feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Geoturismo a Northeast Kingdom

Geoturismo a Northeast Kingdom

Un paradiso naturalistico degli Stati Uniti

Northeast Kingdom ha abbracciato il concetto di “geoturismo” offrendo ai suoi viaggiatori una pletora di esperienze da vivere sul territorio.

Qui tutto ciò che può essere ricondotto al turismo di massa viene accuratamente evitato per dare invece spazio a un turismo basato sulla comunità locale, sulle piccole imprese e sulla promozione dell’ambiente naturale e del patrimonio culturale.

Natura e non solo

Northeast Kingdom è una regione situata a nord dello stato americano del Vermont. Comprende le contee di Essex, Orleans e Caledonia e nella sua parte più settentrionale confina con il Canada.

Si tratta di un vero e proprio paradiso naturalistico. Attraversato dal fiume Connecticut, è una regione molto ricca di vegetazione, di foreste e di laghi: di quest’ultimi se ne contano oltre duecento delle più svariate dimensioni.

Unito a un paesaggio che offre panoramiche spettacolari, vi sono fattorie e agriturismi, ristoranti e taverne invitanti, insomma, tutti gli ingredienti per una calda accoglienza. Northeast Kingdom è inoltre il posto perfetto per gli amanti dello sport.

La sua montagna più alta - Jay Peak – è il luogo ideale sia in inverno, per le numerose piste da sci, sia in estate, per un po’ di trekking e per ammirare il panorama circostante dalla sua cima. Nella regione anche gli appassionati delle due ruote trovano pane per i loro denti: la “pista Kingdom” è considerata il quinto miglior percorso al mondo di mountain bike.

Il geoturismo si fa realtà

Il questa regione dove regna un senso di benessere, di pace e di armonia con la natura, ha preso forma il geoturismo già da una decina di anni, grazie anche alla collaborazione con il Centro Destinazioni Sostenibili del National Geographic.

Geoturismo significa viaggiare per scoprire le meraviglie geologiche nel luogo in cui si trovano e la particolare combinazione che si crea tra risorse naturali e umane che rendono il luogo unico e irripetibile. A Northeast Kingdom la definizione di geoturismo si è tradotta in realtà.

Qui il geoturismo è creato dagli abitanti del posto che sviluppano dei propri piccoli business e permettono al visitatore di vivere il luogo come parte della comunità locale.

Geoturismo vuol dire anche non perdere la memoria delle tradizioni. Ecco perché nelle fattorie anche i turisti vengono coinvolti in alcune attività: si fa fare loro un tour dei fienili, tagliare la legna, fino a proporre attività più ludiche come il trekking con i lama.

Nel Vermont il geoturismo è inoltre sinonimo di piaceri culinari locali: incontrare chef del posto, visitare i mercati dove produttori e contadini sono protagonisti ed essere certi che tutto ciò che si trova nei menù dei ristoranti proviene proprio da quei mercati locali che il geoturista ha visitato la mattina stessa.

Infine, a Northeast Kingdom, geoturismo significa vita naturale, attiva e soprattutto mettere da parte le distrazioni della tecnologia per lasciarsi invece ispirare dall’ambiente circostante fatto di colline, laghi, alberi e montagne.

Un ambiente che ha ispirato e ispira tutt’oggi scrittori, artigiani, poeti, pittori e musicisti. Artisti che si possono incontrare per le strade del paese, nelle loro botteghe, o la sera nei locali a cantare le odi di Northeast Kingdom.

Laura Landi

Aprile 2017

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...