feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Vegetali d’autunno. Colori, sapori e proprietà!

Zucche

Nutrirsi in linea con la stagione per stare meglio

Profumo di castagnaccio? Strudel di mele? Crema di zucca o polenta pasticciata con i funghi? Sono solo alcuni dei numerosi piatti autunnali. Con l'autunno si entra nella stagione fredda, ma sono numerosi gli ortaggi e i frutti che ci possono aiutare a viverla al meglio senza rinunciare al gusto grazie alle loro proprietà nutrizionali. Ecco alcuni esempi!

Dai cachi al melograno: i frutti dell'autunno

Nutrire, rafforzare, idratare e apportare vitamine e sali minerali: la frutta che possiamo mangiare in autunno assolve a tutte queste funzioni. Pensiamo ai cachi, frutto gustoso di questa stagione: eccellente fonte di beta-carotene, vitamina C e potassio, hanno anche proprietà depurative, lassative e diuretiche.

Un altro frutto tipicamente autunnale sono le castagne, nutrienti ed energetiche, che sono anche un ottimo rimineralizzante e, soprattutto, sono prive colesterolo! In questa stagione possiamo anche apprezzare il kiwi: l'Italia è il primo paese produttore in Europa di questa delizia proveniente in realtà dalla Cina. Con il loro contenuto di acqua pari all'85%, i kiwi contribuiscono all’idratazione dell’organismo con funzioni anche diuretiche.

Mele e pere sono altre due grandi alleate dei mesi di transizione verso il grande freddo: le prime sono ricche di polifenoli, potassio, vitamina C e selenio e forniscono una forte protezione antiossidante, anti-infiammatoria e preventiva contro tumori alla prostata e cancro al seno. Le pere, invece, oltre a condividere con le mele le proprietà preventive, sono anche particolarmente adatte all'alimentazione dei bambini.

Anche noci e melograni sono ottimi vegetali per la stagione autunnale. Le noci, altamente energetiche e fornitrici di lipidi polinsaturi che riducono la formazione di colesterolo cattivo a favore della formazione di quello buono, sono ricche di arginina, in grado di prevenire e contrastare i fenomeni dell'arteriosclerosi. Il melograno dal canto suo contiene molti sali minerali importanti quali il manganese, il potassio, lo zinco, il rame e il fosforo.

Infine, come non citare l'uva, frutto autunnale per antonomasia? Potente alleata della nostra salute, l’uva, oltre ad essere una fonte elevata di acqua e zuccheri semplici di immediato utilizzo, è ricca di polifenoli che, tra le varie funzioni, favoriscono la circolazione. Essa risulta inoltre particolarmente indicata in caso di stipsi.

Verdure e ortaggi verso la stagione fredda

  • Crucifere

Parliamo di cavolfiore, cavoli, broccoli, cavolo verza, cavolini di Bruxelles, rapa, rapanello e rucola, verdure che rappresentano un valido aiuto nella prevenzione del cancro, a patto però che vengano cotti rapidamente al vapore o in padella, anziché con cotture prolungate. Questi ortaggi contengono le vitamine B1, B2, B9 (acido folico), PP, C, K e molti minerali, tra cui fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio, iodio e arsenico.

  • Finocchi

Sono ricchi di acqua, privi di grassi e con pochissime calorie: meno di 10 kcal per 100 grammi! Sono l'alimento giusto per preparare l'organismo alla "remise en forme", grazie all'elevato contenuto in fibre, in vitamine e sali minerali come il potassio, minerale essenziale per il corretto funzionamento dei nervi, dei muscoli e della trasmissione degli impulsi cardiaci. Dei semi del finocchio sono note inoltre le proprietà aperitive, galattogene (stimola la produzione di latte materno) e carminative (combatte l'accumulo dei gas intestinali).

  • Funghi

I funghi contengono una buona fonte di fibre, vitamine, sali minerali e sono protagonisti di piatti tipici profumati che, specialmente in questa stagione, conquistano il palato degli amanti della buona tavola! Attenzione però alle varietà non commestibil e alle particolari intolleranze o allergie. L’utilizzo di alcuni farmaci può inoltre interagire negativamente con il loro consumo, che resta comunque sconsigliato a bambini piccoli, donne in gravidanza o che allattano, a chi soffre di disturbi a stomaco, intestino, fegato e pancreas.

  • Porri

Il porro è ricco di acqua, contiene buone quantità di vitamina A, di vitamina C e di vitamine del gruppo B. Tra i sali minerali abbiamo la presenza di ferro, magnesio, potassio, calcio e fosforo. Una delle caratteristiche dei porri è la ricchezza in fibre, soprattutto nella parte verde.

  • Radicchio

Chicorium Intybus è il nome scientifico di questo ortaggio dal sapore amarognolo, ricco di antiossidanti e povero di calorie. Il radicchio stimola la produzione della bile, depura il fegato e contiene vitamina K, che contribuisce alla salute delle ossa. È utile per contrastare i batteri nocivi presenti nel colon e stimolare la crescita di quelli buoni, mentre la presenza di altre fibre di tipo insolubile, aumenta il senso di sazietà.

  • Zucca

La polpa della zucca è povera di grassi e ricca di vitamine, minerali e fitonutrienti. Si tratta di un vegetale poco calorico, adatto alle diete dimagranti e con funzioni lassative e diuretiche. È ricca di fibre, vitamina C e betacarotene. Il betacarotene contrasta anche i danni dei radicali liberi, protegge l’apparato cardiovascolare, è antinfiammatorio, antinvecchiamento e rinforza il sistema immunitario. 

Rossana Madaschi, Nutrizionista-Economo Dietista di Punto Ristorazione e Docente di Scienza dell'alimentazione
 
 
Ottobre 2018

Articoli Correlati

Una legge regionale sull'Economia Solidale e Sociale per riconoscere il valore di questo settore
Richiesta l’assistenza al servizio legislativo di Regione Lombardia. Aperto il confronto...
Blackfriars Bridge - Londra
Dalla Danimarca all'Italia, da Londra all'Australia, viaggio tra i ponti e le...
Prosegue per la stagione termica 2018/2019 l’iniziativa di sensibilizzazione del Comune...
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo sostenibile, le tecnologie. Formazione, giovani, adattamento climatico”
All’Università Cattolica esperti a confronto sul tema “La povertà, lo sviluppo...