feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Mappiamo le culture

Mappiamo le culture

 

A Brescia un progetto partecipato racconta la cultura come prospettiva di sviluppo. All'Urban Center Brescia la mostra con i risultati della ricerca 

Mappa culturale, geografia della rigenerazione, partecipazione dei cittadini: “Mappiamo le culture” è tante cose in una, ma in primo luogo è la testimonianza di quanto i cittadini possano essere significativi nello sviluppo di una città.

Promossa dagli assessorati all'urbanistica e pianificazione per lo sviluppo sostenibile e alla cultura, creatività e innovazione del comune di Brescia, l'iniziativa è partita come indagine conoscitiva partecipata sul sistema culturale bresciano ed è culminata in una mostra presso lo spazio Urban.Lab di Urban Center Brescia, composta da infografiche, presentazioni video e mappe interattive che raccontassero proprio il progetto.

Progetto che rientra nel più ampio programma di comunicazione e produzione culturale “Moving Culture - Brescia, Culture in Movimento”, finanziato da un bando Cariplo del 2014 e che ha coinvolto per tre anni istituzioni pubbliche, università, imprese creative, associazioni e cittadini. I risultati sono stati presentati al pubblico lo scorso mese di aprile. 

Raccontare la città in modo nuovo

Ma andiamo con ordine. La riflessione che sta alla base di “Mappiamo le culture” parte dal chiedersi se la creatività e la cultura possano essere ritenuti motori di sviluppo di una città come Brescia, caratterizzata in passato da una forte identità industriale e artigianale e costretta invece oggi a confrontarsi con una realtà nuova e più composita.

Partendo quindi dalla consapevolezza che, in un'ottica strategica di lungo periodo, le culture possano contribuire a rafforzare l'identità dei luoghi e della collettività stessa del tessuto urbano e valorizzarne il patrimonio umano e ambientale, gli obiettivi del progetto sono stati creare una rete di conoscenza, coinvolgimento e condivisione che potesse continuare a crescere nel tempo. In che modo?

Aprendosi verso l'esterno: rivolgendosi cioè alla cittadinanza e alle realtà territoriali attive nel campo delle produzioni culturali e coinvolgendo in particolar modo i Consigli di Quartiere. Si è attivato così un percorso per indagare le aspettative e le esperienze culturali dei cittadini, i luoghi esistenti (o potenziali) della trasformazione urbana e socio-culturale della città e i protagonisti che contribuiscono a un'innovazione cittadina: alla ricerca hanno dato il proprio contributo più di 400 soggetti (singoli cittadini o appartenenti a realtà locali) nei 33 quartieri della città.

A fronte di sei domande inerenti la propria definizione di cultura, il proprio vissuto personale e le proprie proposte e aspettative per la Brescia del futuro, agli organizzatori sono giunti oltre 2 mila contributi: 170 diverse frasi per esprimere il significato di cultura, più di 600 le esperienze culturali citate, circa 400 le risposte per contribuire al cambiamento e quasi 500 le diverse idee sulla città del futuro. Sono stati inoltre 318 i luoghi segnalati e 266 i protagonisti ritenuti significativi per un cambiamento culturale urbano.

La messa a sistema delle informazioni ha permesso di delineare un'interessante prospettiva culturale di Brescia, articolata – grazie ai suoi molteplici attori spesso silenziosi - in 8 ambiti d'azione: bellezza e memoria, creatività, conoscenza, innovazione, rigenerazione, sostenibilità, benessere e accessibilità. 

I risultati della ricerca 

I risultato di “Mappiamo le culture” sono stati restituiti alla cittadinanza in due forme diverse. Da un lato, sono state realizzate 22 infografiche che offrono diversi livelli di lettura possibili sul concetto di cultura connesso alla possibilità di cambiamento per la città di Brescia. Dall'altro, sono state costruite mappe digitali e interattive per localizzare i luoghi e i protagonisti identificati nel corso del progetto.

Mappe che, ovviamente, non sono autoconclusive: l'auspicio è che la mappatura culturale partecipata di Brescia assuma la veste di una piattaforma digitale vera e propria, sempre attiva e costantemente aggiornata, un utile strumento di pianificazione per ragionare sul territorio e sulle sue strategie culturali e un patrimonio di informazioni a disposizione della collettività.

 

Mostra “Una mappa culturale a Brescia”

Allestita nello spazio Urban.Lab di Urban Center Brescia, la mostra “Una mappa culturale a Brescia” restituisce al pubblico gli esiti dell'indagine partecipata “Mappiamo le culture” sul sistema culturale bresciano. La mostra offre ai visitatori infografiche, wordcloud e filmati, oltre a due postazioni video in cui è possibile consultare le mappe digitali e interattive sui luoghi e i protagonisti del sistema culturale della città. 

La mostra, a ingresso libero, sarà aperta fino al 21 giugno dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17. Tutte le informazioni sul progetto si possono trovare sul sito internet: www.comune.brescia.it/servizi/urbancenter.

Giugno 2019

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...