feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

In arrivo la Biodomenica. La cultura del biologico è di casa

Biodomenica programma

Domenica 8 ottobre tante le iniziative previste nell’ambito della giornata interamente dedicata ai cibi bio e all’agricoltura sociale

Parola d’ordine: biologico. Ai cibi biologici e salutari sarà infatti dedicata la Biodomenica, evento organizzato e promosso da AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica) insieme con il Biodistretto dell’Agricoltura sociale di Bergamo.

Quest’anno però la giornata di sensibilizzazione agli stili di vita sani e rispettosi dell’ambiente cadrà in concomitanza con la settimana dedicata a un altro grande e atteso evento: il G7 dell’Agricoltura di Bergamo, in programma il 14 e 15 ottobre.

Tra informazione e degustazione

La location scelta per la Biodomenica è il Sentierone di Bergamo, che diventerà il centro della cultura biologica per una giornata intera, domenica 8 ottobre 2017 dalle 9 alle 18:30.

Molte le iniziative previste, che si riveleranno un’ottima occasione per entrare direttamente in contatto con il mondo bio e conoscere più da vicino agricoltori e produttori che da anni si battono per rendere l’agricoltura biologica e i prodotti a chilometro zero una realtà forte, in crescita, anche e soprattutto nella logica della lotta allo spreco.

Proprio le aziende, da vere protagoniste, scenderanno in campo per allestire laboratori, workshop e stand informativi dove poter scoprire da vicino il mondo della sostenibilità e le filiere di qualità. E tutto questo in concomitanza con una grande mostra-mercato di cibi biologici, che vedrà la partecipazione di oltre 50 eccellenze del settore.

Bio-intrattenimento

Ma non è finita qui. La Biodomenica coniuga infatti informazione e partecipazione anche attraverso iniziative di grande attrattiva. Chi vorrà, potrà muoversi all’interno della “valle della sostenibilità” attraverso un percorso allestito appositamente tra Bergamo e Astino.

Durante le degustazioni, i partecipanti saranno inoltre allietati dalle note musicali dell’Orchestra sinfonica “La nota in più”, una junior band di ragazzi affetti da autismo e disabilità cognitive, e dalle danze di varie comunità straniere partecipanti, le quali proporranno anche stand di cucina etnica.

100% biologico, lotta allo spreco, solidarietà, zero pesticidi: questi i punti cardine di una manifestazione molto attesa che si prospetta ricca di sorprese.

Lorenzo Dell’Onore

Settembre 2017

Articoli Correlati

Il punto sull’agricoltura della bassa bergamasca
A Romano di Lombardia, nella Rocca viscontea, un’analisi dello stato di salute del...
Speciale G7 Agricoltura - Interviste
Intervista a Lorenzo Berlendis Intervista a Gianni Fava Intervista a Massimiliano...
L’economista Andrea Di Stefano spiega come le materie prime alimentari diventano prodotti...
Acqua di Valore
A partire dal 2018 UniAcque spa procederà a una nuova forma di bollettazione trimestrale...