feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il Festival dell’Ambiente 2018 raccontato per immagini

Gli scatti che immortalano i volti, i luoghi e i momenti più significativi del festival bergamasco dedicato a sostenibilità e green economy

Inaugurazione

La prima mattinata del festival, quella di venerdì 18 maggio, ha ospitato il consueto taglio del nastro che ha sancito l’inizio ufficiale della settima edizione del Festival dell’Ambiente. L’onere di aprire le danze è stato affidato a Leyla Ciagà, assessore all’Ambiente, politiche energetiche e verde pubblico del Comune di Bergamo con cui è stata organizzata la manifestazione.

A seguire l’intervento del neo assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, al suo debutto in fatto di inaugurazioni con la nuova qualifica. Presente anche Paolo Franco, presidente di Uniacque Spa, partner del festival e Gianpaolo Gritti, presidente dell’Ordine degli Architetti di Bergamo. Non possono mancare gli organizzatori Marco Rossi e Roberto Gualdi dell’Associazione Festival dell’Ambiente, Diego Moratti, direttore di infoSOStenibile e i ragazzi della classe 4AFJ dell’Istituto Cesare Pesenti vincitori del concorso “Action 2 Art”. Subito dopo il taglio è intervenuta anche la senatrice bergamasca Alessandra Gallone che ha concluso la cerimonia ufficiale di apertura della 7° edizione.

Espositori e associazioni

Anche quest’anno la green economy è arrivata sul Sentierone grazie agli stand degli espositori e delle realtà che hanno un occhio di riguardo verso l’aspetto la sostenibilità ambientale. Sono stati presentati prodotti e servizi provenienti dai vari settori tra i quali energie rinnovabili, mobilità, edilizia, stili di vita, alimentazione e molto altro. Oltre a questi, lo spazio all’ombra del Quadriportico è stato occupato dalle realtà del terzo settore con associazioni, enti e cooperative che hanno promosso le loro attività. Tutte realtà che svolgono un ruolo fondamentale per la sensibilizzazione verso l’importanza dei piccoli gesti quotidiani nel rispetto e nella difesa dell’ambiente.

Progetto Scuole Action 2 Art

Il classico venerdì mattina dedicato alle scuole ha visto la presentazione del Progetto Scuola “Action 2 Art” realizzato in collaborazione tra l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Bergamo, A2A e Aprica: 10 classi di 7 scuole secondarie di II grado di Bergamo hanno presentato i loro progetti di eco-design. Il progetto vincitore è stata la seduta realizzata con il recupero di tubi metallici dal titolo “Acqua e amore” realizzato dalla 4^ AFJ dell’Istituto “Cesare Pesenti” che avrà l’onore di vederla esposta a Milano durante la Fall Design Week 2018. Inoltre, la classe potrà partecipare a un laboratorio interattivo al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano.

Le altre classi che hanno partecipato a questo progetto di recupero e sostenibilità ambientale sono il Liceo Artistico Statale “Pio e Giacomo Manzu”, il Liceo scientifico “Mascheroni”, l’I.S.I.S. “Giulio Natta”, l’Istituto Grafica e Moda “Caterina Caniana”, l’Itis “Quarenghi”, l’Itis “Paleocapa” e, appunto, l’Istituto Tecnico e Professionale “Cesare Pesenti”, che sotto la guida degli esperti di eco-design de Il Vespaio hanno realizzato delle sedute per spazi pubblici, riutilizzando materiali di riciclo provenienti dalla piattaforma ecologica di Aprica. Sedute che sono rimaste in esposizione nel centro di Bergamo per tutta la durata del festival.

Mercato della Terra di Slow Food

Nel corso di tutta la giornata di sabato, il Festival dell’Ambiente ha ospitato in via eccezionale il Mercato della Terra di Slow Food, che si tiene in piazza Cavour ogni secondo e quarto sabato del mese dalle 9 alle 14 e propone i prodotti che rispettano l’ambiente e custodiscono i segreti e i saperi dei territori e delle tradizioni locali. Un’occasione ghiotta anche per una pausa pranzo e degustazioni guidate all’insegno della biodiversità agricola, alimentare e ambientale.

Laboratori MoBLArte

Come da tradizione lo spazio dedicato alle attività di bambini e famiglie è stato curato dai volontari dell’associazione MoBLArte che, sabato e domenica, hanno accompagnato i più piccoli alla scoperta del significato di essere degli abitanti attraverso un atelier delle impronte. Si è creata così la perfetta occasione per approfondire, attraverso il gioco, concetti come abitare un territorio e le relazioni che intercorrono tra un territorio e le persone che lo occupano. Non c’è modo migliore per trasmettere questi principi che farlo attraverso il divertimento.

Parliamo di clima e sostenibilità

Sabato 19 maggio lungo il Sentirone si è tenuto un dibattito nel quale sono intervenuti Mario Agostinelli, giornalista e presidente dell’associazione Energia Felice e Don Cristiano Re direttore dell’Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Bergamo.

È stata questa l’occasione per parlare di clima, ingiustizie sociali e gli effetti che il cibo ha sul clima grazie anche alla partecipazione degli studenti dell’Istituto Federici di Trescore Balneario.

Un salotto di discussione “en plen air” durante il quale si è reso omaggio al maestro bergamasco Ermanno Olmi da poco scomparso, che con le sue opere ha portato alla ribalta i valori della vita rurale e contadina fondata sul rispetto verso l’ambiente. Gli altri convegni del Festival dell’Ambiente si sono concentrati sull’economia sociale e solidale in collaborazione con la Provincia di Bergamo e sull’architettura sostenibile in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Bergamo (trovate gli approfondimenti nelle pagine seguenti).

Cena a lume di sostenibilità

Il Festival dell’Ambiente 2018 ha ospitato anche la terza edizione della Cena Sostenibile “Diamo Luce alla Sostenibilità”. L’edizione di quest’anno si è consumata nella suggestiva cornice del giardino di piazza Dante con un menù ideato dagli studenti di Engim Lombardia, il centro di formazione professionale di Valbrembo e Brembate di Sopra che ha organizzato la serata in collaborazione con Slow Food Bergamo e il Bio-Distretto dell’Agricoltura sociale.

È stata questa l’occasione per assaggiare alcuni dei pregiati prodotti della terra bergamasca ma non solo. Parte del ricavato della cena è stato devoluto al Cesvi a sostegno dei progetti portati avanti nelle zone più povere del mondo. Ma soprattutto la cena sostiene l’iniziativa “Food, Culture & Love Truck” degli studenti di Engim Lombardia, cercando di coniugare lo street food con la qualità e autenticità della cucina legata al territorio.

Bio-domenica di Primavera

Domenica 20 maggio su Largo Gavazzeni si sono sistemate le bancarelle dei produttori biologici che hanno portato nel centro cittadino la BioDomenica di Primavera, un’iniziativa organizzata dal Bio-Distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo. Oltre agli stand con prodotti biologici dedicati a tutti i palati, è stata allestista anche una zona per il divertimento di adulti e bambini, mentre un altro spazio è stato dedicato al benessere psicofisico con un’area massaggi.

Presentato anche il festival “Lo spirito del Pianeta” che si tiene dal 25 maggio al 10 giugno a Chihuduno (Bg). Nel tardo pomeriggio poi, due gruppi musicali hanno fatto vibrare le loro sonorità negli spazi sotto il Quadriportico fornendo (oltre che un riparo) la perfetta colonna sonora al Festival dell’Ambiente di quest’anno, noncurante della pioggia che ci è venuta a trovare copiosamente proprio l’ultimo pomeriggio della piacevole tregiorni. Al festival dell’ambiente non ci facciamo mancare mai nulla! 

Giugno 2018

Articoli Correlati

Earth Prize 2018
Presentata in Regione Lombardia la nuova iniziativa patrocinata da Touring Club Italiano...
La porzione quotidiana del benessere
Tutte le proprietà della frutta secca La frutta secca, come spesso viene definita, si...
Limone
Il frutto dai mille usi Il limone è il frutto dell'albero di limone (Citrus limon) una...
Pomodoro
Alla base della cucina mediterranea Il pomodoro (Solanum lycopersicum) appartiene alla...