feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Uniacque: Water Seminar 2. Sviluppo e tutela del territorio

Uniacque: Water Seminar 2. Sviluppo e tutela del territorio

Un convegno per approfondire l'importanza della gestione del servizio idrico per la comunità e l'economia locale

Nell’ambito della manifestazione internazionale “I maestri del paesaggio” torna l’appuntamento con Water Seminar, convegno organizzato da Uniacque per fare il punto sui temi della gestione del servizio idrico integrato nel suo rapporto con il territorio.

L’acqua è un elemento dal valore inestimabile per il paesaggio, per la biodiversità animale e vegetale e per l’architettura, ma anche per che per gli investimenti economici e i progetti ingegneristici che sottendono alla sua gestione. L’esperienza bergamasca trova in una società come Uniacque Spa la capacità di coniugare efficienza operativa con attenzione allo sviluppo equilibrato e sostenibile del territorio.

Di questo “valore aggiunto” che la gestione di una risorsa così preziosa ha per il territorio di riferimento tratta proprio “Water Seminar 2: coniugare sviluppo e tutela del territorio”, con esperti a confronto su ricerche locali e nazionali per approfondire il tema dai suoi molteplici punti di analisi.

Dopo l’apertura dei lavori da parte dell’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile avv. Pietro Foroni, prenderà la parola il presidente di Uniacque Paolo Franco con intervento dal titolo “Servizio idrico integrato: sviluppo a servizio della comunità”. In un continuum rispetto al convegno dello scorso anno, il presidente spiegherà come l’attività della società Uniacque sia in linea con gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite, ma al contempo sia un investimento e un generatore di valore (sociale ed economico) nella comunità di persone che usufruiscono del servizio idrico locale.

E proprio per avvalorare con dati e numeri i riflessi di natura economica ambientale e sociale conseguenti alla realizzazione di un opera, interverrà il dott. Marco Carta, Amministratore Delegato di Agici, società di ricerca che ha fatto uno studio specifico per valutare l’incidenza delle opere di Uniacque sul suo territorio, in termini ambientali, occupazionali ed economici.

A seguire si amplierà lo sguardo a livello nazionale, con la relazione del vicedirettore Laboratorio REF Ricerche, Dott. Samir Traini, che mostrerà come gli Investimenti nell’acqua possano rappresentare la vera manovra espansiva per l’economia italiana.

Un’altra esperienza locale verrà presentata dall’Ing. Enrico Pezzoli, Presidente Como Acqua, con intervento dal titolo “Investimenti ed innovazione nel ciclo idrico integrato”, mentre il tema dell’architettura del paesaggio “Il futuro goccia dopo goccia” sarà approfondito da Gioia
Gibelli.

Per concludere l’intensa mattinata la presentazione di un progetto di ricerca dell’Università di Bergamo, a cura del prof. Gianmaria Martini: “Il ciclo vita degli investimenti infrastrutturali nell’idrico, tra regolazione tariffaria, qualità tecnica e tutela ambientale”.
Il convegno avrà inizio alle 10.00, in Sala Piatti, Città Alta, Bergamo. Sarà offerto infine un light lunch nel chiostro di Sala Locatelli mentre dalle 14.30 alle 15.30 si potrà seguire una visita guidata alle installazioni verdi di Piazza Vecchia.

L’iscrizione va effettuata, entro il 18/09/2019, on-line tramite il sito www.imaestridelpaesaggio.it 

Settembre 2019

Articoli Correlati

Economia Solidale e Sociale: verso una legge regionale
Nei mesi scorsi è stato avviato il percorso per una proposta di legge regionale sull’...
Screpolature da freddo. Un fastidio che si può prevenire
Tagli e secchezza sulle labbra e sulle mani possono rendere l'inverno difficile da...
“Anthropoceano”, il primo murales mangia-smog di Milano
L'opera d'arte è realizzata con pittura Airlite capace di assorbire anidride carbonica e...
Australia in fiamme. La “Chernobyl della crisi climatica”
La terra dei canguri messa in ginocchio dai roghi. Ma la politica continua a scegliere il...