feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Teatro Telaio lancia due progetti di teatro “a distanza”

Ti prendo per mano al videotelefono

La compagnia teatrale bresciana in questi giorni ha avviato “Ti prendo per mano al videotelefono”. Già da marzo invece, ha aderito ad un’iniziativa per portare le fiabe nelle case dei bambini a casa da scuola.

Il progetto nasce come sviluppo di “Ti prendo per mano”, format condotto già da qualche stagione da Teatro Telaio che negli ultimi due anni ha visto la collaborazione con Fobap. Si tratta di un’iniziativa per l'ideazione e ricognizione di buone pratiche che favoriscano la partecipazione dei bambini autistici a normali programmazioni di teatro per bambini e famiglie. Oltre a questo, Teatro Telaio ha avviato anche nelle scorse settimane il progetto “Fiabe al telefono” in collaborazione con Campsirago Residenza Teatrale di Lecco.

“Ti prendo per mano al videotelefono” è l’adattamento a distanza di un progetto partito tra ottobre e febbraio che ha visto l’attrice di teatro Camilla Corridori impegnata a incontrare una decina di bambini utenti di Fobap per prepararli agli spettacoli che avrebbero visto la domenica successiva a teatro. Alla domenica i bambini e le loro famiglie hanno partecipato, a gruppi, a una decina di spettacoli, godendo anche di una serie di piccole pratiche autism friendly sperimentate specificamente per loro. A questo si aggiunge un lavoro di riflessione e monitoraggio finalizzato a elaborare, in futuro, alcune linee guida utili per le compagnie di teatro ragazzi italiane interessate possano mettere in pratica nel corso delle loro programmazioni teatrali per garantire un approccio adatto alle persone affette da autismo. 

Il progetto “Fiabe al telefono” nasce invece da un'idea di Campsirago Residenza, una compagnia del territorio lecchese che ha lanciato il 10 marzo un'iniziativa speciale per tutti i bambini che sono a casa da scuola in questi momento complicato. Visto che per il momento non si può andare in teatro o in biblioteca, ma ogni bimbo può ascoltare un'originale lettura delle Favole al telefono di Gianni Rodari. Dal 18 marzo anche il Teatro Telaio aderisce a questo progetto con alcuni dei suoi attori, contribuendo a costruire una vera e propria comunità teatrale, che porta il teatro nelle famiglie con bambini in queste settimane di emergenza.

Maggio 2020

Articoli Correlati

Nel periodo natalizio il mandarino viene usato non solo in cucina, ma anche a scopo...
Il cavolfiore, detto anche cavolo fiore o cavolo bianco, era considerato sacro dagli...
All'interno dell'iniziativa “I mercati degli agricoltori per il benessere della comunità...
Dal blog di Rosangela Pesenti un testo intenso e intriso di significato per la Giornata...