feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

“Alimentazione e Salute” con infoSOStenibile

 “Alimentazione e Salute” con infoSOStenibile

Filandone gremito per le serate a tema con esperti e degustazioni

Se siete tra quelli che alla mattina sono soliti fare colazione con una tazza di caffè e giornale, state pronti a dover stravolgere la vostra routine. Niente da dire sulla lettura che è da sempre una buona pratica, il problema è il caffè: berlo ogni giorno è, infatti, da annoverare come una delle brutte abitudini degli italiani.

Non è necessario gettare via la caffettiera, basterebbe moderarne il consumo, così come ci hanno spiegato gli esperti del ciclo di incontri “Alimentazione e salute”. I due appuntamenti dell’8 e 15 novembre scorsi, ospitati nella suggestiva cornice del Filandone a Martinengo, sono stati organizzati da infoSOStenibile, in collaborazione con la biblioteca comunale di Martinengo e la farmacia Antica Spezieria della comunità, con la sponsorizzazione del supermercato VivoMio di via Allegreni. Il filo conduttore delle due serate è stato il legame tra sostenibilità, salute e cultura alimentare.

L’alimentazione, proprio perché necessaria alla nostra sopravvivenza, è di certo uno degli aspetti caratterizzanti del nostro vivere e della nostra quotidianità. Non si tratta solo di individuare le strade migliori per limitare gli impatti sull’ambiente e per tutelare i diritti dei lavoratori, ma si tratta anche di migliorare la nostra alimentazione, al fine di garantirci una buona qualità della vita. Nell’arco dei due incontri, il farmacista Giorgio Locatelli ha intrattenuto la sala parlando delle malattie più comuni legate alla struttura ossea, concentrandosi in particolar modo sulla prevenzione.

Secondo il parere del farmacista il problema più critico è la prevenzione, basilare per affrontare in tempo eventuali disfunzioni specifiche. Tale prevenzione passa innanzitutto da una corretta alimentazione e dall’uso consapevole di integratori, ovviamente secondo le indicazioni di medici e specialisti.

Nelle due serate si sono inoltre alternate due giovani collaboratrici professioniste, che hanno dispensato suggerimenti per uno stile di vita corretto, dopo una breve contestualizzazione teorica dell’argomento da parte del dottor Locatelli. Nello specifico, durante la prima serata, la dietista Elisa Fazio ha approfondito la tematica, sottolineando come le diete seguite debbano essere volte alla qualità e alla varietà degli alimenti, evitando diete troppo restrittive, ipocaloriche e iperproteiche a favore di un equilibrio generale. Nella seconda data ha preso posto sul palco Gabriella Scarpenti, fisioterapista, che ha sottolineato l’importanza dell’esercizio fisico a ogni età per mantenere il proprio corpo in una piena funzionalità motoria e articolare, nell’ottica di prevenire o comunque convivere al meglio con determinate patologie.

Il rapporto tra le malattie del benessere e l’alimentazione attuale è stato inoltre tema cardine dell’intervento della seconda serata, tema approfondito dalla dottoressa Maria Concetta del Beato, partendo dal principio base per cui noi rappresentiamo il benessere del nostro tempo, ma siamo anche le malattie del nostro tempo.

La dottoressa ha affrontato il tema dell’alimentazione sia da un punto di vista medico, sia da un punto di vista precettivo, offrendo consigli pratici e specificando le proprietà benefiche soprattutto di legumi e cereali.

La nostra salute dipende in gran parte dalla qualità dei cibi che prendiamo dalla Terra, i quali, a loro volta, dipendono dalla qualità dell’ambiente in cui crescono.

In questo senso gli incontri “Alimetazione e salute” sono stati arricchiti dalle presentazioni di Paolo Franco, presidente di Uniacque Spa e Gianluca Vismara, produttore di olio e miele biologico per l’azienda agricola Vismara con sede a Cenate Sotto, che hanno mostrato le peculiarità delle rispettive attività aziendali. Al termine degli incontri, dopo i consigli e i suggerimenti degli esperti, si è passati al lato pratico e si sono potute apprezzare e gustare alcune ricette realizzate dagli stessi relatori.

Sheela Pulito

Dicembre 2016

Articoli Correlati

Brescia: il territorio del vino
La fine dell’estate è il momento ideale per scoprire e assaporare i vigneti e i calici di...
e-bike per le persone con disabilità
Assieme ad altre realtà europee, il Comune di Bergamo ha vinto un nuovo bando del...
escursioni gratuite in Lombardia
Ecco tutti gli itinerari ai quali è possibile prendere parte assieme alle Guide alpine e...
orto
L’iniziativa “Fare l’orto fa bene” lanciata dall’Orto Botanico di Bergamo vuole...