. Quest’anno, grazie al bando Fondo per lo “Sviluppo del territorio provinciale Lecchese” promosso da Lario Reti Holding e Fondazione Comunitaria del Lecchese è stato possibile completare il tratto lecchese. Oltre alla posa dei pannelli informativo-promozionali, il progetto ha visto anche la tracciatura del percorso georeferenziato con coordinate GPS, la ricerca di materiale per approfondire e promuovere le attrazioni lungo il percorso, la strutturazione di un sito web dedicato e la produzione di mappe cartacee.

Durante il mese di novembre 2022 sono stati organizzati due eventi (uno per ogni circondario) in cui, oltre ad inaugurare il percorso, la cittadinanza è stata invitata a percorrerlo, ottenendo grande partecipazione e dando occasione di portare maggior forza al lungimirante obiettivo di una mobilità verde.

Selene Mosti

Dicembre 2022

Articoli Correlati

Nel periodo natalizio il mandarino viene usato non solo in cucina, ma anche a scopo...
Il cavolfiore, detto anche cavolo fiore o cavolo bianco, era considerato sacro dagli...
All'interno dell'iniziativa “I mercati degli agricoltori per il benessere della comunità...
Dal blog di Rosangela Pesenti un testo intenso e intriso di significato per la Giornata...