feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Le dissonanze di Elav

Le dissonanze di Elav

Il connubio tra birra e pasticceria dà vita alla rivisitazione non convenzionale di alcuni dolci della tradizione italiana

Le Dissonanze di Elav sono il risultato di una sperimentazione che, partendo dal mondo birraio arriva alla pasticceria, per rivisitare in chiave nuova e anticonvenzionale alcuni dolci classici della nostra tradizione. Da questa contaminazione nascono alcuni prodotti che, utilizzando le materie prime legate alla produzione di birra, così come in alcuni casi la birra stessa lavorata ad arte, offrono gusti decisamente nuovi e particolari, capaci di incuriosire sia gli appassionati di luppolo sia tutti i palati fini, grazie alle possibilità di abbinamenti con le stesse birre Elav.

In collaborazione con la Pasticceria Ferrandi, vicina alla nostra realtà, si sono elaborate alcune ricette ambiziose, come quella del Luppolone di Natale, un panettone impastato a freddo con un infuso di luppolo che conferisce un elegantissimo retrogusto amaro e agrumato. Si sono studiati poi degli insoliti abbinamenti con frutta e luppolo per alcune confetture da accompagnarsi ai formaggi, così come al pane da colazione: la confettura alla fragola, peperoncino e luppolo e la confettura alla fragola, menta e luppolo.

Recuperando lo storico connubio tra birra e cioccolato è stata anche creata una tavoletta di cioccolato fondente con fiori di luppolo caramellati, caratterizzata da un piacevolissimo contrasto tra dolce e amaro. In omaggio ai tradizionali biscotti al burro della nonna, sono state invece elaborate le ricette dei frollini di luppolo classici e al cacao, dove il gusto predominante del luppolo lascia maggiore spazio all’eleganza del cacao. Dissonanze sì, ma solo apparenti! Queste specialità alla birra in realtà accompagnano e arricchiscono la gamma Elav con un’insolita nota dolce. Nuove idee e ricette sono in fase di elaborazione, alcune delle quali saranno inserite nei cesti di Natale.

 

 
 
 
 
 
 
 
Novembre 2014

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...