feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Godersi le abbuffate natalizie: il decalogo “riduci calorie”

Aspettando Natale e… le feste natalizie!

Ingressi adornati con ghirlande e balconi con pupazzi rampicanti, spazi interni abbelliti con presepi e alberi di Natale, viali dei centri illuminati, vetrine dei negozi dagli addobbi luccicanti, mercatini caratteristici, jingle vari e, come da tradizione, non possono mancare gli inviti tra familiari e amici con menù ricchi e appetitosi! L’atmosfera natalizia si respira un po’ dappertutto ed è quasi impossibile non farsi contagiare. C’è chi considera quelle natalizie le feste più belle dell’anno e chi invece tirerà un sospiro di sollievo quando si saranno concluse.

Molti le chiameranno anche le “feste dell’ingrasso”, a causa degli stravizi alimentari che regaleranno non solo pancia piena, ma anche svariati chili alla bilancia. Altre persone ancora in questo periodo non ne vogliono proprio sentir parlare di calorie, perché “Natale viene solo una volta all’anno”.

Quali sono quindi i consigli e i trucchi dietetici per chi non vuole esagerare a tavola e desidera contenere (almeno in parte!) gli eccessi calorici di queste feste tradizionali? È infatti quasi impossibile astenersi da tutte le occasioni che si presenteranno nel periodo natalizio, ma ciononostante qualche mossa strategica si può attuare…

Ecco quindi un decalogo “riduci calorie” con alcune parole chiave, per capire come godersi le mangiate delle feste senza preoccupazioni. Prima di iniziare è però necessario ricordare a chi soffre di patologie strettamente legate all’alimentazione che queste “non vanno in vacanza”: un consiglio è quello di utilizzare fantasia e creatività per realizzare nuove ricette che siano adatte a tutti, ma che vi permettano di avere un occhio di riguardo alla vostra salute!

Per ogni parola chiave, trucchi e strategie d'azione

  • LEGGEREZZA

Cercate di avere un’alimentazione leggera nei giorni che precedono l’arrivo delle grandi feste, consumando soprattutto alimenti di origine vegetale e passati di verdura. Controllate gli zuccheri di ogni tipo, compresi quelli della frutta, riducete i condimenti, eliminate i fuori pasto e fate attenzione agli eccessi alimentari in genere.

  • NESSUN DIGIUNO

Non digiunate prima di un invito pensando che “poi comunque mangerò molto”, perché poi l’appetito sarà maggiore ed insaziabile!

  • PORZIONI

Non poter declinare i vari inviti non significa per forza “tuffarsi” su qualsiasi cibo a disposizione! Fatevi servire piccole porzioni delle varie portate o fate lo stesso se potete scegliere voi le quantità.

  • MASTICAZIONE

Sforzatevi di masticare a lungo i cibi! Nessuno tra coloro che vi hanno invitato si offenderà se vi vedrà “muovere la bocca”… Con una prolungata masticazione avrete invece un duplice vantaggio: vi sentirete sazi più a lungo, ridurrete l’introito calorico e semplificherete anche il processo digestivo.

  • ANTIPASTI “CALMA FAME”

Fate attenzione agli antipasti come ad esempio salsine, salatini o finger food vari, perché spesso nascondono molte calorie! Consumate un frutto a stomaco vuoto poco prima di sedervi a tavola e, per combattere le mille tentazioni ipercaloriche, non fate mai mancare cibi a basso apporto calorico e a elevato potere saziante. Tra gli alimenti da preferire mettete al primo posto le verdure (sia crude che cotte), da consumare anche come antipasto perché, grazie all’apporto di fibre, calmeranno i morsi della fame.

  • ATTENZIONE AI FINE PASTO...

Per tradizione la frutta oleosa a guscio (noci, nocciole, mandorle, arachidi, ecc.) e la frutta essiccata (datteri, fichi secchi, albicocche secche, ecc.), sono servite a fine pasto. Per non “ingolfarvi” di calorie, limitate il loro consumo e richiedete un frutto fresco; vi consentirà di aumentare il senso di sazietà.

  • DOLCE TRADIZIONALE

Il momento del dolce tradizionale corrisponde all’incirca all’orario della merenda. È quindi l’occasione di richiedere o prepararvi una bevanda calda (ad esempio tè o tisane) da assumere prima del dolce; anche i liquidi occupano spazio nello stomaco e vi permetteranno di ridurne le quantità.

  • NON SOLO BRINDISI

Assumete prevalentemente acqua naturale che apporta zero calorie, facendo invece attenzione alle bevande dolci zuccherine, gassate e non! Anche i superalcolici e gli alcolici in generale contribuiscono a far lievitare le calorie. Due calici di vino rosso da tavola corrispondono per esempio alle calorie di mezzo piatto di pasta! Tuttavia non è vietato un brindisi di buon auspicio, ma attenzione a non esagerare.

  • ATTIVITÀ FISICA

Non perdete l’occasione per allontanarvi da tavola! Rimanere seduti a lungo davanti a tavole imbandite di leccornie, oppure oziare sul divano, renderà ancor più difficile la vostra rinuncia a mangiucchiare cibo in continuazione. Uscite a fare qualche passo e coinvolgete anche gli altri commensali!

  • FINE

“Epifania, tutte le feste si porta via”: non sarà quindi qualche piacevole strappo alla regola a nuocere! Ricordiamo inoltre che: “Non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno…. al Natale successivo!”. 

 

Tanti affettuosi auguri per un 2019 ricco di tutto ciò che desiderate, ma soprattutto colmo di tanta, tanta salute!

 
Rossana Madaschi, Nutrizionista-Economo Dietista Punto Ristorazione e Docente di Scienza dell'alimentazione 
Dicembre 2018

Articoli Correlati

Economia Solidale e Sociale: verso una legge regionale
Nei mesi scorsi è stato avviato il percorso per una proposta di legge regionale sull’...
Speciale Donne
Femminismi della porta accanto Battagliere o riservate, mamme o childfree, dedite agli...
Femminismi della porta accanto
Battagliere o riservate, mamme o childfree, dedite agli ultimi o ai propri sogni. In...
Drone
Un innovativo procedimento di mappatura ha permesso di identificare. 570 coperture in...