feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Gli studenti del liceo Don Milani protagonisti al Festival della SOStenibilità di Romano

Un progetto didattico in collaborazione con i formatori del DessBg sui temi della sostenibilità ambientale, energetica, la solidarietà e la coesione sociale

Domenica 23 ottobre 2022, nel centro storico di Romano di Lombardia, ha avuto luogo il Festival della SOStenibilità a cura di “infoSOStenibile” che ha concluso il percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO) degli studenti delle classi 5^B e 5^C del liceo economico sociale “Don Lorenzo Milani” di Romano di Lombardia.

Proprio all'interno della cornice del Festival, infatti, gli studenti hanno mostrato il lavoro svolto durante l'anno scolastico 2021/2022 per il PCTO. Nel corso del quarto anno del percorso liceale, gli studenti guidati dai formatori del Dess Bg (Distretto di Economia Sociale e Solidale), hanno approfondito il tema dell’eco sostenibilità in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

L’Economia sociale e solidale si basa sui principi della cooperazione, della solidarietà, della coesione sociale e della giustizia, oltre alla sostenibilità ambientale ed energetica. Tali questioni sono state al centro del percorso formativo con l’obiettivo di scoprire un nuovo modello di sviluppo economico che possa condurre a ripensare la società in una dimensione sostenibile, equa ed inclusiva, a favore di un benessere più diffuso e partecipato. Il supporto teorico fondamentale è stato fornito dalle lezioni in aula con i docenti tutor alla scoperta dell’economia civile, dell’economia circolare, della produzione e del consumo sostenibile. Successivamente, gli studenti affiancati dai formatori del DessBg, Cinzia Terruzzi e Stefano Chiesa, sono stati guidati alla lettura della realtà produttiva, sociale ed economica del proprio territorio, con molteplici attività interattive e con una didattica laboratoriale. Il contatto con le realtà che fanno parte della casa del DessBg ha reso consapevoli gli studenti che una nuova economia è possibile, che esistono realtà produttive che perseguono finalità etiche e producono in modo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, ma che c’è ancora molto da fare e soprattutto è necessario promuovere percorsi educativi e politiche pubbliche da parte delle amministrazioni locali. Individuate queste priorità, gli studenti si sono messi al lavoro per dare il loro contributo individuando le necessità del proprio territorio e portarle all’attenzione dell’amministrazione locale.

I progetti delle classi sono stati presentati alla cittadinanza e hanno avuto un ruolo di primo piano nel programma del Festival della SOStenibilità. Tra gli stand presenti quello dedicato interamente ai bambini denominato JUST KIDDING con una finalità educativa, il mercatino per dare nuova vita ai vestiti già usati, una mostra fotografica realizzata durante la raccolta dei rifiuti in collaborazione con Legambiente, la presentazione di un calendario sul tema delle Ecomafie (zoomafie, archeomafie, agromafie, ciclo illegale del cemento, il problema dei rifiuti illegali e gli incendi boschivi) con delle infografiche illustrative e, infine, la presentazione di due prototipi di cestini quiz per la raccolta dei filtri dei mozziconi di sigarette, organizzata proprio in occasione del festival della SOStenibilità di Romano in collaborazione con l’associazione “Plastic Free Onlus”.

Quest’ultimo progetto è focalizzato a rendere maggiormente consapevole la cittadinanza che il mozzicone di sigarette è il rifiuto più comune che si trova in città, che ne vengono abbandonati per circa 850.000 tonnellate l’anno e che il tempo impiegato per degradarsi è di 15 anni. Per questo gli studenti hanno proposto all’amministrazione comunale di favorirne la raccolta con “cestini-quiz” posti in diverse aree della città.

Tale proposta permette di approfondire la conoscenza sulla questione, come ad es. il fatto che il filtro delle sigarette è riciclabile e se raccolto può essere trasformato in polimeri di plastica da utilizzare per produrre nuovi oggetti come montature per occhiali, posaceneri e altro ancora. Il progetto e i prototipi sono stati presentati nel corso della manifestazione all’assessore all'ambiente e mobilità di Romano di Lombardia, Luca Bettinelli, con il quale gli studenti si sono confrontati durante un meeting a scuola.

Una giornata che ha avuto un esito più che positivo ed è stata particolarmente educativa in termini di sensibilizzazione all’ecosostenibilità.

Scambio vestiti

La classe 5C del Liceo Don Milani, dell’indirizzo economico sociale, in collaborazione con il DessBg ha realizzato una raccolta di vestiti.

Questa idea, nata dalla classe durante una lezione con la collaboratrice del DessBg Cinzia Terruzzi, ha visto la sua realizzazione pratica presso l’Istituto. La classe si è occupata dello scambio dei vestiti anche durante il Festival della SOStenibilità affiancandosi al Bazar del Gruppo di Acquisto Solidale di Romano di Lombardia. Raccontano gli studenti e le studentesse della 5C: "in un primo momento, informandoci e facendo delle ricerche abbiamo scoperto come l’industria tessile rappresenti la seconda industria più inquinante del mondo, dietro soltanto a quella petrolifera. Inoltre, le emissioni di CO2 prodotte dall’industria della moda rappresentano il 10% delle emissioni globali e si stima che aumenteranno del 60% nei prossimi dieci anni. Quindi, risulta necessario allungare la vita media dei capi d’abbigliamento, utilizzandoli per un tempo maggiore, ripristinandoli se rovinati.

Abbiamo perciò realizzato uno Swap Party, cioè un evento nel quale le persone possono scambiare i vestiti in buono stato che non utilizzano più. Questi indumenti sono stati consegnati dagli studenti dell’Istituto tra l’anno scorso e quest’anno e sono stati riposti negli “Eco Box” che abbiamo lasciato su ogni corridoio.

Per raccogliere più vestiti possibili abbiamo deciso di fare una campagna d’informazione nelle classi. Abbiamo proposto questo progetto per incentivare le persone a non acquistare nuovi indumenti ma dare nuova vita a quelli di seconda mano".

Il gruppo, durante il Festival della Sostenibilità, ha presentato il lavoro finale e ha attivato concretamente gli aspetti di comunicazione che ha previsto all'interno del progetto.

Gruppo prototipi cestini mozziconi

Un secondo gruppo, sempre della classe 5C del Liceo Don Milani, ha realizzato un prototipo di un raccoglitore per i mozziconi delle sigarette. Il mozzicone contiene un polimero plastico, che è un materiale che può essere riciclato e utilizzato per la creazione di alcuni oggetti di plastica leggera come, per esempio, la montatura degli occhiali da vista o da sole. Per questo motivo è stato realizzato questo cestino che è rivolto esclusivamente alla raccolta dei mozziconi, i quali poi potranno essere riciclati e riutilizzati.

Questo progetto incentiva i passanti a utilizzare il contenitore, attraverso alcuni sondaggi che sono posti sulle due parti in cui è divisa la cassetta. In questo modo si può esprimere la propria preferenza scegliendo in quale sezione inserire il mozzicone, per esempio nella parte superiore di questo prototipo è stata posizionata la scelta tra la preferenza di sushi o pizza.

È un modo facile e divertente per sensibilizzare la popolazione e per incentivare i cittadini a non buttare i mozziconi di sigaretta in strada.

Il prototipo è stato fisicamente esposto al Festival della SOStenibilità il 23 ottobre 2022. La struttura è stata realizzata con materiali riciclati quali legno, alluminio e plexiglass. Inoltre, sul raccoglitore è presente il QR-code che permette alle persone di collegarsi alla pagina Instagram del progetto di PCTO.

Un altro prototipo dei cestini Quiz per mozziconi è stato realizzato anche dalla classe 5B, in metallo, anch'esso presentato in occasione del Festival.

Il Festival della SOStenibilità di Romano di Lombardia ha posto le basi per un progetto duraturo nel tempo tra l'istituto Don Milani e la manifestazione con l'obiettivo di proseguire insieme il percorso di educazione alla sostenibilità nei confronti della cittadinanza, per un futuro migliore.

Le classi aderenti

Gennaio 2023

Articoli Correlati

Nel periodo natalizio il mandarino viene usato non solo in cucina, ma anche a scopo...
Il cavolfiore, detto anche cavolo fiore o cavolo bianco, era considerato sacro dagli...
All'interno dell'iniziativa “I mercati degli agricoltori per il benessere della comunità...
Dal blog di Rosangela Pesenti un testo intenso e intriso di significato per la Giornata...