feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

L’Italia che cambia. Fermata Bergamo

tavola rotonda

Presentata con il giornalista Daniel Tarozzi la “Piccola Guida” curata dalla rete di Cittadinanza Sostenibile per un’economia più eco-solidale

“Cos’è che non si può fare?! L’Italia sta già cambiando, è già cambiata! Smettiamola di lamentarci, se possibile!”. Una persona può cambiare le cose, perché le buone idee trovano sempre gambe, vicine o lontane, sulle quali camminare. È faticoso, certo, ma da un singolo germoglio, nascono relazioni che intessono reti fatte di uomini e donne, giovani e meno giovani, che credono in un cambiamento possibile. Questo è il messaggio che Daniel Tarozzi ha lasciato al pubblico presente nella Sala dei Giuristi (Palazzo della Ragione, Piazza Vecchia, Bergamo), lo scorso 11 settembre, in occasione della presentazione della “Piccola Guida alla Cittadinanza Sostenibile” edita dalla rete di economia solidale della bergamasca.

Il giornalista e blogger Daniel Tarozzi, autore del libro “Io faccio così”, nel 2012 parte per un viaggio di sette mesi e sette giorni in tutte le regioni italiane alla ricerca di chi si è assunto la responsabilità della propria vita senza aspettare che qualcuno lo facesse al suo posto, incontrando un pezzo di Paese diverso da quello rappresentato dai media, un Paese abitato da persone che hanno tradotto in fatti parole come autoproduzione, economia della condivisione, baratto, transition town, decrescita felice, ecc. persone che hanno dato vita a progetti di cambiamento sociale concreti e operativi, esperienze virtuose ed appassionanti. Così l’ha raccontato prima in un libro e ora, insieme a un gruppo di giornalisti, continua a farlo sul web (www.italiachecambia.org).

L’11 settembre Tarozzi ha fatto tappa a Bergamo come ospite per la presentazione ufficiale della “Piccola Guida alla Cittadinanza Sostenibile”, un libretto di 68 pagine che racchiude e racconta gli attori, gli obiettivi e le attività di una rete composta da una pluralità di soggetti (associazioni, cooperative, realtà culturali ed economiche, gas, singoli cittadini, ecc.) accomunati dall’intento di lavorare per una società più giusta e solidale.

Cittadinanza Sostenibile dal 2007 è una rete che funge sia da forum aperto alla condivisione, al pensiero e all’analisi sociale, sia da collante tra le realtà che vi partecipano, oltre che da stimolo all’attuazione di progetti e azioni attuati in collaborazione con Comuni, realtà pubbliche e private.

Durante la giornata si sono succeduti una serie di incontri ed eventi iniziati alle 15 con la presentazione da parte di alcuni studenti dell’Università di Bergamo dei propri lavori rivolti al territorio, elaborati nell’ambito di un progetto di scambio internazionale. Alle 17 il momento clou: la tavola rotonda con Daniel Tarozzi e la presentazione della “Piccola Guida alla Cittadinanza Sostenibile”.

La chiacchierata si è poi trasferita in un contesto più informale e conviviale ma sempre all’insegna della sostenibilità in piazza Cittadella alle 19 per l’incontro con i produttori agricoli, tra degustazioni e storie a km 0, a cura di Mercato&Cittadinanza, per poi proseguire con “Lofacciobenecinefest” e la proiezione di alcuni cortometraggi lungimiranti, sempre in piazza Cittadella, in una Città Alta che vestiva di green, nell’ambito della manifestazione internazionale “I Maestri del Paesaggio”, all’interno della quale si è svolta questa giornata dedicata a un pezzo di Italia che vuole cambiare. Cittadinanza Sostenibile presente!

Fotografie a cura di Francesco Vittori

 

 

Settembre 2015

Articoli Correlati

Il richiamo della natura fa crescere il turismo nel verde Più ce ne allontaniamo più ne...
Un bilancio dell’edizione di quest’anno con un focus sui laboratori. Non solo spettatori...
A Bergamo un’importante rassegna cinematografica nella suggestiva cornice del Chiostro...
Alla sezione di Astino dell’Orto Botanico di Bergamo esperti, produttori e consumatori a...