feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Fridays for Future Bergamo e le iniziative per il "digital strike" 2020

Nell'emergenza Covid-19, gli scioperi per il clima diventano digitali. In campo il coordinamento bergamasco dei giovani attivisti studenteschi

L'uscita dall'emergenza sanitaria del Covid-19 potrebbe essere l'ultima occasione per investire davvero su una transizione ecologica: è sulla base di questa considerazione che il coordinamento bergamasco del movimento Fridays For Future – nato lo scorso anno in occasione degli scioperi globali per il clima su impulso della battaglia della giovanissima attivista svedese Greta Thunberg – ha organizzato dal 22 al 24 aprile diverse iniziative di sensibilizzazione... Rigorosamente online, per rispettare le misure di contenimento per la pandemia.

Le date non sono casuali: la tre giorni di attivismo online è infatti partita nella Giornata Mondiale della Terra e si concluderà domani, venerdì 24 aprile, giorno in cui era stato previsto un nuovo sciopero globale per il clima. Lo sciopero quest'anno sarà effettuato a suon dell'hashtag #DigitalStrike, per sensibilizzare sulle problematiche quali fusione dei ghiacciai, innalzamento del livello dei mari, cambiamento climatico e mancanza di politiche incisive per far fronte a una crisi che continua anche mentre il mondo è fermo per il coronavirus. «L’uscita dall’emergenza sanitaria del COVID-19 – scrive infatti FFF Bergamo nella comunicazione - sarà la nostra ultima occasione per investire davvero sulla transizione ecologica. Non dobbiamo tornare al passato, a ciò che ci ha portato al collasso. Questa è l’occasione per un ritorno al futuro».

Il #digitalstrike è cominciato ieri, quando i ragazzi e le ragazze del coordinamento bergamasco hanno chiesto di celebrare la 50esima Giornata della Terra condividendo foto dei luoghi naturali più amati. Oggi, 23 aprile, chiedono invece il contributo di tutti per comporre uno slogan, farne un collage o una foto e inviarla su Facebook o Instagram, così da poterla condividere come un enorme messaggio corale. Alcune frasi sono proposte sull'evento Facebook dedicato: “Non torneremo alla normalità, perché la normalità era il problema”, “Vogliamo un pianeta più pulito, perché non lo avete ancora capito?”, eccetera.

Infine, durante la mattinata del 24 aprile ci saranno molte dirette dedicate sui canali social di Fridays for Future Italia; il gruppo bergamasco chiede di partecipare anche in questo caso con una foto geolocalizzata in Piazza Matteotti (punto di arrivo dei precedenti scioperi), mentre al pomeriggio si terrà una diretta sul canale Youtube di FFF Bergamo (dalle 14 alle 17), con interviste ad associazioni locali e ospiti a sorpresa. 

 

Aprile 2020

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...