feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Niro Phev. La nuova arrivata in casa Kia

Niro Phev

Il modello sarà presente allo stand della concessionaria Autodrive in occasione di Brescia Green

Il futuro delle auto corre sempre più sui binari delle tecnologie ibride o, ancora meglio, plug-in. Tra le case produttrici che stanno «guidando» la svolta c’è la coreana Kia, tra i pionieri con il primo crossover ibrido Niro, che ora fa un passo in più lanciando la variante Phev, cioè ibrida plug-in, che sarà presentata al Festival Brescia Green (13-15 aprile2018) nello stand della concessionaria Autodrive.

Il cuore del sistema del nuovo crossover «ricaricabile», che può procedere in modalità solo elettrica per 50 km e che si ricarica in 3 ore a una colonnina (7 ore alla presa domestica), è il pacco batterie al litio di alta capacità (8,9 kWh) che alimenta un nuovo e più potente motore elettrico da 44,5 kW (32 kW nel caso della normale versione ibrida).

Il motore termico 1.6 GDI a benzina della famiglia Kappa, da parte sua eroga 105 CV e la coppia massima di 147 Nm e complessivamente il sistema dispone di 141 CV e 265 Nm di coppia, con la possibilità di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 10,8 secondi (0,7 secondi meno della normale Niro). Per la Niro Phev la logica di funzionamento è stata adattata al sistema ibrido in modo da offrire una sensazione di guida unica e una risposta più immediata rispetto agli altri sistemi tipici dei modelli ibridi.

Efficienza ecologica

L'aumento della potenza del motore elettrico e della capacità delle batterie conferisce a Niro Phev un'autonomia solo elettrica fino a 58 km e di conseguenza le emissioni di CO2 secondo le normati-ve Nedc sul consumo combinato (1,3 litri/100km) sono omologate a 29 g/km (contro gli 88 g/km delle normale Niro ibrida).

Lo schema Tmed (Transmission-MountedElectric Device) creato appo-sitamente per la Niro, assicura che la potenza dei due sistemi di propulsione venga trasmessa alle ruote in parallelo con le minime perdite di energia. In questo modo l'efficienza è superiore rispetto al più diffuso sistema «power split» nel quale parte della potenza del motore viene trasmessa per via elettrica (prodotta e trasferita al motore elettrico).

Nuove funzionalità

A destinazione Niro Hybrid Plug-in può essere ricaricato in 2,5-7 ore - a seconda della colonnina - utilizzando il cavo ospitato in uno spazio dedicato nel fondo del bagagliaio mentre la batteria è ospitata sotto ai sedili posteriori, così da non «rubare» spazio per il carico.

Promosso a pieni voti anche il nuovo sistema Eco Das (Eco Driving Assistant System) che fornisce le indicazioni per adattare lo stile di guida al percorso nel modo più efficace e che incorpora il Coasting Guide Control (Cgc) e il Predictive Energy Control (Pec), due applicazioni incorporate nel veicolo che sulla base del percorso e dei dati presenti nel navigatore consigliano, rispettivamente, quando è utile rilasciare il pedale dell'acceleratore per ottenere il miglior equilibrio fra energia spesa e recuperata.

 

 

Sicurezza ai massimi livelli

Al top in questa nuova variante del crossover Niro anche la dotazione di sistemi di assistenza alla guida per la prevenzione degli incidenti e la limitazione dell'eventuale danno. Sono presenti l'Esc (Electronic Stability Control) e il Vsm (Vehicle Stability Management), che controlla la stabilità in curva e nelle frenate di emergenza utilizzando proprio l'impianto dell'Esc e il servosterzo elettrico. A questi si aggiungono la frenata automatica di emergenza; il controllo della marcia in corsia e l'indicatore di stanchezza.

Un «pacchetto» ai massimi livelli per un veicolo di questo segmento, che a richiesta può essere completato con il cruise control attivo e con i sensori che permettono la copertura degli angoli ciechi e il controllo del traffico in uscita dal parcheggio in retromarcia.

 

> Autodrive Spa

Viale Sant’Eufemia, 50 - Brescia

Tel 030 3367082 - info@autodrivesrl.it

www.kia.com/it/autodrive

 
Aprile 2018

Articoli Correlati

Cremona in campo contro i rifiuti
Le iniziative per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti Anche la città di...
L'Isola del Riuso. La seconda vita degli oggetti
Dal 2015 la Rete Cauto promuove un progetto diffuso per valorizzare i beni prima che...
L’occasione fa l’uomo onesto e l’economia solidale
Tra foreste che (non) resistono ai cambiamenti climatici ed eccezioni che (non)...
La redazione di infoSOStenibile
Alla cena per gli 8 anni di infoSOStenibile il menù a tema L'Albero degli zoccoli...