feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Con ATB la nuova linea C. La mobilità elettrica in autobus

Con ATB la nuova linea C. La mobilità elettrica in autobus

A Bergamo da settembre partirà la nuova linea urbana composta da 12 autobus completamente elettrici

Quando si discute delle soluzioni da adottare per contribuire al miglioramento delle condizioni ambientali, la mobilità e i trasporti sono sempre, o quasi, al centro della questione.

In questo campo, l’Europa propone modelli molto validi a cui ispirarsi: si passa infatti da realtà in cui si valorizza al massimo l’utilizzo della bicicletta, ad altre che hanno già adottato soluzioni integrate per eliminare completamente l’utilizzo di combustibili fossili.

In Italia la situazione è sicuramente diversa, poiché nel 2017 rimane ancora molto difficile puntare sull’elettrico, soprattutto per la mancanza di colonnine di ricarica, e in molti casi l’utilizzo della bici è rischioso oltre che faticoso.

Le istituzioni hanno dunque il dovere di adattarsi ai tempi, studiando progetti innovativi che permettano ai cittadini di spostarsi in modo ecologico e, di conseguenza, vivere meglio.

Il Comune di Bergamo proprio su questo tema ha presentato a febbraio un progetto che ha come scopo principale quello di portare la città al passo con le realtà più smart e virtuose.

Si tratta dello sviluppo della nuova linea C, un sistema di mobilità innovativo destinato a migliorare la qualità del trasporto pubblico, una linea urbana, realizzata in collaborazione con l’Azienda Trasporti Bergamo (ATB) che, a partire da settembre 2017, vedrà all’opera 12 autobus completamente elettrici da 70 posti ciascuno.

I nuovi mezzi circoleranno dalle 6 alle 24, con una frequenza di 15 minuti e si aggiungeranno alla flotta di 148 bus già in circolazione. Gli obiettivi principali della nuova linea?

Migliorare il trasporto pubblico locale, in modo ecologico, limitando l’inquinamento atmosferico e acustico, così come conferma Alessandro Redondi, Presidente di ATB: «Il progetto porterà a una mobilità più sostenibile e di qualità anche per i clienti più esigenti, in un’ottica di integrazione modale e di maggior competitività rispetto all’auto privata.

Più trasporto pubblico significa minor tempo speso nel traffico, minor inquinamento, minor stress accumulato per la ricerca di un parcheggio». Si tratta di una soluzione che apporterà significative migliorie all’assetto urbano di Bergamo poiché l’innovazione di questo progetto riguarderà anche sedici nuove pensiline dotate di connessione Wi-Fi e mappe interattive con le informazioni su orari e sui principali punti di interesse.

Il servizio inoltre coprirà una zona molto ampia, così da essere accessibile alla maggior parte dei cittadini. È stato studiato un nuovo percorso che si svilupperà su una linea circolare che va da sud, sulla direttrice di via Carducci, via Camozzi, passa per il centro e arriva a nord sulla direttrice via XXIV Maggio, via Statuto, via Verdi.

Ultimo aspetto, ma non meno importante, saranno realizzate anche cinque nuove corsie preferenziali che comporteranno alcuni interventi alla viabilità cittadina per favorire la regolarità del servizio. Il sindaco del Comune di Bergamo, Giorgio Gori si è detto entusiasta del nuovo progetto e ha voluto sottolineare i notevoli vantaggi negli spostamenti: «Il servizio non solo consentirà di migliorare gli spostamenti dalla periferia verso il centro cittadino, ma anche per quel che riguarda gli spostamenti tra i diversi punti di interesse, garantendo migliori e più certi tempi di percorrenza».

Gianluca Zanardi

 

 

 

Marzo 2017

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...