feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Lecco e Como. Un invito alla cultura

Como

Dall’arte al cinema: gli eventi invernali delle due province

La provincia di Como e quella di Lecco festeggiano il nuovo anno con un ricco palinsesto di eventi che, per tutto il mese di gennaio (e oltre), intratterranno il pubblico con rassegne artistiche, teatrali, cinematografiche e molto altro ancora.

Insomma, un 2017 che, sulle sponde del lago Lario, inizia all’insegna della cultura e della divulgazione artistica, a cui fa da sfondo il fascino tutto invernale dei malinconici e romantici panorami lacustri lombardi.

Como

A Como un evento di rara eccezione è il laboratorio artistico “Sperart” (Arte della speranza), la mostra d’arte che, all’interno dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, vedrà esposte fino alla fine di gennaio oltre 200 opere realizzate dai detenuti del carcere Bassone di Como.

La rassegna artistica, resa possibile dalla collaborazione tra la Casa Circondariale di Como e l’Azienda socio-sanitaria territoriale Lariana, da anni impegnata nella gestione della sanità carceraria, comprende l’esposizione di numerosi dipinti, un’istallazione aerea, tre arazzi e il vero cuore pulsante dell’intera mostra: tre pannelli lignei in grande formato rappresentati le allegorie dell’Amore, del Perdono e della Misericordia.

L’artista Angiola Tremonti, da anni curatrice di un corso d’arte inserito nei programmi laboratoriali dell’istituto carcerario, ha voluto affiancare i detenuti desiderosi di condividere con il pubblico la loro personale, intima, interpretazione di alcuni temi e valori fondamentali della società contemporanea.

Da questa spinta, per alcuni una concreta necessità, nascono opere alle soglie del naïf, altre ancora legate alla rappresentazione e agli stilemi infantili, ma non per questo poco interessanti, e poi quelle opere vere e proprie che rispecchiano un intenso e profondo desiderio di comunicazione attraverso l’arte.

Una mostra curata da Luisangelo Cozza e accompagnata dai testi di Elisabetta Mossinelli che raccoglie le voci, le esperienze e la sensibilità di persone spesso dimenticate, la cui testimonianza è invece essenziale per rendere visibile uno stralcio di vita confinato ai margini della società.

Lecco

Passando sulla sponda orientale del lago Lario, la 12esima edizione di “Capire la storia del cinema” è stata ormai inaugurata a Germanedo.

L’evento, articolato in 20 incontri gratuiti e aperti al pubblico, si concluderà il 10 maggio, dopo aver ripercorso e indagato i segreti, la storia e le curiosità della settima arte: il cinema.

L’edizione 2016-2017, dedicata nella sua giornata di apertura al genio di Pierre Étaix, si concentrerà sull’analisi di sei capolavori di David Lynch, il visionario regista statunitense. Presso il Laboratorio Aperto del Centro Civico in Via dell’Eremo, 28 a Germanedo, la figura eclettica di colui che viene definito un “moderno artista del rinascimento”, dell’icona della cinematografia mondiale, viene delineata ripercorrendo la prodigiosa carriera di un poliedrico David Lynch.

Autore di alcune pietre miliari del cinema contemporaneo come “Eraserhead”, di “Velluto blu”, di “Twins Peaks” e di “Una storia vera”, Lynch porta lo spettatore ai limiti dell’immaginifico, dove l’inconscio arriva alle soglie del razionale; il registra si confronta così con il surrealismo e con uno sconcertante “nonsense”, pane per i denti dei relatori, chiamati a Germanedo per accompagnare i partecipanti in una densa riflessione sul cinema.

Il 25 gennaio in programma “Invasion USA”, un incontro sulle idee e ideologie del cinema americano anni ’80, a cui succederanno: nel mese di febbraio una rassegna sul cinema italiano di ieri e di oggi; a partire dall’8 marzo, con cadenza settimanale, un serie di incontri sui film d’animazione; una carrellata di incontri sul cinema italiano anni ’30 e una conferenza sulla storia del cinema mondiale a conclusione dell’evento.

Ilaria D’Ambrosi

Febbraio 2017

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...