feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il Cavolfiore

Tutte le proprietà del bianco in un unico ortaggio

Il cavolfiore bianco è una varietà di cavolo appartenente alla famiglia delle Brassicacee o Crucifere, chiamate così per la forma a croce del fiore. Ortaggio delicato e versatile, è un vero toccasana per la salute: ha un ottimo contenuto di proteine, fibre, vitamine (A, K e C), sali minerali (potassio, calcio, fosforo e ferro) e acido folico. Tra le proprietà più accreditate ci sono quella diuretica, lassativa e antireumatica. Dato che il cavolfiore ha varietà precocissime, precoci, invernali e tardive, lo si può trovare da ottobre a maggio.

Per mantenere intatte le sue proprietà, la miglior tecnica di cottura è in pochissima acqua, stufato o al vapore. L’abitudine di lessarlo, invece, fa perdere buona parte delle essenze solforate, vitamine ed enzimi, rendendone così più difficoltosa la digestione. La parte più benefica della pianta è costituita dalle foglie, che contengono clorofilla, zolfo, molti oligoelementi e provitamina A: rendono il cavolfiore più digeribile, ma solitamente vengono scartate.

Cuocere il cavolfiore significa spargere un odore molto intenso e poco piacevole, per questo è utile aggiungere in cottura qualche goccia di limone o una mollica di pane imbevuta di aceto.

Buonissimo anche crudo a piccoli pezzi e condito con olio, sale e limone.

 

LA RICETTA: Spezzatino di cavolfiori con piselli e olive

INGREDIENTI
  • 1 cavolfiore
  • 500 g passata di pomodoro
  • 100 g olive nere o verdi
  • 130 g piselli lessati
  • 1 cipolla
  • 2–3 rametti di rosmarino fresco
  • 1 cucchiaio di semi di finocchietto
  • 1 cucchiaino di paprika
  • Sale e pepe
  • Olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Versate in una pentola ampia un po’ d’olio, aggiungete il rosmarino tritato finemente, i semi di finocchietto e il cucchiaino di paprika e lasciate scaldare il tutto a fiamma bassa. Tritate la cipolla e unitela all’olio caldo insieme a un pizzico di sale. Mentre la cipolla soffrigge, lavate e dividete a cimette il cavolfiore. Aggiungetele in pentola e fatele saltare per un paio di minuti per farle insaporire. Versate poi anche le olive, i piselli lessati e la passata di pomodoro e condite con una bella presa di sale e una spolverata di pepe.

Fate cuocere lo spezzatino con un coperchio per circa 30 minuti, o fino a che il cavolfiore avrà raggiunto il grado di cottura desiderata. Se fosse necessario allungate con qualche cucchiaio di acqua calda, tenendo a mente che il sugo alla fine dovrà restare abbastanza denso. Servite lo spezzatino di cavolfiori ben caldo, accompagnato da una fetta di pane abbrustolito.

Marzo 2022

Articoli Correlati

Si è conclusa con successo l’edizione 2022 del Festival della SOStenibilità di Bergamo,...
Un prezioso frutto colorato Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la prugna è il...
Un dolce magico ortaggio Ortaggio autunnale della famiglia delle Cucurbitaceae, la stessa...
Due giovani si lanciano con successo in un’azienda vinicola all’insegna di qualità e...