feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Si torna a scoprire “L’isola che c’è”

A Como la quindicesima edizione della fiera solidale

In provincia di Como torna per il quindicesimo anno consecutivo “L'isola che c'è”, la fiera promossa e organizzata dall’omonima Rete Comasca di Economia Solidale e dal Centro Servizi per il Volontariato dell’Insubria.

La manifestazione si terrà nel Parco Comunale di Villa Guardia, lungo la Strada Statale Varesina e coprirà le giornate di sabato 15 e domenica 16 settembre, rispettivamente dalle 10 alle 23 e dalle 9 alle 23 (stand sino alle 20). Vi prenderanno parte 180 espositori, grazie anche al supporto operativo della Cooperativa Sociale Ecofficine e al contributo, fra le altre realtà bancarie e sindacali, di Banca Etica.
Il fil rouge di questa edizione sarà proprio il colore rosso, scelto dallo staff per manifesti, cartoline e tutti i gadget, a simboleggiare un coinvolgimento allegro, vivace e pieno di passione.

Eventi per tutti

Durante la manifestazione si terranno numerosi dibattiti, fra i quali “Turismo responsabile sul Lario. Scoprire, conoscere, amare e rispettare un territorio” (previsto per la giornata di sabato dalle 14.30 alle 17.00).

Domenica sono invece previsti due incontri, cioè “Progetti che creano comunità: si può!” (ore11-13) e “Working poor. Quando il lavoro non è dignità” (ore 14.30-17).

Inoltre non mancheranno gli spettacoli per bambini, come “Introduzione alle arti circensi”, “In gir nel Bar West”, “Disequilibri precari” e “Ti racconto una storia”.

Oltre a questi momenti, si terranno alcuni laboratori per incuriosire il pubblico di ogni età: da “Drum circle” a “Siamo uccelli che volano lontano”, sino a “Danze popolari”, in previsione per domenica. Sia sabato che domenica, inoltre, si terranno dei concerti e non mancherà una visita di Villa Guardia, intitolata “SLOW FOOT”, prevista per domenica mattina.

Le esposizioni

Per quanto riguarda invece gli spazi espositivi, il gruppo dei soggetti coinvolti sarà distribuito su sei Piazze Tematiche (Ambiente, Benessere, Capitale sociale, Cibo, Cultura e Mestieri), liberamente visitabili su tutta l’area del Parco.

Troveranno spazio associazioni, cooperative sociali, botteghe del commercio equo e solidale, agricoltori, artigiani, imprese di bioedilizia, energie rinnovabili e mobilità sostenibile, nonché case editrici, operatori olistici e numerosi altri soggetti, che saranno a disposizione dei visitatori per informazioni, compravendite, assaggi ed esperimenti.

Alcuni sono espositori storici perché presenti fin dall'inizio, altri saranno nuovi ingressi che amplieranno ulteriormete la varietà delle risorse messe in campo. Sarà allestito anche l’Angolo del baratto, dove scambiare abiti, giochi e tutto ciò che riesca circolarmente a tornare utile. 

Settembre 2018

Articoli Correlati

Una legge regionale sull'Economia Solidale e Sociale per riconoscere il valore di questo settore
Richiesta l’assistenza al servizio legislativo di Regione Lombardia. Aperto il confronto...
Blackfriars Bridge - Londra
Dalla Danimarca all'Italia, da Londra all'Australia, viaggio tra i ponti e le...
Prosegue per la stagione termica 2018/2019 l’iniziativa di sensibilizzazione del Comune...
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo sostenibile, le tecnologie. Formazione, giovani, adattamento climatico”
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo...