feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

“Facciamo girare la cultura”

“Facciamo girare la cultura”

Lo scambio di libri usati come non l’avete mai visto. Il 27 settembre il primo appuntamento con l’autore

In occasione del suo rilancio, Spigolandia ripropone i momenti di scambio di libri usati, che già in passato avevano animato gli spazi del negozio. Come anticipato, però, la formula si rinnova. Tre le giornate in programma per la nuova edizione di “Facciamo girare la cultura”: il 27 settembre alle 16.30, il 24 gennaio 2015 alle 17.30 e, alla stessa ora, il 18 aprile. Come da tradizione, ai clienti di Spigolandia verrà chiesto di portare con sé cinque libri usati e, sempre come di consueto, ognuno di essi potrà in cambio sceglierne tre di quelli in esposizione sugli scaffali del negozio. Qual è la novità allora? A ogni appuntamento, uno spazio particolare verrà dedicato all’incontro con un autore e alla presentazione del suo libro; ai primi 15 clienti del giorno, giunti con i loro 5 libri da scambiare, verrà offerta una copia (nuova) del libro oggetto della presentazione.

Il filo rosso che lega questi tre incontri sarà ancora una volta l’ambiente e la sua tutela tramite scelte di vita e di consumo consapevoli, sia individuali sia collettive. A moderare gli interventi sarà un collaboratore di BresciaSOStenibile, in virtù, oltre che delle tematiche trattate, anche della collaborazione avviata dal nostro giornale con Cauto e Spigolandia, che, a partire dal presente numero, sarà uno dei punti di distribuzione di BresciaSOStenibile. Il negozio promuoverà tra i propri clienti il nostro free press anche con la distribuzione delle SpigoSporte: sportine di carta realizzate con le copie avanzate di BresciaSOStenibile, artefatto di upcycling (riuso creativo) ad opera di Artefizio. Il primo dei tre incontri (quello del 27 settembre) avrà come ospite Paolo Pinzuti, editore di Bikeitalia.it e animatore della campagna #salvaiciclisti, lanciata nel 2012.

La discussione prenderà spunto dal suo libro “Salva i ciclisti. La bicicletta è politica”, il racconto in prima persona di come, a partire da un movimento nato online, si sia dato vita ad una campagna per rivendicare il diritto di abitare in città più vivibili; un chiaro esempio di partecipazione democratica e pacifica, che ha portato migliaia di persone dal web in piazza. Un secondo testo supporterà l’intervento di Pinzuti, “Più bici più piaci. Viaggio semiserio alla scoperta della dueruote perfetta per te” frutto di una scrittura a quattro mani insieme a Federico Del Prete, con illustrazioni di Gabriele Orlando. Si parlerà di mobilità e di come, anche in questo ambito, siano le scelte personali a fare la differenza, per sé e per gli altri, per l’impatto che possono avere sull’ambiente, sulla salute, sulla società, sull’economia e sulla politica.

 

Angela Garbelli

 
 
Settembre 2014

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...