feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Mondo latte e dintorni

Alla fiera Gourmarte di Bergamo 15 produttori con lo stand del Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca

Alla fiera Gourmarte di Bergamo 15 produttori con lo stand del Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca

Nel primo weekend di dicembre 2017 per la prima volta il Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca (Dabb) si è presentato con uno stand unitario alla fiera delle eccellenze gastronomiche “Gourmarte” presso la fiera di Bergamo.

Nei tre giorni di apertura, lo stand del Distretto Agricolo ha proposto ben 15 produzioni locali di qualità, definite da Gourmarte come “custodi del gusto”: salumi, formaggi, birra, gelato, zafferano e molte altre tipologie merceologiche che non solo hanno fatto bella mostra di sé, ma hanno fornito gli ingredienti per oltre mille degustazioni elargite dal Distretto e preparate dal rinomato chef Chicco Coria, protagonista anche di 8 showcooking, dando la possibilità ai visitatori di apprezzare sia la materia prima sia le varie possibilità di elaborazione culinaria.

Lo stand del Distretto ha catalizzato l’interesse di tanti visitatori, sia per il numero e qualità dei produttori presenti, sia per l’atmosfera calda e frizzante che si respirava.

Il positivo riscontro e l'elevato interesse sono stati avvalorati anche dalla presenza di autorità del territorio e dei sindaci.

Nel 2017 ben 24 comuni hanno già aderito al Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca, ma l’obiettivo per il 2018 è di far aderire tutti o quasi i 44 comuni di quell’area geografica.

Un obiettivo che non è irrealistico se si pensa al crescente apprezzamento e attività del neonato distretto che quest’anno è stato presente in diverse manifestazioni, fiere e mercati ed è ora impegnato alla presentazione di progetti a favore dell’agroalimentare locale, sfruttando le potenzialità dei bandi indetti da parte delle istituzioni.

“L’obiettivo è quello di consentire una maggiore redditività delle nostre aziende agricole unitamente allo stimolo a lavorare sempre più in squadra - afferma Bortolo Ghislotti della Irim Srl -. Anche l’esperienza di Gourmarte è stata una conferma che se si lavora in squadra e con convinzione si possono ottenere grandi risultati”. La fiera ha inoltre offerto l’occasione per relazionarsi non solo con altre aziende di Bergamo, ma anche oltre la nostra provincia. “In questi giorni si sono presi contatti e sono nate delle proposte con partner al di fuori del distretto della bassa: sono idee interessanti che porteranno a collaborazioni, sinergie e partnership nel 2018. Ci sono idee concrete sul tavolo, ma le comunicheremo al momento opportuno” spiega Ghislotti.

I numeri del Distretto Agricolo

Il territorio di pertinenza del DABB si estende sui 44 comuni della bassa bergamasca e attualmente annovera ben 96 aziende socie e 24 comuni aderenti.

Il totale del fatturato complessivo generato dalle aziende aderenti supera i 300 milioni di euro mentre per quanto riguarda l’occupazione si stimano oltre 1000 addetti diretti.

“Senza contare aziende come la mia, che fanno parte dell’indotto, ma che sono un tutt’uno con l’economia di un territorio - aggiunge Bortolo Ghislotti, titolare appunto di una società di impianti di mungitura -. Favorire l’economia del territorio è difatti uno dei punti presenti nello slogan “Gli italiani lo fanno meglio” che ormai da più di un anno accompagna la rubrica Mondo latte e dintorni”.

Rubrica che ha registrato di mese in mese attività e tendenze del settore agricolo, in particolare lattiero-caseario: da annoverare sicuramente la diffusione dello slogan e del concetto di latte 100% italiano, ma anche la consapevolezza della problematica e la sensibilizzazione in molti comuni, con il favore del pubblico e il conseguente interessamento delle istituzioni.

“Come bilancio di fine anno possiamo anche ricordare con soddisfazione il miglioramento della situazione di tanti allevatori grazie all’aumento del prezzo del latte pagato alla stalla in seguito all’accordo ministeriale e all’obbligo di indicare in etichetta la provenienza del latte. Con l’augurio - conclude Bortolo Ghislotti - che i risultati raggiunti quest’anno possano far capire che nel mondo agricolo occorre fare squadra a tutti i livelli, sia locale che di settore. Solo così potremo diventare un paese normale. Nel frattempo, buone festività a tutti”.

Diego Moratti

Dicembre 2017

Articoli Correlati

Banana
Non solo l’unico frutto dell’amor… Bacca della famiglia delle Musaceae, questo frutto è...
Ravanello
L’importanza delle radici Non sono chiare le esatte origini e non sono univoci i pareri...
Peter Pan
Il bambino (dentro ognuno di noi) che voleva vincere il tempo Se doveste chiedermi dove...
Cure ricostituenti
Ripristinare il corretto funzionamento dell’organismo L’organismo umano è una macchina...