feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

A Bergamo "Lo Zaino Leggero" per raccontare il turismo sostenibile

A Bergamo "Lo Zaino Leggero" per raccontare il turismo sostenibile

Lo scorso 21 novembre l'appuntamento tra associazioni, enti, aziende e start up. Obiettivo: scambiarsi buone prassi per il turismo del futuro 

Negli ultimi anni la città di Bergamo e la provincia hanno assistito a una crescita significativa della presenza di turisti, un fenomeno favorito anche dal riconoscimento delle Mura Venete come patrimonio Unesco e dalla moltiplicazione di iniziative ed eventi di alto livello sul territorio. 

Questa crescita è un fattore importante: proprio per questo motivo Legambiente Bergamo, con la collaborazione di Innova Bergamo e il sostegno di APRICA e il patrocinio di Provincia e Comune di Bergamo, ha voluto suggerire alla amministrazioni e agli operatori del settore una serie di “buone pratiche” per governare al meglio il fenomeno in ottica di sviluppo sostenibile e non farsi cogliere impreparati dai possibili problemi che potrebbero generarsi. In che modo? 

Con un evento dedicato, un momento di riflessione e di incontro dal titolo “Lo zaino leggero: proposte per un turismo sostenibile che lo scorso 21 novembre a Bergamo ha portato diverse realtà nazionali e locali a confrontarsi proprio sulle questioni connesse allo sviluppo turistico sostenibile e a misura di ambiente e territorio, a raccontarsi buone pratiche e a scambiarsi idee e osservazioni. 

Dagli hotel zero-waste alle azioni dei Comuni 

Ad aprire l'incontro, l'esperienza di HotelRifiutiZero di Antonino Esposito, realtà che collabora con alberghi, spiagge e ristoranti anche “stellati” - soprattutto del Sud Italia - supportandoli nella riduzione degli sprechi e nell’abbattimento dei costi inutili e strutturando azioni articolate e “personalizzate” per ogni struttura. 

Così come articolate sono anche le proposte di MilanoPlasticFree, campagna promossa dal Comune di Milano e da Legambiente Lombardia e presentata da Damiano Di Simine, responsabile scientifico di Legambiente Lombardia. Indirizzata inizialmente a un paio di quartieri della Città di Milano, l'iniziativa ha trovato apprezzamento in moltissimi locali in tutta la città superando le più rosee aspettative: l’aspetto centrale di MilanoPlasticFree è l’adesione volontaria a un accordo progressivo tra i commercianti e l’amministrazione, tramite il quale gli esercizi riducono la presenza di prodotti in plastica monouso un passo alla volta. 

Il Comune di Cogne - rappresentato da Giuseppe Cutano - ha invece raccontato gli sforzi fatti dall'amministrazione per riuscire a migliorare la presenza del turismo all’interno di un Parco Nazionale. La dimensione del Comune di Cogne è di gran lunga inferiore a quella del Comune di Bergamo, eppure il racconto dell’esperienza della Coppa del Mondo di sci di fondo (organizzata nel paese valdostano lo scorso febbraio), dell’enorme impatto turistico da essa generato e dello sforzo fatto per contenerne l’impatto ambientale hanno dimostrato che un'azione politica orientata alla sostenibilità può fare molto, e farlo bene. 

Si è poi passati ad un’esperienza di ospitalità di alto livello, raccontando il lavoro quotidiano di Cascina Rodiani (Como) gestita da Samuel Crisigiovanni: una “piccola” realtà che ha lavorato in controtendenza, puntando moltissimo sulla “lentezza” e sulla qualità della vita per gli ospiti del B&B, sul contrasto allo spreco di acqua e sulla valorizzazione della biodiversità. 

A chiudere il pomeriggio di confronti è stato un passaggio nel mondo virtuale, con la presentazione da parte di Camilla Serra di Too Good To Go, un'app che permette di ridurre gli sprechi alimentari e che sta dando ottimi risultati, sia per gli esercizi commerciali che la usano - riuscendo così a ridurre gli avanzi quotidiani - sia per i cittadini, che hanno modo di sperimentare preparazioni di qualità ad un prezzo conveniente. 

L’assessore all’ambiente del Comune di Bergamo Stefano Zenoni ha infine ripreso e rilanciato alcuni dei temi sottolineati, soprattutto sulla necessità di azioni coordinate tra di loro e accompagnate da percorsi di coinvolgimento della cittadinanza.

Dicembre 2019

Articoli Correlati

Rocca di Lonato
Il Complesso monumentale della Fondazione Ugo Da Como riapre al pubblico, un luogo ideale...
BMW 225xe Active Tourer
Il sito automobile.it ha stilato la classifica delle cinque auto elettriche e ibride con...
“Segni e Sogni d’Alpe”
Dopo l’interruzione a causa dell’emergenza sanitaria, la mostra fotografica di Marco...
erba
Per assecondare il desiderio dei cittadini di godere sempre più delle aree verdi a loro...