feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il cuore pulsante dell’acciaio

Feralpi group

Si è svolta lo scorso 15 settembre la festa per i 50 anni del Gruppo Feralpi. Tradizione industriale lanciata verso innovazione e sostenibilità

Un settore altamente globalizzato e con concorrenti come Cina e India sempre più competitivi nella produzione di acciaio rendono l’impegno con la sostenibilità una sfida difficile, ma proprio per questo fondamentale.

Lo sa bene il Gruppo Feralpi, che porta avanti questo impegno da cinquant'anni e che proprio per festeggiare il mezzo secolo di attività ha deciso lo scorso 15 settembre di aprire le porte della sua sede di Lonato del Garda (Bs) per “Heartbeats – l'innovazione nel cuore”, una giornata ricca di appuntamenti con eventi sportivi, spettatori, attività ludiche e laboratori formativi per i più piccoli. Il gruppo siderurgico, che occupa stabilmente oltre 1.500 dipendenti tra Italia, Europa e Nord Africa, è specializzato nella produzione di acciai destinati all'edilizia ed è attivo anche nei settori degli acciai speciali, della lavorazione a freddo dell'acciaio, della carpenteria metallica e dell'ambiente ittico (con Agroittica che sfrutta il calore residuo dell'impianto siderurgico per allevare pesci di alto profilo commerciale).

Non solo: fin dalle sue origini, l'azienda ha fatto della produzione siderurgica sostenibile, dell'abbattimento delle emissioni e dell’innovazione la sua mission.

Una giornata di innovazione

Durante la manifestazione del 15 settembre i visitatori sono stati quasi 9mila; di questi, oltre 2mila hanno visitato i reparti produttivi. La giornata è cominciata con gli interventi del presidente del Gruppo Feralpi Giuseppe Pasini, del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, del direttore de Il Sole 24 ORE Fabio Tamburini e di Alessandro Mattinzoli, Assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia. Erano presenti inoltre il sindaco di Brescia Emilio Del Bono e il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli, così come Tiziano Bertoli, Giampaolo Turini, e Roberto Tardani, sindaci rispettivamente dei comuni di Nave, Calvisano, Lonato del Garda.

Non sono mancati infine Marco Müller, sindaco di Riesa, e Arndt Steinbach, presidente del District Meißen. Gestire bene un’impresa non significa soltanto pensare al profitto, ma anche dare il proprio contributo in ambito ambientale e sociale. Valori, questi, che rappresentano per Feralpi un punto focale.

Durante la giornata del 15 settembre sono stati organizzati momenti e aree dedicate sia ai giovani (con la partecipazione dell’Istituto L. Cerebotani di Lonato del Garda e l’Accademia di Brera) sia all'ambiente, grazie agli altri protagonisti della giornata come Ricrea (Consorzio nazionale riciclo e recupero imballaggi acciaio), Ambiente Parco Impresa Sociale (Science center dedicato alla sostenibilità ambientale) e la stessa Feralpi con la partecipata Dima di Calvisano. E ancora Cavetest, Energard, Engie, l’Associazione Bambino Emopatico, la Fondazione della Comunità Bresciana e la Scuola di Musica del Garda.

Non è mancata l'attenzione allo sport e al benessere, con la presenza della società calcistica Feralpisalò, dell’A.S.D. Virtus Feralpi Lonato, del Gruppo Pescatori Feralpi e ancora dei Gruppi Ciclistici Feralpi e Feralpi Monteclarense. Insomma, una giornata che ha voluto ricordare i valori portanti del Gruppo Feralpi, esempio virtuoso di industria manifatturiera fortemente radicata nel territorio, innovativa e sostenibile, anche grazie alla collaborazione con istituzioni, enti e associazioni che ne accompagnano lo sviluppo.

Cristina Cireddu 

Ottobre 2018

Articoli Correlati

Una legge regionale sull'Economia Solidale e Sociale per riconoscere il valore di questo settore
Richiesta l’assistenza al servizio legislativo di Regione Lombardia. Aperto il confronto...
Blackfriars Bridge - Londra
Dalla Danimarca all'Italia, da Londra all'Australia, viaggio tra i ponti e le...
Prosegue per la stagione termica 2018/2019 l’iniziativa di sensibilizzazione del Comune...
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo sostenibile, le tecnologie. Formazione, giovani, adattamento climatico”
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo...