feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Quizzone dell’estate: vero o falso?

quizzone dell'estate

Le leggende metropolitane sull’alimentazione

In tema alimentazione, le leggende metropolitane da sfatare sono davvero tante. Volete scoprirne qualcuna? Mettetevi alla prova e rispondete “Vero” o “Falso” ai quiz sotto riportati. Troverete le risposte sulla pagina a fianco!
 
1. Gli spinaci sono consigliati soprattutto alle persone anemiche. 
  • VERO
  • FALSO

2. La qualità nutrizionale degli alimenti surgelati è inferiore a quella degli alimenti freschi.

  • VERO
  • FALSO

3. Il tè verde contiene teina.

  • VERO
  • FALSO

4. Chi mangia pane o pasta alla sera rischia di ingrassare maggiormente.

  • VERO
  • FALSO

5. Per alimentarsi bene è più importante tener conto della qualità di un alimento rispetto alla quantità.

  • VERO
  • FALSO

6. Le spremute di agrumi possono danneggiare lo smalto dei denti.

  • VERO
  • FALSO

7. Mangiare del formaggio a fine pasto fa male.

  • VERO
  • FALSO

8. I prodotti a base di soia contribuiscono ad abbassare il colesterolo cattivo.

  • VERO
  • FALSO

9. Un succo di frutta può sostituire un frutto.

  • VERO
  • FALSO

10. La margarina è più sana del burro.

  • VERO
  • FALSO

11. Masticare a lungo il cibo aumenta il senso di sazietà.

  • VERO
  • FALSO

12. L’aglio influenza positivamente la pressione arteriosa.

  • VERO
  • FALSO

13. Il caffè lungo è più leggero.

  • VERO
  • FALSO

14. Per friggere in modo dietetico bisogna usare poco olio.

  • VERO
  • FALSO

15. Ci sono cibi o comportamenti alimentari che favoriscono il gonfiore di pancia.

  • VERO
  • FALSO

 

RISPOSTE

01. Falso. Malgrado gli spinaci contengano molto Ferro, solo una piccola parte viene assorbita dal nostro intestino e assimilata, perché la sua biodisponibilità è piuttosto bassa. Per biodisponibilità si intende la quantità di un nutriente che l’organismo riesce effettivamente ad assorbire e, per favorire l’assorbimento di questo importante sale minerale, sarebbe utile aggiungere ai vari piatti che lo contengono la vitamina C, presente per esempio nei limoni, peperoni, prezzemolo, ecc.

02. Falso. Se il processo di surgelamento degli alimenti surgelati è condotto rispettando una corretta procedura tecnica, hanno quasi lo stesso valore nutritivo di un alimento fresco, compreso quello vitaminico e minerale.

03. Vero. Anche se la quantità di teina del tè verde è inferiore rispetto a quella contenuta nel tè nero, pertanto ha un effetto più blando a livello gastrico, non bisogna esagerare perché l’abuso di teina, come di caffeina, può causare diverse controindicazioni, come per esempio insonnia e ipertensione.

04. Falso. Importante è non superare la quantità delle calorie totali giornaliere e rispettare i tempi di digestione prima di andare a letto (circa 2-3 ore, in relazione alla quantità e al tipo di alimenti introdotti). Questo vale sia per le calorie che derivano da carboidrati come pasta o pane, sia da alimenti proteici come carne, pesce, formaggi.

05. Falso. Per una corretta alimentazione sono assolutamente importanti sia la qualità che la quantità di un alimento.

06. Falso. Le spremute di agrumi (di arancia, di limone o di pompelmo) non danneggiano in alcun modo lo smalto dei denti che, invece, è spesso intaccato da miscele come per esempio alcune bevande dolci molto zuccherate e consumate di frequente.

07. Vero. Il formaggio è un alimento che, per il suo contenuto in grassi e proteine, va equiparato a un secondo piatto. L’abitudine di terminare il pasto con del formaggio, aumenta in modo considerevole l’apporto di calorie e di grassi trasformandolo in una vera “bomba calorica”. Inoltre i grassi presenti nei formaggi, andrebbero a sommarsi ai grassi di altri cibi già presenti nel menù, appesantendo e rallentando la digestione. Ricordiamo che il formaggio andrebbe consumato 2-3 volte a settimana.

08. Vero. La lecitina abbassa i livelli di colesterolo cattivo e contiene anche colina, che favorisce le funzioni cerebrali ma solo se presa come integratore. Inoltre, i fitoestrogeni contenuti nella soia riducono le fastidiose vampate di calore legate alla menopausa.

09. Falso. Il succo di frutta contiene meno vitamine della frutta fresca, che vengono neutralizzate sia dai trattamenti termici a cui è sottoposto (ad esempio pastorizzazione, sterilizzazione, ecc.), sia dalla presenza di luce. Inoltre nei succhi di frutta sono assenti o quasi le fibre e non dissetano e saziano come un frutto. Da preferire succhi con l’indicazione “100% frutta” e senza zucchero aggiunto né dolcificanti chimici come saccarina o aspartame.

10. Falso. La margarina viene ottenuta attraverso un processo chiamato idrogenazione che consente di trasformare i grassi vegetali insaturi, presenti nella margarina, in acidi grassi saturi, rendendoli così solidi a temperatura ambiente. Gli acidi grassi saturi, che sono presenti prevalentemente in alimenti di origine animale, se assunti in eccesso possono favorire le malattie coronariche, l’aterosclerosi, aumentare il colesterolo cattivo, ecc. Inoltre, alla margarina sono spesso aggiunti dei coloranti (ad esempio il betacarotene) per richiamare la colorazione naturale del burro.

11. Vero. L’informazione dello stimolo della sazietà impiega circa 15 minuti per raggiungere il cervello partendo dallo stomaco, quindi se si mastica lentamente ci si sente più sazi e si introdurranno meno calorie. Ricordiamo inoltre che la prima digestione avviene in bocca e che lo stomaco non ha denti perciò i cibi solidi dovrebbero essere masticati fino a essere ridotti in poltiglia, mentre i liquidi non andrebbero bevuti celermente.

12. Vero. I benefici dell’aglio sulla pressione alta sono noti da tempo: questo vegetale contiene un principio attivo chiamato allicina, a cui sono riconosciute proprietà antipertensive, antiossidanti e antitrombotiche. L’aglio inoltre ha proprietà antibiotiche, antibatteriche e vermifughe.

13. Falso. La quantità di caffeina contenuta nel caffè lungo, o “caffè all’americana” come viene chiamato, è maggiore rispetto a un espresso normale perché la caffeina viene estratta per più tempo.

14. Falso. Per far assorbire meno olio possibile, bisogna usarne molto e deve essere ben caldo, in modo che sulla superficie dei cibi si formi una crosticina impermeabile e che dall’interno esca del vapore. Il vapore da una parte ostacola la penetrazione del grasso, dall’altra abbassa per alcuni istanti la temperatura del cibo. Quando in padella c’è poco olio, la crosta non riesce a formarsi rapidamente e l’olio penetra nel cibo che ne assorbe elevate quantità.

15. Vero. Mangiare troppo velocemente senza masticare correttamente i cibi, fare pasti troppo abbondanti, saltare i pasti, masticare chewingum continuamente o bere bevande gassate, soprattutto se zuccherine gonfia la pancia. La situazione peggiora anche quando intercorrono troppe ore di digiuno tra un pasto e l’altro, si ha una vita troppo sedentaria, stressata o con molte tensioni, oppure si subiscono variazioni ormonali, come accade nella fase premestruale o in menopausa.

 

Meno di 4 risposte esatte

Una ripassatina non farebbe male

Tra 4 e 8 risposte esatte

Hai ancora margini di miglioramento

Più di 8 risposte esatte

Complimenti, padroneggi la materia!

Più di 12 risposte esatte

Bravo, complimenti! Sei un vero esperto!

 

Rossana Madaschi

Dietista Punto ristorazione e Docente di Scienza dell'Alimentazione

Cel. 347 0332740 - info@nutrirsidisalute.it

www.nutrirsidisalute.it

GettyImages-495803382.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GettyImages-468946075.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Luglio 2016

Articoli Correlati

Il nostro Paese ospita alcune cascate davvero suggestive. Si tratta di meraviglie...
Promosso da Orto Botanico di Bergamo, il contest per falegnami e artigiani che darà casa...
Si è conclusa con successo l’edizione 2022 del Festival della SOStenibilità di Bergamo,...
Un prezioso frutto colorato Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la prugna è il...