feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Vegetali d’autunno. Colori, sapori e proprietà!

Zucche

Nutrirsi in linea con la stagione per stare meglio

Profumo di castagnaccio? Strudel di mele? Crema di zucca o polenta pasticciata con i funghi? Sono solo alcuni dei numerosi piatti autunnali. Con l'autunno si entra nella stagione fredda, ma sono numerosi gli ortaggi e i frutti che ci possono aiutare a viverla al meglio senza rinunciare al gusto grazie alle loro proprietà nutrizionali. Ecco alcuni esempi!

Dai cachi al melograno: i frutti dell'autunno

Nutrire, rafforzare, idratare e apportare vitamine e sali minerali: la frutta che possiamo mangiare in autunno assolve a tutte queste funzioni. Pensiamo ai cachi, frutto gustoso di questa stagione: eccellente fonte di beta-carotene, vitamina C e potassio, hanno anche proprietà depurative, lassative e diuretiche.

Un altro frutto tipicamente autunnale sono le castagne, nutrienti ed energetiche, che sono anche un ottimo rimineralizzante e, soprattutto, sono prive colesterolo! In questa stagione possiamo anche apprezzare il kiwi: l'Italia è il primo paese produttore in Europa di questa delizia proveniente in realtà dalla Cina. Con il loro contenuto di acqua pari all'85%, i kiwi contribuiscono all’idratazione dell’organismo con funzioni anche diuretiche.

Mele e pere sono altre due grandi alleate dei mesi di transizione verso il grande freddo: le prime sono ricche di polifenoli, potassio, vitamina C e selenio e forniscono una forte protezione antiossidante, anti-infiammatoria e preventiva contro tumori alla prostata e cancro al seno. Le pere, invece, oltre a condividere con le mele le proprietà preventive, sono anche particolarmente adatte all'alimentazione dei bambini.

Anche noci e melograni sono ottimi vegetali per la stagione autunnale. Le noci, altamente energetiche e fornitrici di lipidi polinsaturi che riducono la formazione di colesterolo cattivo a favore della formazione di quello buono, sono ricche di arginina, in grado di prevenire e contrastare i fenomeni dell'arteriosclerosi. Il melograno dal canto suo contiene molti sali minerali importanti quali il manganese, il potassio, lo zinco, il rame e il fosforo.

Infine, come non citare l'uva, frutto autunnale per antonomasia? Potente alleata della nostra salute, l’uva, oltre ad essere una fonte elevata di acqua e zuccheri semplici di immediato utilizzo, è ricca di polifenoli che, tra le varie funzioni, favoriscono la circolazione. Essa risulta inoltre particolarmente indicata in caso di stipsi.

Verdure e ortaggi verso la stagione fredda

  • Crucifere

Parliamo di cavolfiore, cavoli, broccoli, cavolo verza, cavolini di Bruxelles, rapa, rapanello e rucola, verdure che rappresentano un valido aiuto nella prevenzione del cancro, a patto però che vengano cotti rapidamente al vapore o in padella, anziché con cotture prolungate. Questi ortaggi contengono le vitamine B1, B2, B9 (acido folico), PP, C, K e molti minerali, tra cui fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio, iodio e arsenico.

  • Finocchi

Sono ricchi di acqua, privi di grassi e con pochissime calorie: meno di 10 kcal per 100 grammi! Sono l'alimento giusto per preparare l'organismo alla "remise en forme", grazie all'elevato contenuto in fibre, in vitamine e sali minerali come il potassio, minerale essenziale per il corretto funzionamento dei nervi, dei muscoli e della trasmissione degli impulsi cardiaci. Dei semi del finocchio sono note inoltre le proprietà aperitive, galattogene (stimola la produzione di latte materno) e carminative (combatte l'accumulo dei gas intestinali).

  • Funghi

I funghi contengono una buona fonte di fibre, vitamine, sali minerali e sono protagonisti di piatti tipici profumati che, specialmente in questa stagione, conquistano il palato degli amanti della buona tavola! Attenzione però alle varietà non commestibil e alle particolari intolleranze o allergie. L’utilizzo di alcuni farmaci può inoltre interagire negativamente con il loro consumo, che resta comunque sconsigliato a bambini piccoli, donne in gravidanza o che allattano, a chi soffre di disturbi a stomaco, intestino, fegato e pancreas.

  • Porri

Il porro è ricco di acqua, contiene buone quantità di vitamina A, di vitamina C e di vitamine del gruppo B. Tra i sali minerali abbiamo la presenza di ferro, magnesio, potassio, calcio e fosforo. Una delle caratteristiche dei porri è la ricchezza in fibre, soprattutto nella parte verde.

  • Radicchio

Chicorium Intybus è il nome scientifico di questo ortaggio dal sapore amarognolo, ricco di antiossidanti e povero di calorie. Il radicchio stimola la produzione della bile, depura il fegato e contiene vitamina K, che contribuisce alla salute delle ossa. È utile per contrastare i batteri nocivi presenti nel colon e stimolare la crescita di quelli buoni, mentre la presenza di altre fibre di tipo insolubile, aumenta il senso di sazietà.

  • Zucca

La polpa della zucca è povera di grassi e ricca di vitamine, minerali e fitonutrienti. Si tratta di un vegetale poco calorico, adatto alle diete dimagranti e con funzioni lassative e diuretiche. È ricca di fibre, vitamina C e betacarotene. Il betacarotene contrasta anche i danni dei radicali liberi, protegge l’apparato cardiovascolare, è antinfiammatorio, antinvecchiamento e rinforza il sistema immunitario. 

Rossana Madaschi, Nutrizionista-Economo Dietista di Punto Ristorazione e Docente di Scienza dell'alimentazione
 
 
Ottobre 2018

Articoli Correlati

Economia Solidale e Sociale: verso una legge regionale
Nei mesi scorsi è stato avviato il percorso per una proposta di legge regionale sull’...
Balena grigia
Dal Circolo Polare Artico al New Mexico per riprodursi nel santuario della fauna...
Reverie 1897, copyright(C) 2018 Mucha
Un percorso espositivo alla scoperta dell’artista ceco protagonista della Belle Époque...
Il cervo dal ciuffo: un animale misterioso con le zanne da vampiro
Non si sa quasi nulla di lui e vederlo è pressoché impossibile Pensava di essere un...