feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Cavolo

Vellutata di cavolfiore

Un prezioso fiore commestibile

Il cavolo, oltre a essere una verdura dalle innumerevoli e straordinarie proprietà benefiche, è il vero e proprio fiore della pianta erbacea Brassica oleracea.

Sulla penisola italiana vengono coltivate diverse varietà di cavolfiore, che ne determinano poi la diversificazione e la rispettiva nomenclatura volgare: cavolfiore gigante di Napoli, cavolfiore tardivo di Fano, cavolfiore Romanesco e cavolfiore di Catania.

Questo ortaggio dal grande, ruvido e bianco cuore, avvolto dalle sue foglie verdi smeraldo, non dovrebbe mai mancare sulle tavole nella stagione invernale; le sue proprietà sono numerose: fa bene alla salute e alla dieta, grazie alle sue pochissime calorie (25 kcal/100 g). Il cavolfiore è prezioso per i suoi principi nutritivi, ovvero potassio, fosforo, calcio, acido folico e vitamina C; ha inoltre un elevatissimo potere saziante, è depurativo, remineralizzante e favorisce la rigenerazione dei tessuti.

Questo importante ortaggio è particolarmente indicato in caso di diabete, perché le sue proprietà contribuiscono a controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Oltre a ciò, contiene principi attivi anticancro, antiossidanti, antibatterici, antinfiammatori e antiscorbuto. Per godere appieno di questi benefici, sarebbe consigliato consumare il cavolfiore crudo, evitando così che l’ortaggio perda notevoli proprietà vitaminiche e saline durante l’ebollizione.

In realtà, per una mera questione di gusti, il consumo di cavolo crudo risulta nettamente inferiore rispetto a quello bollito o lessato. Interessante notare che il succo di cavolfiore, ottenuto con una centrifuga e poi diluito con acqua calda e miele, contribuisce a curare in tempi brevi le tipiche malattie invernali da raffreddamento.

 

La ricetta - Vellutata di cavolfiore

Ingredienti

• 1 cavolfiore

• 1 lt di brodo vegetale

• 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

• 1 pizzico di curry

• paprika qb

• prezzemolo 

Preparazione

Prendere una pentola, portare a ebollizione il brodo e poi buttare i fiori del cavolo precedentemente lavato e tagliato. Cuocere per 30-35 minuti.

Prendere poi il cavolfiore bollito e frullarlo. Rimettere la crema nella pentola, aggiustarla di sale, insaporirla con curry e paprika.

Servirla accompagnata a crostini caldi, decorata con una manciata di prezzemolo.

 

 

 

Dicembre 2016

Articoli Correlati

Cibovicino
Il programma della manifestazione Un tradizionale appuntamento da non perdere è...
Funghi prataioli
Gli alleati del sistema immunitario I funghi prataioli sono nativi delle praterie dell'...
Mondo latte e dintorni
La filiera agroalimentare: come siamo messi in Italia? Molto spesso ci capita di sentir...
Pesca
Il frutto dell'“immortalità” Il pesco è un albero originario della Cina, dove da secoli è...