feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Come (e soprattutto cosa) si respira a Bergamo?

Come (e soprattutto cosa) si respira a Bergamo?

Rivelati i dati della stazione di via Meucci sulla composizione dell’aria cittadina. Continua il lavoro di informazione del progetto BergamoRespira

Mercoledì 28 marzo, il Comune di Bergamo e ARPA Lombardia, l’Associazione Regionale per la Protezione dell’Ambiente, hanno presentato i dati sulla qualità dell’aria di Bergamo, attraverso un’analisi mai realizzata prima d’ora, in cui si è cercato di capire quali sono le componenti chimiche presenti nell’aria. I dati emersi sono quelli estrapolati dalla stazione di monitoraggio di via Meucci nel quartiere di Loreto e risalgono a due intervalli di tempo ben definiti: il primo, dal 21 dicembre 2016 al 31 marzo 2017 (nel periodo invernale la condizione di aria fredda porta a una forte stabilità dell’aria e facilita l’accumulo e la concentrazione degli inquinanti); il secondo, durante l’estate, dal 5 luglio al 13 agosto 2016.

Nel corso della presentazione, gli esperti del Centro Regionale Monitoraggio della Qualità dell’Aria Matteo Lazzarini, Cristina Colombi e Guido Lanzani, si sono soffermati sulla quantità e sulla composizione dei PM10 e sulle sorgenti da cui questi nascono e si diffondono, mostrando risultati contrastanti che di certo aiuteranno a tenere sotto controllo la situazione da qui in avanti. In primo luogo, nel 2017 la media di PM10 dell’aria cittadina si è attestata intorno ai 38 microgrammi per metro cubo, un valore inferiore alla soglia di 40 microgrammi stabilita dall’Unione Europea, confermando così il trend degli ultimi anni con un sostanziale miglioramento della qualità dell’aria media in tutto il bacino padano.

Sono oltre la soglia di legge, invece, i giorni di sforamento del limite di 50 microgrammi per quel che riguarda i PM10 in città: la centralina di via Garibaldi, molto più centrale e più condizionata dal traffico, ha superato i livelli di legge per ben 70 volte durante l’arco del 2017. Nel trimestre gennaio-marzo 2017 gli sforamenti sono stati ben 36 (il limite stabilito dall’Unione Europea è di 35): in questo senso il 2018 mostra un evidente miglioramento, con 23 giorni sopra i limiti nello stesso trimestre.

Cercando di sintetizzare in poche parole e numeri la complessità delle analisi, possiamo affermare che le polveri raccolte nella centralina di via Meucci hanno evidenziato come il trasporto su strada sia la sorgente principale dello smog presente in città (circa il 50% dei PM10), il 14% di questi è invece prodotto dalla combustione di biomassa legnosa e il 13% è riconducibile a emissioni industriali.

La pubblicazione di questi dati, oltre che fornire delle cifre su cui lavorare per migliorare, è importante per rendere consapevoli i cittadini del ruolo che ricoprono in merito alla qualità dell’aria che respiriamo. La presentazione si inserisce infatti nella grande campagna di comunicazione BergamoRespira, un progetto voluto fortemente dal Comune per sensibilizzare e diffondere le buone pratiche da adottare.

A tale proposito, nel corso della presentazione dei dati di monitoraggio, è intervenuta l’Assessore all’Ambiente Leyla Ciagà: «Come amministrazione riteniamo fondamentale non solo creare consapevolezza nei cittadini, ma bisogna anche mettere in pratica azioni che favoriscano una miglior predisposizione verso la tutela ambientale. In questo senso si inseriscono iniziative come gli innovativi autobus elettrici della Linea C, le colonnine di ricarica elettrica che presto verranno istallate in città, l’autoscan per rilevare le auto che inquinano di più o i controlli per scovare gli impianti termici di riscaldamento fantasma, ovvero non registrati nella banca regionale».

Durante il Festival dell’Ambiente di Bergamo, che si terrà sul Sentierone dal 18 al 20 maggio, lo stand del Comune fornirà tutte le informazioni sulla campagna BergamoRespira.

È inoltre possibile consultare il sito: www.bergamorespira.it

Gianluca Zanardi

Maggio 2018

Articoli Correlati

Una legge regionale sull'Economia Solidale e Sociale per riconoscere il valore di questo settore
Richiesta l’assistenza al servizio legislativo di Regione Lombardia. Aperto il confronto...
Blackfriars Bridge - Londra
Dalla Danimarca all'Italia, da Londra all'Australia, viaggio tra i ponti e le...
Prosegue per la stagione termica 2018/2019 l’iniziativa di sensibilizzazione del Comune...
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo sostenibile, le tecnologie. Formazione, giovani, adattamento climatico”
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo...