feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Stregati da birra e cioccolato

Uova di cioccolato e birra Elav

Le uova di Pasqua targate Elav a cura della Pasticceria Ferrandi

Forse non tutti sanno che la birra è la sposa perfetta di dolci e dessert, in virtù di alcune sue caratteristiche organolettiche e sensoriali che ne completano e intensificano il gusto. Ma ancora di più la birra stupisce quando si sperimentano le sue possibili declinazioni sul cacao, con il quale si crea uno scambio davvero unico che dà origine a un matrimonio di grande successo.

I valori di persistenza e intensità di alcune tipologie di birre sembrano fatte apposta per accompagnare il vigore sostanziale del cioccolato, il cui contenuto di grassi viene in qualche modo asciugato e sgrassato al palato dalla birra. In alcuni casi troviamo invece birre che per gusto e complessità di sapori richiamano in maniera diretta il cioccolato stesso, tanto che nel vocabolario dei degustatori si ritrovano spesso termini tecnici che abbracciano la stessa sfera semantica.

Incuriositi da questa incredibile reciprocità tra birra e cioccolato, siamo andati nel laboratorio della Pasticceria Ferrandi di Gorle per vedere come il pasticcere Claudio interpreta questo connubio. Claudio si è specializzato proprio sulla produzione di cioccolato e per il Birrificio Indipendente Elav ha già ideato cioccolatini con un ripieno di gelatina di birra che ha stregato tanti appassionati.

Si tratta di cioccolatini fatti con lo stampo riempiti di una ganache morbida alla Dark Metal e alla Techno; il problema maggiore è garantire la stabilità e la conservabilità del prodotto, ci ha spiegato Claudio, considerato che la birra ha una bassa gradazione alcolica ed è oltretutto soggetta a fermentazione. Il risultato è comunque sorprendente. Per la Pasqua invece, Claudio sta preparando le uova di Elav, fatte con cioccolato puro al 100% burro di cacao; per la stratificazione alle uova di Elav, vengono fatti 3 passaggi di cioccolato. Nella confezione ci sarà in regalo un piccolo libro, fatto di racconti brevi, intitolato “Shakespeare in Elav”, un esperimento di “Pub Writing Session”, ovvero di scrittura nei luoghi pubblici, promossa da una figura di mediatore, il Pub Writer, che ascolta e trascrive storie di pub davanti ad una birra. Un format e un’idea a cura di CalepioPresss e Ctrl Magazine realizzata in occasione della seconda edizione dello Yule Fest che si è tenuto al Birrificio Elav lo scorso dicembre.

Da quest’anno la Pasqua è nel segno della birra!

Aprile 2014

Articoli Correlati

Il nostro Paese ospita alcune cascate davvero suggestive. Si tratta di meraviglie...
Promosso da Orto Botanico di Bergamo, il contest per falegnami e artigiani che darà casa...
Si è conclusa con successo l’edizione 2022 del Festival della SOStenibilità di Bergamo,...
Un prezioso frutto colorato Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la prugna è il...