feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

La Settimana dell’Energia 2017 diventa Lombarda

La Settimana dell’Energia 2017 diventa Lombarda

Da Bergamo a Brescia, Lodi, Lecco e Como, Monza e Varese. Confartigianato: economia circolare e sharing economy opportunità per le imprese

Sei giornate di appuntamenti, convegni e iniziative per approfondire i temi per un’economia sempre più sostenibile per le imprese.

Temi posti al centro della “Settimana per l’Energia” 2017, la manifestazione ideata da Confartigianato Imprese Bergamo, giunta quest’anno alla IX edizione, patrocinata da Regione Lombardia e, per la prima volta, dall’intero sistema di Confartigianato Lombardia con eventi anche nelle province di Brescia, Lodi, Lecco e Como, Monza e Varese.

Per il presidente di Confartigianato Lombardia Eugenio Massetti: «La “Settimana per l’Energia” è diventata negli anni un appuntamento chiave per discutere e riflettere di temi che riguardano in prima persona le imprese e la dimensione regionale ha confermato il mix di successo che caratterizza questo contenitore di eventi: l’attualità delle tematiche, la competenza dei relatori, la condivisione e la coerenza, ma anche la passione di chi ci ha lavorato».

I temi legati all’energia, alla sharing economy e all’economia circolare sono diventati sempre più protagonisti del dibattito in questi anni e considerati ormai elementi chiave per costruire un futuro più sostenibile e che possono trasformarsi in valore aggiunto capace di favorire lo sviluppo della competitività, della produttività, riducendo i costi e aumentando le opportunità per le nostre imprese.

Si fa sempre più insistente, infatti, anche alla luce degli ultimi dati sull'inquinamento, un passaggio dall’attuale modello di economia lineare, caratterizzata dalla produzione di “scarti” e rifiuti, al nuovo modello di economia circolare, che prevede il riuso e il riciclo di beni, risorse e avanzi di lavorazione.

«Quello delle medie e piccole imprese è un modello che si coniuga bene con la sharing economy - conclude Massetti - e la nuova forma di economia collaborativa che sta venendo avanti anche nel nostro Paese propone sempre di più forme di consumo basate sulla condivisione e l’uso comune di beni e risorse».

Fabio Perletti

 

Imprese e ambiente. Gestione ambientale e scelte ecosostenibili aspetti chiave per le realtà imprenditoriali lombarde

L’impresa artigiana è sempre più verde. Più vicina e attenta alle questioni ambientali e non è solo una questione di normative e adempimenti burocratici – che pur ci sono e pesano non poco sulla gestione quotidiana - ma è il segno di un cambiamento radicale, di scelte consapevoli che avvicinano le richieste di clienti e fornitori alla sensibilità degli imprenditori di oggi.

Emerge questo da un recente sondaggio realizzato tra gli iscritti di Confartigianato Lombardia in occasione della Settimana dell’Energia 2017 che ha fornito risposte interessanti sul rapporto imprese e ambiente.

Per 8 imprese artigiane su 10 la gestione ambientale è un aspetto chiave della propria attività.

E sempre dall’indagine, che ha coinvolto più di 600 aziende, emerge che il 78% degli intervistati dichiara di effettuare regolare manutenzione dei propri impianti per ridurne gli impatti e di monitorarne periodicamente i processi valutandone la conformità con normative ambientali e requisiti di legge, mentre per 7 aziende su 10 la formazione del personale in materia di gestione ambientale è una costante.

Interrogate sul proprio grado di maturità di gestione ambientale, una impresa su 3 ritiene di essere già a un livello avanzato mentre il 65% prospetta di migliorare la propria capacità nei prossimi anni. Infine, praticamente nessuna azienda ha in previsione un ridimensionamento dei propri investimenti, anzi, il 43% è intenzionato ad aumentarli.

Ciò che preoccupa di più le aziende lombarde rimane lo smaltimento dei rifiuti: per il 69% degli interpellati, questo fattore, in particolare riferito agli adempimenti e ai costi correlati, risulta in peggioramento.

Seguono l’utilizzo di risorse energetiche rinnovabili, la gestione delle acque reflue e la presenza di minacce fisiche (rumori, vibrazioni, minacce elettromagnetiche) che preoccupano circa 4 aziende su 10.

 

I numeri...

- Oltre 600 imprese > Campione

- Per 8 imprese artigiane su 10 > Gestione ambientale aspetto chiave della propria attività

- 78% > Effettua regolare manutenzione dei propri impianti

- 7 aziende su 10 > Costante formazione del personale in materia di gestione ambientale

- Nessuna azienda > ha in previsione un ridimensionamento dei propri investimenti (anzi, il 43% è intenzionato ad aumentarli)

- 69% degli interpellati > Peggiora in materia di smaltimento rifiuti 

Dicembre 2017

Articoli Correlati

Una legge regionale sull'Economia Solidale e Sociale per riconoscere il valore di questo settore
Richiesta l’assistenza al servizio legislativo di Regione Lombardia. Aperto il confronto...
Blackfriars Bridge - Londra
Dalla Danimarca all'Italia, da Londra all'Australia, viaggio tra i ponti e le...
Prosegue per la stagione termica 2018/2019 l’iniziativa di sensibilizzazione del Comune...
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo sostenibile, le tecnologie. Formazione, giovani, adattamento climatico”
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo...