feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Brescia Photo Festival

Brescia Photo Festival

Dal 7 al 12 marzo Brescia ospiterà un nuovo festival fotografico. Ospite d’onore: Steve McCurry

A Brescia prenderà il via un nuovo festival dedicato alla fotografia, una rassegna che ha l’obiettivo di diventare un appuntamento annuale di respiro internazionale.

L’evento, promosso e organizzato da Fondazione Brescia Musei e Macof – Centro delle fotografia italiana, è articolato in mostre, incontri con gli artisti, proiezioni e altre iniziative in vari spazi della città.

La durata ufficiale, dal 7 al 12 marzo, è in realtà indicativa, in quanto alcune mostre ed eventi inaugurati durante questa settimana si protrarranno nei mesi successivi.

La linea guida di tutto il festival sarà scelta di anno in anno: l’edizione 2017, per esempio, avrà come parola chiave: “people”, persone. Non a caso uno degli eventi più rappresentativi sarà dedicato a Steve McCurry, fotografo celebre per aver ritratto uomini e donne di tutto il mondo.

La mostra che lo vede protagonista, intitolata “Leggere”, sarà composta da 70 scatti, alcuni dei quali contenuti nell’ultimo libro del grande fotografo, raffiguranti alcune persone immortalate nell’atto di leggere. Una mostra che verrà inaugurata proprio in occasione del Brescia Photo Festival, prima di spostarsi in varie tappe in tutto il mondo.

In programma altre due grandi esposizioni, collegate a un anniversario importante nel mondo del fotogiornalismo: il settantesimo anniversario dell’agenzia Magnum Photos, una tra le più importanti del settore, fondata da reporter del calibro di Robert Capa e Henri Cartier-Bresson.

La mostra “Magnum’s first” può vantare una storia peculiare alle spalle. Nel 2006, in una cantina a Innsbruck, vengono aperte due casse che si trovavano lì da decenni.

All’interno si trovano delle fotografie, quelle che costituivano nientemeno che la prima mostra del gruppo Magnum, “Gesicht der Zeit”, “La faccia del tempo”, la mostra che, tra il 1955 ed il 1956, era stata proposta in cinque città austriache; quelle rinvenute erano quindi le fotografie selezionate per l’occasioni che, non sapremo mai il perché, sono state dimenticate in quella cantina.

Dopo un restauro delle immagini, la mostra verrà presentata in anteprima nazionale durante il festival bresciano.

A concludere il trio di grandi mostre un’altra prima italiana: “Magnum – La première fois”, un’esposizione che racconterà “la prima volta” di venti grandi collaboratori dell’agenzia, i servizi che li hanno resi celebri, lungo un percorso composto da oltre 100 fotografie e 10 proiezioni.

La sede delle mostre sarà il Museo di Santa Giulia e tutte e tre saranno visitabili dal 7 marzo al 3 settembre.

Nello stesso periodo, il Macof ospiterà due mostre dedicate ad altrettanti maestri italiani: Uliano Lucas, i cui 50 anni di carriera vengono ricostruiti mediante 150 scatti, e Caio Mario Garrubba, di cui viene riproposto il reportage “I cinesi” del 1959. Sempre su iniziativa del Macof è stato indetto il premio Dondero, dedicato al lavoro di Mario Dondero, scomparso lo scorso anno.

Lo scopo è quello di rendere omaggio al fotografo e al suo impegno civile, premiando e valorizzando i fotografi contemporanei. Non mancheranno poi proiezioni cinematografiche. Il Cinema Nuovo Eden, durante vari appuntamenti, che si alterneranno tra l’8 marzo e l’8 luglio, proporrà una rassegna riguardante grandi fotografi, raccontando i loro lavori e spaziando tra sport, musica, società e storia.

Il programma completo, visitabile sul sito www.bresciaphotofestival.it, prevede altre mostre, ospitate in vari luoghi della città, oltre ad incontri con fotografi, tra i quali lo stesso Lucas, Jason Schmidt, Francesco Cito.

Andrea Corti

 

Dida foto:

Kuwait City, Kuwait, 1991.

PAR198428_Werner_Bischof © Werner Bischof/Magnum Photos

 

Marzo 2017

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Brescia: un video racconta la solidarietà in tempo di lockdown
Da febbraio a luglio 2020 distribuiti quasi 500 mila chili di cibo a scopo sociale. L'...