feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Educazione alimentare e salute

Educazione alimentare e salute

Martedì 21 e 28 novembre due serate al Filandone di Martinengo per esplorare il legame tra salute, alimentazione e agricoltura

Dopo aver ospitato in terra bergamasca a ottobre il vertice internazionale dei 7 grandi Paesi del mondo in materia di agricoltura e alimentazione, riprendono anche a Martinengo gli incontri per informare e sensibilizzare non solo sull’intreccio essenziale tra cibo e agricoltura, ma anche il loro collegamento diretto con la nostra salute e con quella del Pianeta.

Esistono davvero i grassi buoni e quelli cattivi, quali possiamo usare per nutrire e mantenere al meglio il nostro corpo? Come si compone un’alimentazione sana e genuina? Quanto è importante conoscere i prodotti che si acquistano, sapere la provenienza o leggere l’etichetta?

L’educazione alimentare e la conoscenza dei prodotti e in particolare dei produttori del territorio è fondamentale per azioni quotidiane, come mangiare o fare la spesa, azioni che spesso però sono poco considerate nei loro effetti sul nostro benessere fisico, tantomeno sul benessere dell’ambiente e dell’economia locale.

Durante la serata di martedì 28 novembre (ore 20,45) una delle principali esperte di questa materia, Carla Ferreri, prima ricercatrice del Cnr di Bologna, ci onorerà della sua presenza e capacità di divulgazione scientifica per un argomento così importante e delicato, oggetto di accurate e specifiche ricerche, che attualmente vede impegnata la relatrice al Consiglio Nazionale delle Ricerche nel capoluogo emiliano.

In particolare la Ferreri è esperta in lipidomica, vale a dire un’analisi che guarda alla membrana cellulare per comprendere come la nostra alimentazione influenzi direttamente il nostro metabolismo e quindi il nostro benessere.

Altra esperta di rilievo presente invece nella prima delle due serate, martedì 21 novembre (ore 20,45), è la dr.ssa Giuseppina Manzotti, specialista in Allergologia e Immunologia Clinica (ASST Bergamo Ovest, Treviglio) che terrà una relazione dal titolo “L’intestino ci nutre e ci difende: cosa fare per mantenerlo in salute?”.

La conoscenza di come funziona il nostro organismo è difatti basilare rispetto alla formazione di una consapevolezza in fatto di educazione alimentare, che il nostro ormai consolidato ciclo di appuntamenti martinenghesi, giunto al suo terzo anno, associa da sempre alla conoscenza dei prodotti e dei produttori, in particolare a filiera corta.

Anche quest’anno infatti avremo la collaborazione del Distretto agricolo bassa bergamasca, nato proprio per promuovere nei comuni del nostro territorio incontri di carattere formativo e informativo, mettendo a diretto contatto i produttori con i consumatori per accorciare i passaggi di filiera e favorire la trasparenza e un’economia locale fatta di relazioni e conoscenza.

Come ogni anno tornano a questo proposito i temi dell’etichettatura, dell’origine degli ingredienti, della conoscenza delle realtà agricole e produttive della pianura bergamasca e dei suoi prodotti tipici che saranno presentati e degustati a fine serata.

Queste serate sono il frutto della collaborazione tra il Comune di Martinengo, la biblioteca il Filandone, il Distretto agricolo della bassa bergamasca, la farmacia Antica Spezieria della Comunità e il mensile d’informazione infoSOStenibile. Tutte le info su www.martinengo.org  

Ottobre 2017

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...