feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

A Palazzolo torna di moda la cultura del riuso

A Palazzolo torna di moda la cultura del riuso

Abiti e oggetti usati al mercatino delle donne di Marzo. Da dicembre “la butik” è aperta ogni fine settimana

A Palazzolo sull’Oglio rinasce la cultura del riuso grazie alla costante attività del “Mercatino delle donne di Marzo”, associazione nata alla fine del 2012 su iniziativa della commissione Pari Opportunità del Comune di Palazzolo sull’Oglio. Il mercatino è stato ideato con l’obiettivo di raccogliere abiti usati per adulti e bambini, accessori e oggetti per l’infanzia in buone condizioni, da offrire a coloro che ne hanno bisogno in cambio di un’offerta che sarà devoluta al fondo Nuove Fragilità, istituito dal Comune.

Fin dal dicembre 2013 il mercatino ha una collocazione stabile presso Largo Case Operaie; questo ha permesso alle famiglie palazzolesi di frequentarlo con assiduità: finora sono state garantite 60 aperture (il sabato mattina dalle 9 alle 12 e due lunedì pomeriggio al mese dalle 14 alle 16) con un’affluenza totale di circa 1.800 persone. Grazie al ricavato della vendita di abiti e accessori il mercatino ha potuto devolvere 8.300 euro al Fondo Nuove Fragilità, nato su iniziativa dell’amministrazione comunale per aiutare quelle famiglie che, anche a causa della crisi, non riescono a far fronte alle spese di prima necessità. Inoltre, chi acquista gli abiti e gli accessori usati in cambio di un’offerta, riesce ad ottenere ciò di cui ha bisogno con un notevole risparmio di denaro. Un circolo virtuoso dunque che porta vantaggio e aiuto sia a chi acquista sia a quelle famiglie beneficiarie del Fondo Nuove Fragilità, oltre a reintrodurre e promuovere una cultura del riuso che fa bene anche all’ambiente. Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione di una ventina di volontarie che a turni si alternano durante gli orari di apertura per la raccolta e la vendita degli abiti.

In occasione del Natale che sta per arrivare, il mercatino delle donne di Marzo è pronto ad aprire la sua “butik”: in piazza Roma per tutto il mese di dicembre, il sabato (dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19) e la domenica (dalle 16 alle 19), in alcuni spazi messi a disposizione da privati, sarà allestito un negozio temporaneo dove i clienti potranno acquistare i capi migliori a prezzi convenienti. Il ricavato avrà la destinazione solidale di sempre.

La cultura del riciclo passa anche dalle decorazioni: i 30 alberelli di Natale che dal 5 dicembre fino al 6 gennaio abbelliranno i negozi di piazza Roma, Butik inclusa, sono stati realizzati dai bambini delle scuole primarie e dell’infanzia della città. Utilizzando materiali di recupero, reinventando gli oggetti e i materiali di tutti giorni, hanno dato libero sfogo alla loro creatività per dare un volto nuovo ai tradizionali alberi di Natale.

 

Maddalena Palo

Dicembre 2014

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...