feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Sangalli S.p.A.

Sangalli Spa

Costruire infrastrutture e... un'azienda di successo. Dalle prime buche nell'asfalto ai laboratori di ricerca e innovazione

Una storia iniziata 40 anni fa, nel 1979, quella della Sangalli S.p.A. Dal nulla, cominciando con semplici attrezzature come badile, carriola e piccone, il signor Marco Sangalli ha costruito una solida azienda che oggi conta un centinaio di dipendenti, 40mila metri quadrati di superficie e una flotta di 100 mezzi: ne ha fatta di strada, e di strade, il ventenne Marco che, dopo aver conseguito la maturità tecnica e dopo aver terminato il servizio militare, ha intrapreso questa attività ad Ambivere (Bg); passo dopo passo, lavoro dopo lavoro, ha portato la sua società a essere un indiscusso riferimento per capacità e affidabilità nel settore delle infrastrutture e urbanizzazioni.
Una crescita costante, graduale, ottenuta con tenacia, determinazione e innovazione. I primi lavori - racconta Sangalli - sono stati la copertura delle buche dei manti stradali nei piccoli paesi di provincia, opere che non interessavano alle grosse società, ma che hanno permesso di crescere in competenze e in organizzazione fino ad arrivare ad aumentare le commesse per asfaltature, strade, parcheggi, appalti pubblici e, nel 1993, ad aprire la nuova sede a Mapello in via San Cassiano 8 con l’istallazione di un primo impianto per la produzione di asfalto. «Oggi operiamo anche per aziende private, non solo nel settore pubblico, e pure nel contesto dell’edilizia residenziale.
Lavoriamo in tutta la Lombardia e a livello nazionale» ci racconta il titolare, il quale snocciola anche qualche dato: «attualmente abbiamo due impianti per la produzione di asfalto, un impianto per il calcestruzzo, uno per il recupero e il trattamento dei materiali da demolizione e anche uno per il recupero dell’asfalto derivante da strade deteriorate». Proprio questi impianti fanno della Sangalli S.p.A. una società che si spende attivamente per un minore impatto ambientale, confermato anche dal dato del 5% di fatturato investito in un laboratorio interno di ricerca e sviluppo.
Scopo principale è studiare il sistema più adatto per riutilizzare il materiale e l’asfalto recuperato, che viene reimpiegato - in una certa percentuale - per generare asfalto nuovo, mantenendo ovviamente rigorosi standard di qualità.
L’azienda è attenta inoltre alla propria corposa flotta aziendale: negli ultimi tre anni la somma investita nell’acquisto di nuovi mezzi è stata di sette milioni di euro.
Anche i nuovi macchinari, la cui elevata qualità è uno dei fiori all’occhiello della Sangalli spa, utilizzano oli per lubrificazione assolutamente biodegradabili, ecocompatibili, dando ulteriore segno di attenzione non solo alla ricerca e all’innovazione ma anche alle sfide della sostenibilità, prospettiva essenziale per questo settore. «Il nuovo sistema di appalti - conferma ancora Sangalli - prevede correttamente punteggi non solo in base ai prezzi ma anche in base a criteri di recupero materiali e eco compatibilità dei lavori, in modo da non essere solo una gara al ribasso ma rilanciando sulla qualità e sostenibilità delle opere».

Superare le crisi guardando al futuro

In una storia così lunga e importante, l’azienda ha dovuto far fronte a momenti difficili quali il periodo di Tangentopoli, in cui tutti gli appalti vennero bloccati per diversi anni, e altri periodi duri come la recente crisi mondiale: «La crisi degli anni 2010-2015 è stata senz’altro di grande impatto per il nostro settore; noi ne siamo fortunatamente usciti quasi indenni, grazie alla nostra policy che prevede una diversificazione considerevole della clientela, sia pubblica che privata, sia grande che piccola, non focalizzata su pochi clienti che comportano di conseguenza un rischio maggiore. Molti ostacoli sono stati superati anche grazie a un costante rapporto collaborativo con i dipendenti, anche nei momenti più difficili, in virtù di una sinergia e attenzione reciproca. Infine nei periodi di crisi e non solo valgono sempre alcuni punti di forza della società, che sono apprezzati e riconosciuti da molti clienti: oltre ad un valido parco mezzi e macchinari e alla qualità dei lavori effettuati, possiamo far valere una tempestività negli interventi richiesti e una puntualità nelle consegne, che nel nostro settore sono caratteristiche preziose ma spesso rare».

A riprova di questi apprezzamenti, con un pizzico di motivato orgoglio, Sangalli ci lascia con un esempio concreto, segnale dell’attenzione alla soddisfazione del cliente, da sempre cardine della società: «una delle difficoltà maggiori a fine anno è compilare l’obbligatorio registro delle segnalazioni e reclami, che senza un po’ di impegno, risulterebbe praticamente vuoto». 

 
Giugno 2018

Articoli Correlati

Edo Ronchi
Edo Ronchi, ex ministro dell’ambiente, ha presentato a Treviglio (BG) la sua ultima...
Secondo e ultimo appuntamento con i consigli per stare in forma Il mese scorso vi abbiamo...
Uva fragola
Un chicco di virtù Piccola e succosa, l’uva è il frutto che meglio evoca l’autunno. L’uva...
Burger di lenticchie
Piccolo chicco, grandi proprietà La lenticchia è una delle varietà di legume più antica...