feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il Sole e la Terra: il nuovo Consiglio di Amministrazione

Il sole e la terra compie 40 anni

All’assemblea dei soci “on line” presentati i ragguardevoli risultati della cooperativa che nel 2019 ha raggiunto 40 anni di attività

Certamente l’assemblea “on line” del 17 giugno non è la stessa cosa che il festoso “assembramento” dello scorso ottobre per celebrare i 40 anni di attività di una cooperativa che ben merita di essere festeggiata e presa a modello. Eppure nella relazione del bilancio sociale esposto nell’occasione c’è tutta la qualità di un lavoro che passo dopo passo ha realizzato, nel negozio e ristoro presso il centro commerciale Zebra di Curno, uno degli esempi più rappresentativi e virtuosi di quell’economia sociale e sostenibile che vorremmo fosse la regola e non una lodevole eccezione.

Il Sole e la Terra è una cooperativa di prodotti biologici e soprattutto un riferimento per quanti cercano una alimentazione di qualità, oltre che per tanti produttori locali che hanno qui la possibilità di valorizzare i frutti del loro lavoro. 

Le numerose attività svolte e le molteplici reti a cui aderisce la caratterizzano per la sua vitalità e apertura verso un’educazione per una sana alimentazione a tutto campo: borse di studio, corsi di cucina e gite sociali e inoltre i nuovi servizi quali il Ristoro Gourmet serale, le diverse azioni di riduzione della plastica, con produzione della borraccia in alluminio a marchio e il rinnovamento del reparto ortofrutta e sfuso. 

Il Bilancio economico del 2019 approvato conferma la solidità economica dell'attività di vendita e ristorazione. I conti danno modo di rassicurare i soci circa le eventuali ripercussioni che la crisi del lockdown per emergenza Covid potrebbero comportare nel 2020. A tal proposito sono state illustrate le iniziative introdotte per far fronte all'emergenza sanitaria e i nuovi servizi ai soci di preparazione della spesa in cassa, consegna della spesa a domicilio e attivazione del Ristoro da asporto (possibile consumare in loco).

Il Consiglio di Amministrazione in scadenza ha riassunto il lavoro svolto in questi tre anni, caratterizzati dall'introduzione di molti nuovi servizi, tra i quali il Ristoro che consente la conviviale condivisione dei valori storici della cooperativa: un progetto di ristorazione alternativo, a Buffet e a Peso, 100% Biologico e dall’anima verde, per uno stile alimentare sano, sostenibile e consapevole. Tutti gli obiettivi sono stati raggiunti anche grazie alla disponibilità e collaborazione dei dipendenti e dei volontari della Commissione Qualità.

Dall’assemblea un ringraziamento particolare e caloroso è stato attribuito alla presidente uscente Cristina Montini, che dopo nove anni da consigliera non ha potuto ripresentarsi per il nuovo Cda, e a Silvia Daminelli che ha curato la parte di formazione interna del personale. Il nuovo consiglio di amministrazione 2020-2023 è composto da Elena Cattaneo, Giovanni Cefis, Marco Gatti, Claudio Merati e Carla Ravasio. Lo stesso Cda nella sua prima riunione del 23 giugno ha eletto Carla Ravasio presidente della Cooperativa e Claudio Merati vicepresidente.

Un sentito augurio di buon lavoro anche da parte del nostro mensile infoSOStenibile, che trova nella cooperativa un valido punto di distribuzione, a favore della promozione di una cultura della sostenibilità.

Diego Moratti

 

Giuseppe Guerini riconfermato presidente di Confcooperative Bergamo

Giuseppe Guerini è stato confermato alla guida di Confcooperative Bergamo. Quello che svolgerà nei prossimi quattro anni è il terzo e ultimo mandato per Guerini, 54 anni nato a Casnigo, riconfermato all’assemblea congressuale svolta il 20 giugno in modalità a distanza, nel rispetto delle norme anti-Covid. L’assemblea, la prima su piattaforma digitale a livello regionale, ha visto anche l’elezione del nuovo consiglio provinciale, composto da 33 membri. Nuove sinergie all'insegna dell'innovazione guideranno l’azione di Confcooperative Bergamo, la centrale cooperativa più rappresentativa del territorio con una base sociale composta da 296 imprese che raggruppano oltre 137.000 mila soci e dove sono impiegati più di 14.000 mila lavoratori.

Guerini è stato eletto con 106 voti su 106 voti espressi; il voto è stato segreto in ottemperanza a quanto previsto dalle norme statutarie e dai regolamenti per i candidati che si propongono ad un terzo mandato. È intervenuto ai lavori dell’Assemblea Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative.

Luglio 2020

Articoli Correlati

“La vita non si misura attraverso il numero di respiri che facciamo, ma attraverso i...
Ferrovie Dismesse come ciclabili: una risorsa per le due ruote
FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta scatta una fotografia aggiornata delle...
Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...