feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Ciliegia

Sorbetto alla Ciliegia

Il frutto rosso più irresistibile

Povere di calorie e di zuccheri, le ciliegie sono frutti gustosi, dissetanti e dal sapore incredibilmente irresistibile. Non a caso si è soliti dire che “una ciliegia tira l’altra”!

Dal latino cerasus e dal greco kerasos, ovvero piccolo frutto, la ciliegia è probabilmente originaria dell’Asia e in Italia è arrivata dalla Grecia tra il III e il II secolo a.C.; ne danno testimonianza sia Varrone che Plinio il Vecchio.

In Oriente, soprattutto in Giappone, l’albero di ciliegio è diffusissimo e il periodo della fioritura della pianta, detta in giapponese Sakura, è uno dei più affascinanti dell’anno, dedicato alla pratica dell’hanami, il “guardare fiori”.

La ciliegia fornisce principalmente vitamina C, A e potassio, ma contiene in misura ridotta altre vitamine e minerali, oltre a polifenoli e fibre.

Aiuta sia le funzioni intestinali sia la diuresi. Inoltre è ricca di flavonoidi, che hanno azione antiossidante e aiutano a contrastare i radicali liberi.

Questo frutto rosso contiene inoltre la melatonina, sostanza che regola il ciclo sonno-veglia, ma anche potente antiossidante, che ha effetti benefici sulla prevenzione e sulla lotta ai tumori, e che è molto utile per contrastare tutte le malattie cardiovascolari e degenerative.

Le ciliegie sono consigliate per chi segue diete ipocaloriche, poiché presentano una quantità relativamente moderata di zuccheri e un basso apporto calorico.

I peduncoli del frutto, trattati e preparati in modi specifici come tisana, possono essere assunti per le particolari proprietà diuretiche e antiuriche, dovute a polifenoli e sali di potassio.

Le prime ciliegie iniziano a maturare a maggio, le ultime a fine luglio.

Ne esistono di molti tipi, che variano a seconda della grandezza, delle sfumature di colore, dalla carnosità della polpa e naturalmente dal sapore più o meno dolce.

La varietà Durone Nero di Vignola è quella più comunemente acquistata e consumata a tavola.

Troviamo poi il tipo Anellone, rossa e brillante; la Bell’Italia, tipica del Trentino, molto piccola e rossa; esiste poi la Ferrovia, di origine pugliese, dalle tante tinte di rosso; la Malizia, tipica della Campania, grossa e color rosso rubino; la Bella di Pistoia, di grandi dimensioni e croccante; la Vessex, di origine francese, dalla buccia rugosa e con la polpa rosa e soda; infine la Badacsony, di forma allungata, ha la polpa di colore rosso, molto consistente e saporita.

 

La ricetta - Sorbetto alle ciliegie

Ingredienti

• 300 gr di ciliegie denocciolate

• 250 ml di acqua

• 200 gr di zuccheri

• ½ limone

• 1 albume 

Preparazione

Mescolare in una casseruola acqua e zucchero a fuoco lento, fino a ottenere uno sciroppo. Denocciolare le ciliegie e frullarle con ¾ di sciroppo di zucchero, insieme al succo di limone. Passare il tutto in un colino; mettere il composto in freezer. Rompere i cristalli di ghiaccio e iniziare a preparare la meringa. Portare a ebollizione lo sciroppo di zucchero avanzato; montare l’albume a neve e versare lo sciroppo a filo. Montare di nuovo l’albume. Aggiungere la meringa ottenuta al sorbetto e mescolare. Rimettere in freezer per altre due ore e poi servirlo nelle coppette da gelato.

 

 

Maggio 2017

Articoli Correlati

Economia Solidale e Sociale: verso una legge regionale
Nei mesi scorsi è stato avviato il percorso per una proposta di legge regionale sull’...
“Anthropoceano”, il primo murales mangia-smog di Milano
L'opera d'arte è realizzata con pittura Airlite capace di assorbire anidride carbonica e...
Australia in fiamme. La “Chernobyl della crisi climatica”
La terra dei canguri messa in ginocchio dai roghi. Ma la politica continua a scegliere il...
I muri della gentilezza per donare vestiti a Bologna
Un’iniziativa per aiutare i bisognosi ad affrontare l’inverno. A Bologna ma anche in...