feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Scanzorosciate: valore al territorio

Scanzorosciate: valore al territorio

In contemporanea con Expo, iniziative per valorizzare le eccellenze gastronomiche locali

Slowfood Bergamo, il Comune di Scanzorosciate in collaborazione con il Comprensorio scolastico, il Centro Studi per il Turismo dell’Università di Bergamo e alcuni produttori locali hanno presentato un progetto di valorizzazione del territorio atto a includere la tutela del paesaggio e delle risorse.

I protagonisti di questo progetto hanno illustrato le loro posizioni e il loro coinvolgimento durante il convegno svoltosi il 29 aprile presso la Sala Consiliare del comune di Scanzorosciate. Al termine dell’incontro, i temi affrontati sono stati messi “in tavola” con una cena-degustazione dei prodotti appositamente selezionati in collaborazione con Cibolab. Punto vendita di materia prime e lavorati a cui corrisponde una più ampia filosofia, Cibolab rappresenta, come altre realtà produttive presentate, una scommessa sul futuro. Il fondatore Matteo Moioli, agricoltore e produttore, ha bandito gli ibridi nella sua attività al fine di puntare solo su varietà tradizionali, coltivate senza l’uso di trattamenti di diserbo o fitosanitari.

Partire da un paradossale ritorno al passato, alle tradizioni e alla riscoperta del territorio è la sfida più grande. Le difficoltà non sono poche, ma l’amministrazione di Scanzorosciate si è dimostrata lungimirante e ha accolto e sostenuto il progetto di potenziare il territorio e l’attività agricola. Sono nate importanti iniziative anche all’interno delle scuole per far conoscere i prodotti finali ai bambini e indirizzarli verso abitudini alimentari sane.

La scuola viene coinvolta nei suoi vari gradi fino all’Università con un gruppo di studenti dell’UniBg e dell’Università di Harvard per uno studio sul paesaggio di Scanzorosciate e sulle attività produttive locali, come ad esempio l’Azienda Agricola “Il Castelletto”, della famiglia Lussana, che aderisce alle iniziative mirate allo sviluppo turistico. In linea con i temi di Expo, il cibo e l’alimentazione diventano forieri di un’iniziativa di sviluppo, di conoscenza e di valorizzazione, sinonimo anche di produttività. È il caso di Piera Gotti, Sales and Marketing Manager di Dolci e Delizie, i cui panettoni artigianali al moscato di Scanzo hanno ottenuto riconoscimenti internazionali La passione per la qualità del prodotto, portavoce di una cultura che va tutelata e valorizzata, si traduce in sane abitudini alimentari, ma ancor prima, in un utilizzo responsabile delle risorse.

 

Elena Pagani

Maggio 2015

Articoli Correlati

Cremona in campo contro i rifiuti
Le iniziative per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti Anche la città di...
L’occasione fa l’uomo onesto e l’economia solidale
Tra foreste che (non) resistono ai cambiamenti climatici ed eccezioni che (non)...
La redazione di infoSOStenibile
Alla cena per gli 8 anni di infoSOStenibile il menù a tema L'Albero degli zoccoli...
Bergamo
Mantova mantiene il primato seguita da Parma, Bolzano e Trento. Catania, Agrigento e...