feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Borracce in dono agli studenti per una Lecco sempre più plastic free

Borracce in dono agli studenti per una Lecco sempre più plastic free

L'iniziativa del Comune di Lecco e di Silea. Oltre 4 mila borracce in tritan contro la plastica monouso 

Un nuovo passo avanti verso una Lecco sempre più plastic free: a partire da martedì 12 novembre 2019, nelle scuole primarie e secondarie di primo grado della città lariana sono state distribuite oltre 4mila borracce in tritan, per sensibilizzare i più giovani sulla necessità di ridurre l'utilizzo della plastica monouso e sull'impatto delle azioni quotidiane sull'ambiente. 

L'iniziativa è stata sviluppata in concerto dagli assessorati all'istruzione e all'ambiente del Comune di Lecco con il supporto di Silea, che gestisce per conto del comune il ciclo integrato dei rifiuti sul territorio. 

L'azione si inserisce nel percorso già avviato dall'amministrazione verso una maggiore pratica di azioni virtuose per la tutela del territorio e dell'ambiente, percorso che aveva portato in pochi mesi ad abbandonare le bottigliette di plastica nelle riunioni di consiglio e di giunta, a favore di bottiglie e bicchieri in vetro. 

Partire dai più giovani

«Siamo davvero felici di poter fare questo dono ai giovani studenti di Lecco – ha commentato l'assessore all'ambiente Alessio Dossi a margine dell'iniziativa –. Da un punto di vista ambientale, la riduzione della produzione di rifiuti è fondamentale e l'utilizzo delle borracce è un messaggio simbolico importantissimo». Soprattutto perché si rivolge alle nuove generazioni, destinatarie di sempre più iniziative volte alla sensibilizzazione sui temi ambientali: «Dopo i 22 alberi messi a dimora in cinque parchi cittadini e affidati simbolicamente alle cure degli studenti delle 22 scuole primarie e secondarie di primo grado di Lecco - ha aggiunto l'assessore all'istruzione del Comune di Lecco Clara Fusi - , con la consegna delle borracce affidiamo alle loro cure e alla loro attenzione una nuova sfida. Diamo ancora una volta ai ragazzi la possibilità di prendersi un impegno quotidiano, semplice, ma importante per il loro futuro». 

A sottolineare la sinergia d'intenti all'interno dell'iniziativa è stato il presidente di Silea, Domenico Salvadore, che ha ricordato come sia «lavorando sui giovani che potremo ottenere positivi risultati anche nelle famiglie. La tutela dell'ambiente è una responsabilità di tutti: è a partire da ciascuno di noi che possiamo costruire una comunità realmente sostenibile». 

Le borracce donate agli studenti di Lecco sono realizzate in tritan da un'azienda italiana. Il tritan è un materiale leggero, maneggevole e resistente e ad oggi costituisce una delle migliori alternative all'utilizzo della plastica. Sviluppato nel 2007 da Eastman Chemical, il tritan ha il grande pregio di combinare buone proprietà fisiche e chimiche con la possibilità di riciclo al 100% e l'assenza di componenti dannosi: questo lo rende particolarmente adatto all'uso alimentare quotidiano e al trasporto e consumo di acqua.

 

Dallo scarto al design.Il concorso per le classi lecchesi 

Ideare e progettare un complemento d'arredo o un elemento d'ufficio a partire da materiali di recupero o da scarti di lavorazione: per l'anno 2019-2020 il concorso “Riü-Era”, indetto dal laboratorio tecnologico lecchese 3D Lab (specializzato in stampa 3d) e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Lecco e provincia, parla il linguaggio della sostenibilità e dell'economia circolare e vuole non solo sensibilizzare i ragazzi su una tematica importante, ma anche investire nella loro creatività. 

Il concorso - aperto a tutti gli alunni delle classi del triennio degli Istituti Superiori della provincia di Lecco e agli studenti delle scuole situate nelle città gemellate con Lecco, organizzati in squadre appartenenti alla stessa scuola – mette infatti in palio per ciascun componente della squadra vincitrice la possibilità di fare un'esperienza di alternanza scuola/lavoro o di stage della durata minima di 40 ore presso 3D Lab per avvicinarsi al mondo dell'impresa, dalla progettazione al marketing. 

Ciascuna squadra può presentare un solo progetto, orientato alla creazione di un elemento d'arredo utilizzando la tecnica artistica e creativa che si preferisce, a patto però che vengano utilizzati materiali di recupero. L'iscrizione delle classi è possibile fino a sabato 31 dicembre 2019.

Dicembre 2019

Articoli Correlati

Premio CULTURA+IMPRESA
Ai migliori progetti del mondo della Cultura e dell’Impresa il 20 luglio verranno...
Carta della Mobilità 2020
Presentata la nuova guida di ATB e TEB utile e aggiornata per viaggiare informati con...
Approvato in commissione bilancio della camera l'emendamento al decreto rilancio sulla...
In due giorni alcuni istituti pubblici di Bergamo hanno tutte ricevuto i contenitori per...