feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Dopo l’estate, tempo di check-up

Dopo l’estate, tempo di check-up

Dagli screening sullo stato di salute di pelle e capelli alla prevenzione… sotto casa

Il tempo dell’estate è una stagione di sospensione dalla quotidianità: così, spesso, di fronte a un problema, la tendenza è di rimandarne la risoluzione a settembre; tanto più se si tratta di questioni di salute, specie in caso di piccoli controlli di routine, eseguibili in farmacia.

In questa nostra rubrica abbiamo già affrontato il tema dei controlli a cui è possibile sottoporsi in farmacia, perciò in questa sede ci focalizziamo su quelli più tipici di questa stagione.

Pelle e capelli

Le vacanze estive in molti casi vengono trascorse al mare. Accanto agli innumerevoli benefici che questo ambiente ci dona, dal riposo fisico e mentale allo iodio contenuto nell’aria, dal sole all’acqua del mare, dal relax al divertimento, ci possono essere conseguenze poco piacevoli a causa dell’eccesso di esposizione ai raggi solari, a danno di pelle e capelli. Il risultato potrebbe essere una pelle secca e denutrita e capelli sfibrati dal vento, dalla salsedine e dal sole, oltre che deboli per gli effetti sul bulbo dei raggi solari.

Non è un caso infatti che fenomeni di caduta dei capelli si verifichino specialmente in autunno. Si tratta spesso di effetti dovuti a problematiche delle cellule dell’epidermide del cuoio capelluto, difficilmente rilevabili a occhio nudo.

A questo proposito molte farmacie sono dotate di microcamere e software per pc in grado di eseguire analisi guidate del cuoio capelluto da cui si ottengono report molto dettagliati sulle condizioni dei bulbi e delle cellule: conoscere la reale condizione dei capelli, e soprattutto dei bulbi da cui si generano, consente di mettere in atto i correttivi più idonei.

Un discorso analogo può essere esteso alla pelle: vento, salsedine, sole e calore possono determinare un effetto ossidativo sulle cellule che contribuisce a sottrarre elasticità.

Così, anche per la pelle diverse farmacie dispongono di microcamere a disposizione della clientela: queste microcamere sono collegate a un software per pc, in grado anch’esso di fornire al termine dell’analisi un report molto dettagliato sulle condizioni della cute.

Elettrocardiogrammi e sport

Oltre a questi due check mirati, a partire dal mese di settembre può essere molto utile rivolgersi alle farmacie anche per realizzare gli elettrocardiogrammi necessari per ottenere il certificato medico per tutte quelle attività sportive che in genere riprendono nel mese di settembre, dopo la pausa estiva.

Tutte le farmacie sono accreditate per svolgere servizi di telemedicina, in collegamento telematico con un’équipe di cardiologi per tramite di una azienda specializzata del settore: alcune farmacie sono inoltre proprietarie della strumentazione necessaria così da rilasciare il servizio senza bisogno di particolari prenotazioni.

Controlli preventivi

Accanto a questi focus mirati per la stagione, sono ovviamente sempre di interesse le analisi di prima istanza sul sangue - colesterolo, glicemia, trigliceridi, emoglobina glicata - che svolgono un ruolo molto importante per la prevenzione cardiovascolare. Sempre in ottica preventiva sono altrettanto utili due servizi poco conosciuti:

• Bilancia con impedenziometria: consente di determinare in modo selettivo la composizione corporea e l’impatto sul peso di ciascun individuo della componente grassa, di quella magra e dell’acqua. È bene tener presente che un sovrappiù di peso corporeo dovuto a un eccesso di grasso va affrontato a prescindere dalla famigerata “prova costume”.

• Venoscreen: è una strumentazione che valuta il ritorno venoso a livello degli arti inferiori; questi problemi peggiorano con il caldo estivo (che induce vasodilatazione per effetto termico) ma di fatto sono presenti tutto l’anno; diventano più visibili con l’arrivo della bella stagione sia per il motivo di cui sopra, sia per l’uso di indumenti che scoprono la parte inferiore delle gambe, rendendo manifesto un problema di fatto già esistente; un ritorno venoso difficoltoso può generare conseguenze potenzialmente pericolose.

Come detto in altre circostanze, le farmacie possono essere utilissimi punti di riferimento per il monitoraggio dello stato di salute: la prevenzione sotto casa.

Dott. Michele Visini

Settembre 2017

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...