feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Birra arte e fumetti: un trio irresistibile

Birra arte e fumetti: un trio irresistibile

Dall’arte fiamminga alla Pop Art, approdando poi ai cartoons e ai fumetti satirici, la birra resta sempre protagonista

Il tema della birra, motivo di ampia ispirazione letteraria, è argomento ricorrente anche nella pittura. Nell’arte fiamminga di genere, dove conobbe una straordinaria fortuna tra il Cinquecento e il Seicento, veniva utilizzato come elemento di sfondo o come motivo caratterizzante la psicologia dei personaggi ritratti.

Il tema continuò a essere riproposto nei secoli successivi, con particolare riferimento alla pittura otto-novecentesca: da Rembrandt (1606-1669) a Van Gogh (1853-1890), da Manet (1832-1883) a Picasso (1881-1973), il tema della birra è frequentemente associato a intensi ritratti di personaggi, evocati ora in chiave mondana e festosa, ora in una dimensione di profonda malinconia a carattere introspettivo. Il motivo della birra ritorna poi nella Pop Art degli anni ’60 del Novecento, con Jasper Johns, che nel 1960 realizzò un’opera estremamente provocatoria: due lattine di birra “Ballantine”, in bronzo, dipinte a mano, che ottennero subito un grandissimo successo di pubblico, espressione della nuova società consumistica di massa, tipicamente postmoderna.

Non solo nella pittura e nella scultura, anche nei fumetti e nei cartoons la birra costituisce un motivo di straordinario interesse. Tra i cartoons, la birra è presente nelle creazioni di Matt Groening, autore di due serie di successo come “Futurama” e “I Simpson”.

Nel primo cartoon, ambientato a New York (“New New York”, per l’esattezza), negli anni 3000 di un ipotetico e bizzarro futuro, la birra è utilizzata da Bender, un robot fatto di lattine di birra riciclata, come combustibile. Nei Simpson, invece, la vita si svolge in una sonnolenta Springfield, dove vive la famiglia di un inetto impiegato, Homer. Quando non trangugia birra in casa, sdraiato comodamente davanti alla tv, Homer raggiunge i suoi amici al Moe’s Bar, per una pinta di Duff in compagnia. Non si possono poi non citare le celebri vignette di Giorgio Forattini, che dal 1974 ha realizzato una serie di pubblicazioni comico-realistiche con il proposito di rappresentare in chiave satirica l’evolversi delle vicende politiche italiane. Personaggi politici assai noti, desacralizzati e parodisticamente tratteggiati animano un repertorio vastissimo e straordinario in cui compare anche il tema della birra, attraverso la parafrasi geniale di frasi e motti celebri attribuiti a illustri uomini della storia.

Luglio 2014

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Brescia: un video racconta la solidarietà in tempo di lockdown
Da febbraio a luglio 2020 distribuiti quasi 500 mila chili di cibo a scopo sociale. L'...