feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Raccolta rifiuti: ottimi risultati. Piste ciclabili e forestazione urbana

Nella città della bassa dimezzata la frazione indifferenziata. Bettinelli: “grazie al sistema puntuale e all’impegno dei cittadini”

Da giugno 2022 il Comune di Romano di Lombardia ha implementato il sistema di raccolta rifiuti porta a porta di tipo “puntuale” per i rifiuti indifferenziati. Un passaggio impegnativo e un salto di qualità importante nella gestione dei servizi ecologici comunali che la città ha colto in maniera positiva e proattiva. Questo sistema permette a Romano di adeguarsi al principio generale ecologico per il quale ogni cittadino deve porsi come obiettivo la riduzione degli sprechi, il riciclo di quello che è riciclabile e il riuso di quello che è riutilizzabile. Questo primo anno, l’introduzione del nuovo sistema e la collaborazione della cittadinanza hanno mostrato la bontà e le notevoli potenzialità a favore dell’ambiente ma anche del risparmio di risorse:

- La produzione generale di rifiuti pro-capite è diminuita, da 282 kg del 2022 a 260 kg del 2023;

- La produzione di rifiuti indifferenziati è diminuita del 47%;

- La differenziazione dei rifiuti di plastica è aumentata del 91%;

- La differenziazione dei rifiuti in carta e cartone è aumentata del 58%.

Risultati che permettono anche di fare economia sul servizio rendendolo più funzionale alle esigenze dei cittadini, senza incidere in maniera importante sulla tassazione: “Abbiamo portato la raccolta porta a porta presso i nuclei cascinali, siamo passati da una raccolta quindicinale di carta-cartone e plastica a una raccolta settimanale e soprattutto abbiamo finanziato la parte non coperta dal PNRR per la riqualificazione dell’isola ecologica “Rasica” – commenta Luca Bettinelli, assessore alla Pianificazione e Riqualificazione Urbana, Gestione del Territo- rio, Ambiente e Mobilità -. “Sul tema dei rifiuti c’è ancora molto da fare. Purtroppo quotidianamente ne combattiamo l’abbandono. Viene verbalizzata dalla Polizia Locale una sanzione ogni 2 giorni per tali reati, sanzione che, più di ogni altra, comporta una fase di indagine impegnativa: visione di ore di filmati, sopralluoghi, analisi. Su questo tema non possiamo però retrocedere, anzi dobbiamo intensificare e accompagnare l’attività di repressione con l’educazione, nelle case e nelle scuole in particolare”.

Oltre alla raccolta differenziata, sono numerosi i settori e le attività che direttamente e indirettamente impattano sull’ambiente e sulla nostra qualità di vita. Non c’è settore in cui non sia necessaria una nuova attenzione per arginare gli effetti dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, con fenomeni estremi sempre più presenti anche alle nostre latitudini. La stessa urbanizzazione ha conseguenze notevoli in questo senso: Romano negli ultimi 20 anni ha conosciuto una crescita mai vista nella sua storia. Il numero di abitanti è aumentato del 25% passando ai 15.600 del 2002 ai 20.600 del 2022. Questo dato è figlio della posizione territoriale strategica della città e dei servizi che la stessa offre.

Al fine di poter risolvere le criticità viabilistiche e di mobilità che tale crescita ha portato, il Comune è al lavoro al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, con l’obiettivo di individuare soluzioni che favoriscano l’uso di mezzi di trasporto sostenibili, che ottimizzino e riducano gli spostamenti verso il centro, lasciando all’esterno il traffico di attraversamento della città. “L’attuazione di alcune azioni del Piano della Mobilità sono già state calendarizzate e alcune di queste sono già in cantiere - spiega l’assessore Luca Bettinelli - nei prossimi mesi vedremo nascere 3,5 km di piste ciclabili, l’inizio del cantiere per il quadrante sud-ovest del ring cittadino, infrastruttura che risolverà i problemi di traffico nelle zone residenziali della parte meridionale della Città e infine alcune risoluzioni di intersezioni pericolose. Il tutto con l’obiettivo di efficientare gli spostamenti sul territorio con un esito positivo sulla fruibilità della città e sull’impronta ambientale che il traffico veicolare genera”.

Passando al Piano delle Regole e al Piano dei Servizi, in previsione un taglio delle aree edificabili, un aumento della dotazione di servizi, in particolare di tipo sportivo e un aumento delle aree deputate alle compensazioni ambientali. Ancora Bettinelli: “Ci stiamo occupando anche della cura del patrimonio vegetale esistente e stiamo concludendo il censimento di tutte le essenze arboree, prevedendo interventi di manutenzione straordinaria sulle stesse, necessari a causa della siccità che ci ha coinvolto negli ultimi anni. Stiamo acquisendo aree per investire sulla forestazione urbana, a breve verrà restituito un bosco di 7 mila mq nella parte meridionale della città e stiamo lavorando con il Parco del Serio per poter ottenere in concessione perenne le aree demaniali a bordo del nostro fiume al fine di poter intervenire valorizzando il patrimonio vegetale e la loro fruizione”.

Politiche ambientali, urbane, di mobilità e di gestione del territorio con cui ogni città e comune dovrà sempre più fare i conti, cercando di integrare le esigenze attuali della cittadinanza in una prospettiva di medio lungo periodo, che limitando il consumo di suolo e risorse, possa mantenere in equilibrio il livello di benessere e di servizi con la tutela dell’ambiente in cui viviamo.   

Ottobre 2023

Articoli Correlati

Nel 2023 maggior afflusso di soci per la cooperativa di Curno che amplia negozio e...
Da Uniacque con Ale e Franz l’invito ad alzarsi dalla panchina dell’apatia e della...
Notevoli sconti per famiglie e aziende che intendono installare il fotovoltaico...